...

Aree storiche e paesaggistiche ristrutturate, parchi artistici, percorsi verdi, servizi per gli anziani, wi-fi, sana alimentazione, sono alcuni dei temi affrontati dagli 11 progetti del Pil Paesaggi del benessere che è entrato nella fase operativa. Progetti che coinvolgono Rapagnano, Magliano di Tenna, Francavilla d'Ete, Montegiorgio, Torre San Patrizio. Monte San Pietrangeli resta fuori: come mai?


...

Il Sindaco uscente, ricandidato alle prossime elezioni, presenta i progetti futuri e tira le somme degli ultimi 5 anni. “Sisma e covid due momenti molto difficili, ma grazie al lavoro di tutti ne siamo usciti a testa alta”. Ora spazio ai progetti futuri. Tanti i lavori in dirittura d’arrivo. Lungo l’elenco dei nuovi interventi. Obbiettivo: il meglio per Montelparo.







...

Fare rete, rafforzare i legami, spingere sulle peculiarità culturali di ciascun Comune aderente per aumentare l’attrattività turistica. E’ con questo spirito e, soprattutto, con questi obiettivi che in questi giorni si è riunito a Fermo il Consiglio del Progetto Integrato locale denominato Itinerari di storia finanziato dal Gal Fermano. Un’assemblea che ha visto la partecipazione dei rappresentati dei Comuni aderenti, ovvero Fermo, ente capofila, Belmonte Piceno, Grottazzolina, Monsampietro Morico, Monte Giberto, Monteleone di Fermo, Montottone e Ponzano di Fermo.



...

Visori ottici 3D, pareti multi touch, servizio Taxi Sociale e promozione turistica di primo livello. Rotoni: “Sarà l’ingresso per tutto il territorio dell’Alto fermano”. Un punto informativo di ultima generazione. Al taglio del nastro presenti anche il Presidente Ceriscioli e Stefano Pompozzi Vicepresidente della Provincia di Fermo.


...

Il Comune di Fermo non venderà più la Casina delle Rose ed ha individuato fondi per ristrutturarla, con destinazione studentato, e d’estate turistica. Non mi meraviglia che i bandi siano andati deserti: chi spende due milioni di euro per acquistarla, ed almeno altri tre per ristrutturarla? L’immobile è ormai divenuto storico anche per gli eventi e i personaggi che l’hanno caratterizzato in oltre 60 anni di attività. Il Comune dovrebbe riqualificarlo, per darlo in gestione ad un privato





...

Abbiamo mosso le acque. Anzi, le abbiamo smosse parecchio. Prima, e in tempi non sospetti, con la necessità di un collegamento ferroviario, turistico e commerciale, dalla costa alla montagna. Ripetuti sono stati i nostri interventi. Ora, con la questione dei piccoli ospedali. Abbiamo affrontato il problema tre mesi fa. Poi, a termine clausura, il problema è rimbalzato ancora su queste pagine, su quelle de Il Il Resto del Carlino e sul Corriere Adriatico. Molto accurata l'inchiesta di Marina Vita.





...

Intuire per tempo. Attrezzarsi. Giocare d'anticipo. E poi, ci vuole la wi-fi, ci vogliono gli asili nido, quelli infantili e le scuole inferiori (li chiamo al vecchio modo, più esplicativo), le poste, le botteghe, i trasporti, e un vicino ospedale. Solo così ci si può attrezzare per rispondere alle esigenze della popolazione dei borghi, dei paesi di alta collina e delle frazioni di montagna. Rispondere alle esigenze di possibili nuove famiglie. Rispondere alle esigenze della popolazione attuale e di quella che potrebbe arrivare. Parlo di Montemonaco come di Montefortino, di Smerillo come Montefalcone Appennino, di Marnacchia come di altri grumi di abitazioni abbarbicate alla montagna.







...

Tutto il settore del turismo è chiamato a rispettare stringenti protocolli di sicurezza (quest’oggi illustrati da Caranfa - CNA Servizi per le imprese e Calvaresi - CNA Sistema srl). Il comparto più colpito dallo stop si sta riorganizzando. Da un’analisi CNA risulta che l’80% delle aziende del settore sono state costrette a sospendere ogni tipo di attività. Nelle Marche il 73% di queste si è avvalso della sospensione dei versamenti fiscali e contributivi.


...

A questa domanda cerchiamo di rispondere con Gianluca Vecchi, titolare dell’hotel Lanterna a Porto San Giorgio nonché presidente dell’Associazione turistico-alberghiera del fermano (Ataf) e del distretto turistico del fermano.




...

Gente di Campo. Gente in Campo. Gente nei Borghi. Se ne parla molto nelle ultime settimane. A dare la stura è stato l'architetto Stefano Boeri con una intervista a Repubblica. In sintesi, ha detto: finita la pandemia ci sarà gente che sceglierà di lasciare le città e abitare nei piccoli centri pre-montani e collinari. Una scelta di vita. Una scelta di salute. Tre mesi prima sull'argomento era intervenuto Ermete Realacci: «I piccoli borghi italiani hanno il Dna dell’umanità. Guardiamoli con nuovi occhi per creare economia e lavoro». E nel Fermano c'è chi da 13 anni conduce questa battaglia di nuova civiltà senza l'ausilio di paesologi lucani, arrivati molto dopo.


...

La stagione estiva nella regione Marche è compromessa. Nonostante le incognite date dall’emergenza COVID19 che stiamo vivendo, mentre ci avviciniamo alla fase2, dovremo prevedere una reazione del settore turistico, magari analizzando il comportamento del turista nella fase post-pandemia.