...

Lo aveva annunciato nel periodo più stretto delle restrizioni anti Covid. E ha mantenuto l'impegno. Così oggi il dr Antonio Mocchetti, presidente dello IOM (Istituto Oncologico Marchigiano) sede di Fermo, può annunciare con soddisfazione l'arrivo della Carovana della Prevenzione. Prevenzione dal tumore. L'iniziativa prevede due giornate a Fermo: sabato 3 e domenica 4 luglio, nel corso delle quali due Unità Mobili in dotazione della Komen dotate di strumentazione all'avanguardia si metteranno a disposizione delle donne per effettuare tutti gli esami di diagnostica senologica clinica e strumentale per la diagnosi precoce dei tumori del seno. Destinatarie le donne che sono fuori fascia dello screening della Regione Marche.


...

La politica! Il suo impegno! La costruzione della Polis e della Civitas! I corpi intermedi! Il ruolo dei singoli! Il dibattito, se pur sotto traccia e poco raccontato perché si favorisce diversivi, è in pieno svolgimento. E coinvolge il nostro futuro. L'economista Stefano Zamagni è riconosciuto come uno dei promotori dell'economia sociale e attento studioso del Terzo settore. Sulla rivista Vita è intervenuto recentemente, sollecitato da Marco Dotti, dopo le prese di posizione di Giuliano Amato. Il suo esordio: «Lo spazio politico non coincide con lo spazio occupato dai partiti.


...

Non è un tour, è un'ascesa dall'Adriatico alla montagna: itinerario spirituale e storico insieme. Per cogliere radici ancora verdi che parlano di una Terra Felix, prospera e attiva. Terra che racconta prima di tutto di comunità vive. E allora partiamo dall'Abbazia imperiale di Santa Croce al Chienti, a Sant’Elpidio a Mare. Dell’imponente monastero e cittadella fortificata (san Benedetto costruiva secondo il dettame quadrato degli accampamenti romani) del IX secolo, resta solo la chiesa, sapientemente restaurata da non troppo tempo. Ricca di storia e di leggende, l'Abbazia viene considerata il primo vero distretto industriale fermano. Un patto con l'imperatore tedesco la vincolava alla consegna di calzature per l'esercito in transito lungo la costa.


...

Mentre scrivo, sicuramente sta accarezzando uno dei suoi 500 libri antichi. Ma non solo quelli: nella sua libreria ne spiccano altri 585 che raccontano delle cucine internazionali dal 1600 al 1900. Non è detto però che non stia ammirando le oltre quattromila cartoline e stampe che ritraggono il Fermano com'era. Lui è Luciano Scafà, classe 1944, nativo di Grottazzolina, da sempre a Porto San Giorgio. Un personaggio eclettico: albergatore, ristoratore, operatore turistico, animatore culturale, scrittore, collezionista. Probabilmente dimentico qualcosa.


...

A cavallo nelle nostre campagne per tre giorni (4-5-6 giugno)! E dieci cavalieri dalla costa elpidiense sino a Monte San Martino. Complice il buon tempo, è stata riaperta l'ippovia del Tenna. In sella, a guidare la comitiva, c'era Sandro Montironi con la sua Zairova di 13 anni. Quindi, ben incolonnati l'uno dopo l'altro, venivano Matteo Montironi con Filippo il Bello di 5 anni appena compiuti e alla prima uscita in trekking, Gabriele Rossetti con Venere di 16 anni, Mariano Torretti con Twist di 20 anni (il veterano), Claudio Mignani con Snappy Quarter Horse di 8 anni, Cristian Amatucci con Sweet Serena di 19 anni, e Raniero Pennente con Rosy Appalosa di 16 anni. Un drappello niente male.


...

Tutto pronto, o quasi, per il quarto Campus indirizzato ai pazienti diabetici di tipo 1. L'Associazione Tutela Diabetici del Comprensorio fermano (organizzazione di volontariato) ha già pronta la scaletta del programma. Saranno tre giorni (24,25 e 26 settembre prossimi) in una residenza di alta collina, in mezzo alla natura, in un luogo a cavallo tra Marche ed Umbria. L'iniziativa che sta particolarmente a cuore alla presidente Rosalba Scolaro e ai suoi collaboratori e associati, ha finalità diverse. «Vogliamo favorire – spiega la Scolaro – un confronto tra i pazienti, sviluppare un processo di sempre maggior autostima, favorire l'accettazione di sé superando certe preoccupazioni, timidezze e chiusure, e sviluppare maggiormente la consapevolezza del proprio stato sapendo gestire il proprio diabete».


...

Sere fa. Uno zoom è ancora accettato. In collegamento una quindicina di giovani: età media 25 anni. Le provenienze sono diverse: da Servigliano a Monte Giberto. Il tema è: Idee per il Fermano. Non è stato facile metterli insieme. Neppure rompere il ghiaccio. Pian piano l'imbarazzo si scioglie. Lorenzo è figlio di artigiani. Suo nonno era falegname, suo padre restauratore. Lui studia all'Accademia delle Belle Arti di Bologna. Pensando ai suoi, dice: «Oggi tutti si riempiono la bocca di borghi. Ok. Ma che ci mettiamo dentro? Perché non una fiera dell'artigianato di qualità?».


...

Una frase latina da tenere a mente: «Cor Magis Tibi Sena pandit» Ovverosia: Siena ti apre un cuore più grande (della porta che stai attraversando). C'era una volta il turismo. Turismo e basta. Senza aggiunte. Si attendeva che i turisti arrivassero, per grazia di Dio. Poi, dire turismo e basta non è più... bastato. Allora sono iniziate le aggiunte. Il turismo è diventato – come ricorda il manager Emmanuele Curti – turismo culturale, turismo esperenziale, turismo sostenibile. Ed oggi molto sta cambiando. Innanzitutto è finita l'epoca della «retorica del Belpaese, con l'obbligo di visitare musei, chiese, città d'arte».


...

Il «minore» oggi sarebbe stato un altro. Uno che ha a che fare con pentole, fornelli, ricette e clienti. Ma la cronaca di questi ultimissimi giorni mi ha portato altrove, aprendo il sipario della mente e facendo riemergere immagini lontane. Ma andiamo per gradi. Il Consiglio Superiore della Magistratura sembra un verminaio. Il magistrato o ex magistrato Palamara ha sganciato una bomba atomica sui giochi di potere e di gestione delle toghe (mai, comunque generalizzare!) e il libro con Alessandro Sallusti ha scosso l'opinione pubblica ma non troppo le istituzioni.


...

Marco Brandi ha 38 anni ed esercita la professione di psicologo. Non so se junghiano, freudiano, lacaniano... Non era questo il mio interesse. L'interesse di questa rubrica era invece di coglierlo nelle ore fuori dallo studio. Quando se ne sta in campagna, quando pulisce vecchi sentieri, quando passeggia con suo figlio Tommaso di sei anni insegnandogli i primi rudimenti da guida naturalistica. Marco collabora con suo padre Mauro (titolare dell'impresa) e sua madre Maria Pia a gestire e rilanciare l'azienda agricola Brandi di via Poggio a Santa Vittoria in Matenano.


...

Si può saper tutto della Costituzione italiana, delle istituzioni tricolori, dei meccanismi di rappresentanza, ma se non c'è carne, se non c'è cuore, se non ci sono volti le parole iniziano a sbiadire. Scolorirsi. Perdere di significato. È il rischio dell'educazione civica a scuola. Rischio di disincarnazione. Qualcosa però è accaduto di molto diverso, e proprio in un periodo molto diverso. Da anni, i Banchi di solidarietà propongono negli istituti scolastici la raccolta di alimenti per famiglie bisognose. Si chiama Donacibo e anche quest'anno è andato in scena nei nostri territori. Ma mai come quest'anno i dirigenti, gli insegnanti, gli studenti, il personale non docente si sono coinvolti. Una mobilitazione non solo per raccogliere e donare pasta o zucchero, ma per sperimentare e raccontare questo atto di carità che, nel senso latino, è affetto, benevolenza, condivisione.


...

Un pomeriggio a parlar di Dante. Del «pellegrino pensoso», capace come nessuno di legare l'alto cielo alla bassa terra. Iniziativa dell'Azione cattolica introdotta dal dr Patrizio Borsoni. Nel dialogo tra il dantista dr Giovanni Zamponi e l'arcivescovo di Fermo mons. Rocco Pennacchio si toccano i temi dell'Incarnazione, della misericordia, dei maestri, della Vergine Maria. E si affronta anche quello degli scandali e del potere. Mons. Pennacchio non si sottrae. «Il problema del potere è quando diventa abuso. Abuso che è foriero di altri abusi anche di quelli sessuali. Ne è la radice. Ed è la perversione del proprio servizio e della propria identità. Basterebbe che noi presbiteri, noi vescovi andassimo a rileggerci le domande che ci vengono poste il giorno dell'ordinazione quando ci viene richiamato sia la retta intenzione per cui abbiamo scelto questa strada, sia il servizio al popolo di Dio senza esser guidati da interessi umani».


...

Falerio Picenus! La piccola capitale nella Valtenna della centuriazione romana. La città che poteva esser Roma se il Tenna avesse avuto acque sufficienti... Storia e leggenda che si abbracciano. Che affascinano anche gli studenti dell'ITET di Fermo, corso per Geometri. I futuri professionisti si sono cimentati in un lavoro arduo studiando il teatro romano di Piane di Falerone e proponendo soluzioni per il superamento delle barriere architettoniche. Il progetto sarà presentato martedì prossimo al sindaco Altini e agli assessori comunali. Come titolo, si è ricorsi all'acronimo S.C.E.N.A. che sta per Spettacolo Condiviso per una Esperienza di Nuova Accessibilità.


...

«Molti libri si trovano, che insegnano il modo di imbandire vivande, come Il Cuoco Milanese, La Cuciniera svizzera, Il Gastronomo Parigino e altri, tali metodi però più o meno buoni non sono adatti al nostro clima e al nostro gusto...». Da questa convinzione nasce Il Cuoco delle Marche. Ma non lo scrive un cuoco, uno chef, un patito di cucina. Lo scrive, nel 1864,... un fraticello cappuccino: fra Felice, al secolo Francesco Moriconi da Fabriano. Alto, basso, magro, in carne, non sappiamo. Sappiamo però che ci sapeva fare tra i fornelli. E che, nei periodi brutti dell'ideologia massonica anti-clericale, sostenne sé e i suoi confratelli preparando pranzi e cene succulenti per i benefattori delle comunità francescane espropriate dei conventi dopo la soppressione degli ordini religiosi da parte del nuovo stato piemontese/italiano.


...

Per il rilancio delle Marche, Abruzzo, Molise e Puglia occorre più che mai metter mano al Corridoio ferroviario adriatico con Alta velocità sino a Bari, arretramento della ferrovia da Pesaro a Termoli, realizzazione di una metropolitana di superficie sino ad Ancona, e creazione di una invidiabile pista ciclabile a due passi dal mare che possa sfruttare in modi multipli le numerose stazioni litoranee. Sono le richieste specifiche scaturite dal convegno on line svoltosi lo scorso giovedì 27 maggio.


...

Il Multiplex Super8 di Campiglione di Fermo ha riaperto i battenti lo scorso mercoledì 26 maggio. Sale illuminate. Presenti: il sindaco Calcinaro, gli assessori Lanzidei e Torresi, i consiglieri Pistolesi e Candidori. Emozionati i fratelli Perugini: Monica e Marcello. Davanti ai loro occhi è passato il film della propria storia famigliare: 70/80 anni di impegno nelle Marche iniziato dal padre Walter e dalla madre Palmira/Mirella. A suo tempo, la scelta di Campiglione non è stata casuale. C'erano stati inviti anche da Porto Sant'Elpidio, tra l'altro con benefici allettanti. Ma Perugini senior, senza ricerche sociologiche, aveva ben intuito lo sviluppo della zona e l'importanza di una struttura a supporto dell'alta collina. Fiuto da imprenditore!


...

Camminando la Terra di Marca può capitare di imbattersi spesso in qualche evento particolare. Come oggi, per chi si recasse alle 11,30 presso la Perinsigne collegiata di Sant'Elpidio a Mare. Sull'altare vedrebbe il pimpante parroco don Enzo Nicolini (81 anni ben vissuti) celebrare, festoso, la santa messa. Dinanzi a lui, come di consueto, un'assemblea di fedeli tra cui molti giovani, che sono il suo orgoglio. E stavolta tra di essi, tre gagliardi ragazzotti, atletici, sportivi. Sono tre giocatori della Montegiorgese calcio, che proprio stamattina riceveranno la cresima. Un momento importante per loro, per la comunità locale, per il sacerdote super tifoso della Montegiorgese. Per due motivi: don Enzo è nato a Montegiorgio e suo cugino Lanfranco Beleggia, titolare della Brosway, ne è presidente e sponsor.


...

Smerillo è il più piccolo paese della provincia di Fermo ma la sua gente è dotata di un grande cuore che tutti gli riconoscono. Così è capitato che una azienda all'avanguardia come la iMAGES S.p.A., di Mariano Comense, in provincia di Como, sia intervenuta a dare una mano consistente al Comune di Smerillo e alla sua popolazione, nei periodi di grave difficoltà conseguenti al sisma del 2016, poi aggravatisi con la crisi economica causata dalla pandemia da Covid-19. Dal 2016 ad oggi, ogni anno, l'azienda, che opera esclusivamente nel mercato della visione artificiale e si pone come punto di riferimento per chi sviluppa sistemi di visione, ha fatto dono di beni di primaria necessità che «hanno permesso – racconta il sindaco Antonio Vallesi - l’incremento e l’efficientamento dei servizi comunali e conseguentemente il miglioramento della qualità della vita dei cittadini».


...

Nuova vita per il mercato coperto di Fermo. Un'ala è stata presa in consegna dalla Coldiretti, sistemata, ampliata. I colori alle pareti sono vividi e maggiore è l'illuminazione. Un luogo gaio, vivace dove il giallo spicca. Anche le magliette sono di quella tinta. Anche quella indossata da Primo Tacchetti, collaboratore infaticabile di quattro mercati. Tre quelli all'aperto: Monte Urano, Porto SantElpidio, Sant'Elpidio a Mare, ed uno al coperto: quello di Fermo appunto.


...

Oltre che nel cuore dei fermani adulti, che ne ricordano la storia, il Ricreatorio San Carlo è tornato punto di riferimento per tanti ragazzi. È il risultato di una proficua collaborazione con Il Faro società cooperativa sociale. Il Progetto G.O.A.L.S. ha fatto sì che anche nel periodo della pandemia, si sia potuto offrire un qualificato supporto allo studio che ha visto il coinvolgimento di efficaci operatori. L'acronimo G.O.A.L.S. sta per Giovani (dagli 11 ai 17 anni), Orientamento (scolastico, in entrata ed uscita), Accompagnamento (verso il mondo del lavoro), Laboratorio (attività scolastiche ed extrascolastiche), Scuola (inizio e fine del progetto).


...

Più volte, in questa rubrica, abbiamo toccato il tema dei corpi intermedi e dei soggetti popolari. Li abbiamo scovati di nuovi nel nostro territorio, li abbiamo raccontati. Continueremo a farlo. I soggetti popolari si legano strettamente ad un altro tema che ci è caro: quello delle comunità. Caro non solo a noi. Perché da tre anni a questa parte il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non ha perso occasione per sottolinearne l'importanza se non addirittura l'essenzialità. Ora sullo stesso tema è sceso in campo il vice presidente della Corte costituzionale Giuliano Amato.


...

Ci siamo. Mercoledì 26 maggio riapre il Multiplex Super8 di Campiglione di Fermo. Dopo oltre un anno di chiusura dettata dalle norme governative per frenare la pandemia, le otto sale del cinema torneranno ad accogliere il pubblico e lo faranno nella massima sicurezza. Pronta la nuova programmazione che vedrà in locandina, tra gli altri film, Crudelia (Disney), Io rimango qui, Nomadland, Rikfin's Festival.


...

Immaginiamo una nuova ferrovia, all'interno del Fermano. E immaginiamo che l'attuale tracciato del treno diventi una cicloturistica e un binario per una metropolitana di superficie. E immaginiamo ancora le nostre stazioni centri di raccolta e sosta per amanti delle due ruote e per i fruitori regionali di un velocissimo mezzo come la metropolitana. Potrebbe non essere solo immaginazione se il progetto si agganciasse al Corridoio adriatico di cui si sta discutendo in questi mesi.


...

Morgana è il nome che le sarebbe piaciuto. Ed è quello che sceglie per la nostra chiacchierata. Lei ha vent'anni e una storia travagliata alle spalle. Alta, snella, capelli lunghi, mani affusolate, unghie lunghe dai colori diversi. Ci sediamo intorno ad un tavolo della Fondazione Sagrini, a Fermo. Indossa un giubbino di jeans. Parla lentamente, come soppesando le parole. È pacata, riflessiva. «Non voglio più avere fretta, non voglio più correre» dice, «voglio vivere felice». Non lo è stata nell'adolescenza. Tre anni fa ha denunciato suo padre per violenze fisiche e psicologiche. E ha dovuto abbandonare la famiglia di origini non italiane. Due volte ha tentato il suicidio. Due volte è stata ricoverata in ospedale.


...

Mentre la cercavo, Anita Mancini stava consegnando a domicilio una cassetta di generi alimentari. Lo fa da tempo, da quando la pandemia ha creato difficoltà di movimento. Le sue cassette di legno sono particolari perché lei le riveste di scampoli di tessuti, pezzi di tende rimasti in magazzino, avanzi di sacchi di caffé, ritagli di juta. Insomma, Anita non spreca nulla. D'altronde, la sua bottega di qualità, che si trova a Montegranaro in via Lazio, 66, ha quattro parole d'ordine: Riduci, Riusa, Ricicla, Risparmia.


...

All'esterno, l'edificio della Fondazione Sagrini onlus, in viale Trieste a Fermo, sembra austero. Tutto cambia una volta dentro. Colorate le pareti, colori accesi, simpatici disegni. Ce n'è uno, con una ragazzina che sembra volar via portata in alto da un grumo di palloncini. Un altro raffigura una montagna e un sole: la montagna è dura da scalare, ma il sole dà speranza.


...

Dalle Alpi alla Sicilia, la parola d'ordine è la stessa: Borghi. Con le aggiunte: salvare i borghi, preservare i borghi, tornare ai borghi. Il mantra risuona dalla politica alta alle associazioni di categoria. Dopo anni, finalmente! Ma come promuoverli? Gli spot televisivi aiutano così come le rappresentazioni all'estero. Però, se avete modo di dialogare con i responsabili di importanti agenzie di comunicazione, vi diranno che il cinema è la carta decisiva.


...

Quasi liberi! E si prova a passeggiare di nuovo. A tornare lungo gli antichi sentieri. Prendo la strada per Lapedona e salgo a destra, per Madonna Bruna. La chiesa settecentesca è quasi un rudere annesso ad una casa colonica. Era di proprietà del comune di Petritoli. Venne passata all'attuale ASUR fermana, negli anni Novanta. Il piccolo tempio era punto di riferimento per una minima comunità di campagna, e per i viandanti e pellegrini che percorrevano il saliscendi verso Fermo, o da Fermo verso sud, a piedi o con i carri agricoli.


...

Quando arrivo, la Fattoria sociale di Monte Pacini di Fermo è già un brulicare di adolescenti, giovani e adulti. È mattina presto, ma già si lavora. E si lavora insieme. Perché questa è la scommessa: dare un ruolo ai «fragili», accoglierli, includere loro e altri ancora, e questo attraverso un impegno specie nei campi (ora anche in un ristorante), dove a spendersi sono diversi volontari. Cerco un ragazzo del Senegal. L'ho intervistato in una diretta on line. In quell'occasione era accompagnato dall'ideatore della Fattoria, Marco Marchetti.


...

Per un sabato diverso: la visita all'archivio Danielli! L'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori di Fermo, presieduto dall'arch. Andrea Coscia, sarà protagonista della XI Giornata Nazionale degli Archivi di Architettura organizzata dall’Associazione Nazionale Archivi Architettura Contemporanea sul tema: l’Architettura nell’Italia del Miracolo economico.


...

Cambia il nome, che vuole incentivare la creatività di adolescenti e giovani, ma soprattutto aumentano gli spazi e i progetti per l’estate. Non più Centro polifunzionale giovanile ma CreArea Spazio Giovani. Una necessità, una risposta alle nuove esigenze, un nuovo obiettivo da raggiungere.


...

Le idee non muoiono. Restano offerte alla comunità dove si è vissuti, alla terra che si è amata. Ieri, il funerale a Servigliano di Cesare Rossi. Oggi, alcune proposte intorno a cui aveva lavorato con Luca Bargilli, presidente dell'ASD Badgers School of Survival and Exploration. L'ultimo incontro il 19 febbraio, presso l'aviosuperficie di Piane di Montegiorgio.


...

Marche/Racconta: un festival! Lo hanno pensato in Regione. Sarà cosa buona. Speriamo serva a cogliere l'anima della nostra Terra di Marca. A dire alla nostra gente, e alle altre genti,: qui c'è qualcosa di magnifico da conoscere, da vedere. Da vivere. Occasione per scorgere quello che da sempre definiamo il genius loci, l'anima ancora viva, pur se muta, delle nostre contrade. Occorrerà lavorare sull'emozione e sullo stupore, cogliendo il linguaggio delle pietre degli antichi edifici che è come se ci parlassero ancora, riesumando storie e leggende dimenticate. Ma non l'usuale, il già noto. Sarebbe ripetizione. Inutile ripetizione. Poco incisiva alla fine. Cercare invece il cuore profondo, che pulsa silenzioso. Racconto che diventi anche poesia, la poesia dell'esistenza, che fa brillare gli occhi.


...

C'era la guerra. C'era la fame. E non c'era lavoro. Tanti piccoli «abissini» si aggiravano, vestiti da straccioni, per le nostre contrade. Un sacerdote rotondetto, affabile, un po' lungo nelle omelie, decise che occorreva rimboccarsi le maniche: proclamare il Vangelo e dare conseguenze all'economia del dono. Assistere, ospitare, far crescere. Dare una prospettiva. Lui era don Ernesto Ricci, nato a Monte San Martino l'11 giugno del 1887 e ordinato prete il 25 luglio del 1911.


...

Quando tutti andavano da una parte, noi, pochissimi, insieme a lui, andavamo dalla parte opposta. E discutevamo di Europa, di quell'espressione di libertà che andava dagli Urali all'Atlantico. Ci sarebbe voluto un papa, 40 anni dopo, per esprimere lo stesso concetto. E leggevamo Drieu La Rochelle e Brasillach, Junger e Pound e Hamsun. Cesare aveva diversi anni più di noi. Era universitario, così come Giulio Agostini e Giulio Conti. Abitava a Perugia. La Perugia delle contraddizioni: della regione rossa, della massoneria più esoterica e del FUAN, il più forte raggruppamento italiano di universitari della destra.


...

C'è Luca, c'è Diego e c'è Claudio. Sono i fratelli Iommetti, titolari della Tenuta della Marca. Giovani (rispettivamente di anni 27-34-36), amanti della campagna, oggi eredi della tradizione famigliare (quattro generazioni) di allevatori di suini e produttori di salumi. La loro azienda si trova a Campofilone, in contrada Montecamauro, tra colline dolci che guardano il nord delle Marche, con 60 ettari di terra dove scorrazzano i maiali allo stato brado e dove sorgono le stalle per quelli meno resistenti alle intemperie. Luca è laureato, Diego e Claudio sono ragionieri.