...

La rassegna teatrale itinerante, che coinvolge 8 Comuni del fermano-maceratese, fa registrare un altro grande successo. Protagonista della serata, il noto giornalista Toni Capuozzo che, a Montefalcone, nel Teatro del Falco, regala emozioni, spunti di riflessione e perle di saggezza, affrontando un tema tanto delicato quanto attuale, la guerra. Grifonelli: “Un maestro di giornalismo, un grande professionista. Capuozzo ha trattato la guerra da un punto di vista inedito con esperienza e lungimiranza. Orgogliosi di vedere il teatro gremito. Montefalcone luogo perfetto per ogni genere di iniziativa”.


...

Il noto giornalista e inviato sarà protagonista domani a Montefalcone per il nuovo appuntamento del Festival Storie. Attese grandi presenze al Teatro del Falco che, alle ore 21.30, accoglierà uno dei maestri del giornalismo moderno. Capuozzo presenterà il suo nuovo libro, ‘Giorni di guerra’ e farà un focus sul conflitto tra Ucraina e Russia, che sta sconvolgendo il mondo.



...

Le calamità naturali arrivano improvvise e qualche volta annunciate anzitempo da scienziati poco ascoltati; ma le guerre, quelle, dovremmo educarci ad evitarcele


...

La nota giornalista è stata protagonista della 3° serata del Festival “I giorni e la storia”, che sta riscuotendo parecchio interesse. Sul palco di Piazza Mazzini, ad accompagnare Luci Rotta vi era Enrico Singer, esperto di politiche internazionali e già corrispondente da Mosca e Parigi per “La stampa”. Molto soddisfatto il Sindaco Marco Fabiani per la partecipazione che sta accompagnando questa 7° edizione della kermesse storico-culturale.


...

Fotografa un porro da seme che sta iniziando la fioritura. Sembra accarezzare i pomodori dei diversi filari. Respira il profumo del grano e dell' orzo che maturano e guarda il mare in lontananza. E tutto ciò, scrive, «mi riporta alla mente il periodo scolastico, quando sentivo questo odore ero felice perché stava per terminare la scuola». Oggi, Daniele Vecchiotti è già laureato e scommette in campagna. I suoi campi si trovano in un luogo bellissimo: Poggio San Gaetano, Magliano di Tenna. Un pianoro che guarda il Tenna e l'Adriatico. Daniele l'abbiamo già incontrato. Ma stavolta lo riprendiamo perché sul grano, sulle prospettive, sulla guerra in corso, ha molto da dire


...

Domenica, all’Ambro, spazio ad un’iniziativa contro gli orrori della guerra, tra laboratori, natura, musica e riflessioni. “Vogliamo condannare ogni guerra e gli orrori che ne conseguono. La montagna è il luogo ideale per farlo. Rifiutare la guerra ed amare questi territori”. La manifestazione, intitolata “Disarmiamo la guerra”, prenderà fin dalla mattinata, alle ore 10.00.


...

Portata a termine con successo la 2° missione a sostegno dei soccorritori ucraini, organizzata dal Team marchigiano del Progetto Sisma e dalla Scuola Ita. Protez. Civ. Protagoniste molte realtà fermano-ascolane con donazioni e generosità. A distinguersi per la grande solidarietà, l’azienda Selettra di Comunanza e i giovani dell’AGM di Montefalcone. Lusek: “Sono gesti che fanno la differenza. La Selettra, a proprie spese, ha trasportato attrezzature fino i Ucraina. I ragazzi dell’AGM hanno contribuito all’acquisto di molti materiali”. Consegnate sonde per localizzare civili nelle macerie, termorilevatori, barelle speciali, torce e brandine.


...

Nella Città fermana si torna a celebrare in Piazza la Festa della Liberazione. Amministrazione Comunale e Sindaco dei giovani fianco a fianco tra le vie. Posizionate 3 corone commemorative in determinati punti della Città. Significativa la presenza degli Alpini. Marinangeli: “Pensando ai conflitti in Europa, il 25 Aprile ha ancora più valore”. A Ceglie Messapica inaugurata una targa per ricordare Angelo Biondi, partigiano amandolese.


...

Aree verdi, riqualificazione e recupero. Il campo di concentramento valorizzato e protagonista della memoria nazionale. Svelati i dettagli del progetto “Servigliano Città della memoria”. Rotoni: “L’obbiettivo è arrivare alle nuove generazioni per creare una coscienza collettiva forte”. Dopo il riconoscimento come monumento nazionale, inizia un nuovo percorso per l’ex campo 59.


...

Dai piccoli Comuni ai privati, passando per il terzo settore, tanti hanno collaborato alla missione soccorso in Ucraina promossa da Scuola Italiana Prot. Civile e Progetto Sisma. Oltre 10.000€ di materiale donato e formazione sul campo. Consegnate ieri le attrezzature per i soccorritori. “Strumenti per estrarre persone dalle macerie e molto altro”. Lusek coordinatore dell’operazione: “Nostri donatori decisivi, a loro va il grazie più grande. E non si dica che fermano e piceno siano un territorio diviso, questa operazione dimostra il contrario”.


...

3700 i profughi accolti nelle Marche, di cui 1700 sono minorenni. Circa 30 i bambini e ragazzi già a lezione nelle classi fermane. I Sindaci ucraini: “Grandi difficoltà e danni infiniti. Città distrutte. Grazie per quello che state facendo. Abbiamo ancora bisogno del vostro aiuto”. L’appello dei Sindaci ai colleghi italiani: “I vostri aiuti umanitari sono stati fondamentali, ma servono anche armi per combattere l’invasore russo”. Testimonianze toccanti dai territori distrutti.


...

«La pace non è il contrario della guerra. La pace è avere un cuore aperto, consolidare amicizie, riconoscere l'altro come un fratello». I ragazzi delle medie di Piane di Falerone ascoltano in silenzio il relatore. Non vola una mosca. Un attimo prima hanno provato Imagine di Lennon. La proporranno venerdì a Servigliano, al Parco della Pace. Ci sarà un flah mob. È un progetto che ha per titolo: “Se vuoi la pace, educa alla pace”.



...

L’Unione Montana dei Sibillini lancia una marcia per la pace in Ucraina, molti i cittadini presenti. Gremito il piazzale del Santuario mariano, partecipanti di ogni età. Alla banda di Santa Vittoria affidato l’inno europeo, i bambini delle scuole cantano la pace. Padre Gianfranco Priori: “Alla Madonna dell’Ambro chiediamo questa grazia”. Gara di solidarietà tra le famiglie della zona montana: accolte mamme e figli sia a Comunanza che in Amandola.


...

I Comitati dei Sibillini e del Piceno si rivolgono al buon senso e alla generosità delle persone. “Al momento donare soldi è il fattore principale per aiutare il popolo ucraino”. Tanta la solidarietà dimostrata dalle Provincie marchigiane. “Molte richieste per la raccolta di beni materiali, ma è importante controllare le iniziative”. Fondamentale il coordinamento tra CRI, Amministrazioni Comunali e Unicef.