...

Ho la selva alle spalle. Sbirciando dal cimitero di Monte Stalio si vede Mogliano. A sinistra, il convento dei francescani, sempre in procinto d'essere recuperato, e mai recuperato sino ad ora. Alla mia destra torreggia Loro Piceno. Davanti c'è Massa Fermana. Immagino la porta dei Brunforte. Da questo luogo non la si scorge. Il sole è alto. Fa caldo in questo strano inverno. La mente vaga libera.


...

Sul palco della bomboniera teatrale di Porto San Giorgio Alberto Nicolai ha dato avvio alla prima puntata de «Le Parole Magiche». Si tratta di una produzione di Proscenio, l'associazione culturale con sede a Porto San Giorgio e di cui è presidente l'attore Stefano Tosoni. Lo stesso Tosoni che, accompagnato dalla tromba di Roberto Piermartire, ha partecipato recitando un poesia scritta da Nicolai. Le Religioni sono state il primo tema dell'iniziativa. Alberto ha 55 anni, sangiorgese, vive pressoché a Roma e si occupa di turismo avendo rapporti con diversi tour operator e soprattutto con l'agenzia Per Formare. Il suo turismo riguarda soprattutto i giovani. Come colpirli, come attrarli, come muoverli e cosa proporre loro?


...

Stavolta ci spostiamo a Montedinove. In campagna, in contrada Dragone, lungo un viottolo, un cartello appoggiato ad una quercia indica: Sana Frux -Azienda agricola biologica. Sana Frux, dunque, che alla latina significa «raccolto sano». Mi incuriosisce. Così scopro che Angelo Antognozzi è un farmacista di 35 anni, sposato con la signora Lucia e padre di Emma, Filippo, Leonardo e Camilla. Ma che c'entra la farmacia e questa grande famiglia con la campagna? C'entra, perché Angelo ha deciso da alcuni mesi di rimetter mano alle terre di suo nonno Pietro Antognozzi.



...

Mons. Armando Trasarti, vescovo di Fano e già vicario generale dell'arcidiocesi di Fermo, si trova in un letto d'ospedale a Pesaro. Ma le sue condizioni migliorano. Prima del ricovero, ha avuto modo di inviare al gruppo di Azione cattolica adulti di Santa Caterina di Fermo una riflessione sulla Giornata della Memoria, occasione per affrontare anche altri temi, a partire dal concetto di male, peccato, e del bisogno di nuova concordia civile, sociale, politica. In queste settimane, diversi personaggi: intellettuali, professori universitari, politici hanno toccato le stesse problematiche come per un'urgenza avvertita in maniera molto stringente.


...

Nessun'auto salendo per la sommità di Marnacchia, tra Amandola e Comunanza. Se due macchine si incrociassero sarebbero diverse manovre. La carreggiata è stretta. Da una delle prime curve si scorge ancora, in basso, l'abbazia di San Ruffino, quadrata, un po' casa di preghiera un po' fortilizio, ai suoi albori. Quando tornerà ad ospitare viandanti, pellegrini, gente stanca, e quando torneranno i monaci? D'accoglienza c'è bisogno più che d'uffici.


...

Francesco Valeri! In arte: Frajambo. Cioè? Jambo è il «ciao» nella lingua parlata in Tanzania; Fra potrebbe essere, anzi: sicuro, il troncamento nostrano di «oh fratello». Ed eccolo, allora, il nostro artista sangiorgese (al momento peripatetico tra Porto San Giorgio e Monte Vidon Corrado), quasi 42 anni di età, sposato, frequenti viaggi all'estero ed un amore al disegno, al colore, ai pennelli, alle tonalità forti, vive, piene di vigore, che respirano e aprono all'orizzonte. Ai murales, sì, proprio ai murales. Dove il tratto è molto geometrico. Guardo quei lavori e mi vengono in mente alcune opere futuriste di Depero, mischiate a tocchi naif e in una continua sperimentazione personale del «Pittore fluttuante» come si definisce Francesco.


...

Lui è amante dei carciofi. Suo figlio ama le fragole. Entrambi prodotti dalla sua terra: la terra di Sandro Mattetti, 58 anni, titolare dell'Azienda Ecoverde di Altidona, in Contrada Svarchi, a due chilometri dal mare. Un luogo dove il clima temperato – anzi: si parla di un microclima particolare - rende tutto più... buono. E quando dice dei carciofi e delle fragole, intende che il vero esame di qualità lo sovrintende la sua famiglia valutando a partire dal proprio gusto e dalla propria mensa casalinga. Come dire: se li mangiamo noi...


...

Lettera ai vertici sanitari della Regione Marche per la tutela dei malati di diabete. A scriverla è stata Rosalba Scolaro, presidente dell'Associazione Diabetici del Comprensorio Fermano. La missiva è stata inviata all'Assessore alla sanità Filippo Saltamartini e per conoscenza al Direttore dell'Area sanità e sociale Nadia Storti e al Presidente della Quarta commissione Dino Latini.


...

Dopo il Banco farmaceutico (la raccolta di farmaci dinanzi alle farmacie, destinati alle famiglie bisognose) che neppure la neve, il ghiaccio, il vento e il Burian hanno fermato, ora tocca al Donacibo. I volontari del Banco di solidarietà sono in azione in tutto il Fermano e le scuole pian piano vengono contattate e interessate all'iniziativa. In cosa consiste la mobilitazione di marzo, tempo di quaresima? Semplice: nel dire ai bambini, scolari, studenti: cari ragazzi, ci sono problemi alimentari in giro per la nostra terra, gente che non ce la fa con i propri soldi, perché allora non raccogliamo nelle scuole, debitamente attrezzate e rispettose delle norme anti Covid-19, qualche alimento per farlo consegnare a chi ne ha bisogno?


...

Chissà se il neo presidente del Consiglio dei ministri avrà letto “Insegna Creonte”. Probabilmente sì. Un consiglio non richiesto sarebbe quello di indicarlo come dono ai suoi ministri politici (magari anche agli altri) e a tutti i segretari di partito. L'elegante volumetto di 158 pagine, edito da Il Mulino (euro 12,00), è stato scritto da uno che se ne intende. Luciano Violante, già professore di Diritto e procedura penale, magistrato e parlamentare, presidente della Camera dei deputati, ed altro ancora, ha spaziato dalla filosofia alla storia alla sociologia alla psicologia della politica, partendo da un presupposto: l'errore. «L'errore in tutte le sue sfaccettature mi ha sempre interessato, come terreno di caduta della persona, ma anche di sua possibile riabilitazione».


...

Prima che arrivasse il Burian, ho approfittato per raggiungere il punto trigonometrico di Montefalcone Appennino partendo dal cimitero di Smerillo, due paesi di chiara urbanistica medievale. Il bosco, anche se non proprio fitto, è comunque suggestivo. Noi abbiamo boschi, di foreste non ce n'è. E, a proposito invece di foreste, mi sono ricordato di quanto scriveva la storica Chiara Frugoni: « Nel Medioevo il deserto non è associato a una distesa di sabbia ma alla solitudine di una foresta». Ed è nella foresta che si svolgono le avventure e le prove per i Cavalieri della Tavola rotonda, quelli narrati nei romanzi di Chrétien de Troyes. È anche il luogo dove si rifugiavano e operavano i briganti. Ma è anche l'habitat dei lupi.


...

Quant'è alto? All'incirca due metri. Tanto che, scendendo le scale a destra dell'altare, deve far attenzione a non incorniciare con testa e spalle lo schermo televisivo posizionato per le funzioni più importanti. Lui è Roberto Zefferini, il nuovo sacrista della Chiesa cattedrale di Fermo. Un esile watusso. Il 29 novembre scorso è entrato nelle sue piene funzioni raccogliendo il testimone dello storico Alberto Andrenacci, il primo sacrista dopo la ristrutturazione della Cattedrale. Roberto ha 34 anni, e, a rapide falcate, percorre avanti e indietro le lunghe navate. Sono chilometri quotidiani.


...

Teniamoci le nostre campagne, le nostre piccole aziende agricole e di allevamento, le nostre Cantine. Teniamoci i nostri “Angeli matti” che scommettono in agricoltura. Teniamoci la Terra di Marca. Per la sua bellezza e per la nostra salute. Perché in giro spira una brutta aria in tema di produzioni agricole e cibo. Resta celebre quanto disse il noto giornalista statunitense Tom Mueller. Invitato al Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre 2014, lanciò un monito: «Quando incontriamo il cibo chiediamogli da dove arriva».


...

Ieri, giovedì 11 febbraio, la Chiesa cattolica ha celebrato la Giornata del Malato. Quest'anno, come lo scorso, l'attenzione ai più fragili è ancora maggiore stante la pandemia di cui non si vede la sconfitta. La Chiesa fermana ha proposto una messa in Duomo con l'arcivescovo Pennacchio e un web-convegno con testimonianze di sanitari e parasanitari. È l'occasione per parlare allora dei cappellani degli ospedali. In questo caso del cappellano del Murri di Fermo.


...

Il silenzio sulla droga è assordante. Qualche voce però rompe la crosta. E stavolta la voce è molto autorevole. Il procuratore generale della Corte d'Appello di Ancona, Sergio Sottani, in occasione dell'apertura dell'anno giudiziario ha rilevato come «risse, consumo e spaccio di stupefacenti, reati contro la persona con autori minorenni, sono segnali di una società malata che deve trovare al più presto degli anticorpi sociali e culturali, ancor prima che repressivi». Società malata, ha scandito Sottani, e bisogno di anticorpi e non solo di repressione.


...

Liberi! Liberi di uscire e di camminare. Dipinti come gialli. E allora riprendo l'alta collina. C'è il sole nel giorno in cui mi muovo. Da Servigliano salgo verso Penna San Giovanni e da qui, in una serie quasi infinita di saliscendi e curve, raggiungo Monte San Martino. La neve se n'è andata. Ne resiste qualche sbavatura ai lati della strada. L'ultimo tornante è sotto al monastero delle Benedettine. L'edificio è lesionato. Le monache hanno traslocato vangeli e bagagli nell'annessa “Casa san Giuseppe”, molto più piccola.


...

Domanda e risposta insieme. La prima: «Sai qual è la cosa più importante di tutte?». La seconda: «L'amicizia, ed io ci credo fermamente». L'amicizia! Un sentimento un po' smarrito in questi tempi. Ma non dappertutto. E non in tutti. A formulare domanda e risposta è Elio Sbarbati, sommelier per gran passione da 40 anni, pensionato oggi e già artigiano e operaio in precedenza. Lo incontro dinanzi alla Grotta Castellana di Cerreto. La Grotta è un incavo nelle mura storiche di questo «castello fermano di terza categoria». È il luogo da dove Enzo propone i suoi vini in occasione della festa medievale. Anche stavolta ha qualcosa da offrire. Si tratta di un Prosecco di Valdobbiadene. Esaltante. Profumato. Gustosissimo.


...

«Tu che conosci come si ascolta la voce di Dio, tu che conosci come si va avanti in silenzio». È un passo della preghiera a san Giuseppe che papa Francesco ha elevato nell'omelia in Santa Marta il 18 dicembre 2017. Da sempre, il Pontefice ha avuto una venerazione speciale per il “padre putativo” di Gesù. E, per il 2021, lo ha offerto all'umanità come modello ancora più stringente nella recente lettera apostolica Patris Corde.


...

La collina è morbida. Il luogo suggestivo: un buon posto per allevare bovini di razza marchigiana. La famosa razza marchigiana! Stanno bene gli animali, stanno bene le persone che hanno dato vita nove anni fa a “La Nocetta Azienda agricola naturale”. Siamo sulla strada che da Curetta porta a Santa Vittoria in Matenano. La località è Contrada Poggio, 31. Tommaso Laureti era medico, ecografista a Fermo. Amante della montagna, della natura e della campagna, aveva desiderato creare un'oasi di pace la dove il suocero Costantino Squarcia aveva un terreno ed un appostamento di caccia.


...

Cercansi geometri disperatamente! Perché torneremo al boom dell'edilizia. E ci sarà un gran daffare per i prossimi 15/20 anni. Si procederà a ristrutturazioni, rifacimenti, conservazione, nuove costruzioni di case popolari. Laddove il terremoto ha distrutto, lesionato, creato problemi, ora è il tempo della ripresa. Ripresa favorita anche da iniziative come l'eco-bonus. Così l'economia che ha trainato l'Italia negli anni Sessanta si rimette in marcia.


...

“Le Artigiane”! E chi sono? Una piccola azienda di Montegranaro che conta su due donne: Antonietta Ferroni e Angelita Petrini. Il terzo socio è il marito della signora Antonietta, Guido Vergari. Ma il femminile nel brand e nell'operatività resta... maggioritario e molto attivo. Il laboratorio, 350 metri quadrati, luminosissimo e ordinatissimo, si trova in via Tiziano. Il giorno dell'incontro, Antonietta indossa un grembiule celeste, Angelita è in nero e Guido in bianco. Arrivano clienti. L'atmosfera è di chi non perde tempo. Ma neppure è ricattato dal tempo. Le nostre Artigiane sono così.


...

Ho posto sul portone di casa un fiocco azzurro. È nato a Milano mio nipote Federico. Non potrò raggiungerlo causa restrizioni da Covid. Gioia da un lato e un po' di rincrescimento dall'altro. Mentre mi recavo ad acquistare il nastro ho ricevuto una telefonata da un amico. Non sapeva della nascita. Mi voleva comunicare una sensazione: «Ci stiamo chiudendo come in una tartaruga». Ritirati e corazzati dal carapace. Singoli e soli, dove la vita è staccata dal suo significato, e quando accade siamo in pieno nichilismo.


...

Mi piace la creatività nelle scuole. C'è qualcosa di effervescente all'Istituto Comprensivo Fracassetti-Capodarco che, grazie ai docenti e alla dirigente Alessandra Goffi, ha messo in piedi una serie interessante di progetti. Sulla lingua spagnola hanno puntato molto ricorrendo anche al teatro, «con la partecipazione – spiegano le insegnanti - ad un evento piacevole, si tratta di un apprendimento diverso e complementare rispetto alle lezioni scolastiche attraverso il coinvolgimento emotivo».


...

Il “metal-mezzadro” è stata figura rilevantissima di lavoratore marchigiano. Di giorno in fabbrica come metallurgico, nei pomeriggi e giorni festivi nei campi come agricoltore. Grazie a lui, la nostra regione decenni fa è potuta decollare in Italia e in Europa. Un'economia tipica! Ne scriveva spesso, echeggiando gli studi della Fondazione Merloni, il sociologo ed economista Aldo Bonomi.


...

Un'altra emergenza in Italia, gravissima, e di cui non tratta più: la droga. Dilaga senza distinzioni tra nord, centro, sud. «Un ragazzino di oggi la prima dose la trova a due euro, perché lo spacciatore sa bene che domani le dosi richieste saranno quattro, otto... e via dicendo. L'attuale droga chimica brucia i cervelli. E i ragazzi sono arrivati ad usare anche la ketamina, un anestetico per cavalli». Me ne parla un uomo che il problema lo conosce bene, perché c'è stato dentro sino ai capelli. Federico Gori ha 44 anni, è nato a Montecatini Terme, vive a Magliano di Tenna con la sua compagna e con il figlio di lei, Mattia, di undici anni.


...

Da una parte, il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell'Università Politecnica delle Marche; dall'altra, alcune classi del Corso Geometri dell'ITET Carducci-Galilei di Fermo. Una piena collaborazione. Il Dipartimento ha studiato, progettato, realizzato una piattaforma sofisticata, basata sulla Realtà aumentata e virtuale, per un maggiore apprendimento scolastico. E questo era l'obiettivo prefissato: fornire tecnologia utile capace di aiutare ulteriormente l'apprendimento. Gli studenti delle Superiori hanno verificato su di sé l'impatto della piattaforma e delle sue applicazioni: vanno bene, non vanno bene, sono adatte, non sono adatte.


...

Aggiungo qui, in questa rubrica settimanale, quel che non ho potuto raccontare sabato 16 gennaio scorso. Chiamato dai responsabili dell' “Open day e Continuità” a narrare la Terra di Marca, mi sono collegato con gli studenti delle scuole secondarie di primo grado dell'Istituto comprensivo di Petritoli. La prima impressione è stata quella di avere di fronte ragazzini attenti e già sollecitati. Un plauso dunque agli insegnanti, che ci tengono nonostante tutte le difficoltà del momento, e alla dirigente, Livia Tammaro, che indirizza il lavoro.


...

Marco Ramadori ha 50 anni, abita a Piane di Montegiorgio, due figlie, vigile urbano a Servigliano, ha una grande passione: natura e riscoperta della storia e architettura locale. Se n'è invogliato da grande, seguendo lo storico montegiorgese Mario Liberati e l'infaticabile appassionato di archeologia Aldo Ferracuti, in arte Aldus Graf. Oggi Marco gira la media valle del Tenna e la racconta con i suoi video realizzati con un drone.


...

“Le Vigne di Franca”! Il marchio che compare in apertura della pagina della Cantina vinicola omonima sembra una xilografia di Adolfo de Carolis. Un gusto di antico proiettato sul moderno. L'azienda si trova in Contrada Santa Petronilla a Fermo. Me l'ha indicata il governatore del Club di Papillon, che di vini se ne intende. La proprietà si estende su quattro ettari di terreno, quasi a metà strada tra la collina di Fermo e il mare di Porto San Giorgio. Suggestivo l'ingresso, con un filare di poderosi ulivi a destra. I vigneti, che sembrano d'argento nella mattina in cui vado a visitare l'impianto, hanno di fronte il sole che nasce e s'incanala lungo la valletta che protegge i grappoli dai venti impetuosi.


...

Che una farmacista si metta a scrivere “Racconti piccoli di farmacia” è già singolare. Ancor di più lo è se il primo racconto è rivolto alle “Amiche”. Non quelle di fuori che ti attendono dopo il lavoro per una passeggiata, un cinema (sic!), un acquisto. Ma quelle di dentro, quelle che ogni giorno se ne stanno con lei al banco, rispondono ai clienti, prendono, incartano e consegnano medicine. “Amiche”, dunque. Per Maria Strippoli, titolare della Farmacia Bini di Fermo, tali sono Daniela, Michela, Paola.


...

Negli anni '70 ci si menava per una idea politica, giusta o sbagliata: neri contro rossi, rossi contro neri, pro-vietcong contro pro-berretti verdi. Due decenni dopo ci si è cominciati a picchiare sugli spalti dei campi di calcio: per la Lazio contro la Roma, per l'Inter contro il Napoli: un ideale calcistico, sicuramente meno nobile, sicuramente aggregante in un'era di scioglimenti sociali. Le ultime vicende di ragazzi che da Macerata procedono per Ancona dove sfidarsi con i coetanei del nord Marche sembrerebbero mostrare nulla se non l'uso della forza tout court. Come dire: menarsi per menarsi, nessuna spinta d'altro genere se non la violenza in sé. E pure qualcosa dovrà pur esserci. Solo il nulla?


...

L'anno 2021 sarà l' “Anno Giuseppino”. L'anno per cui e in cui papa Francesco propone come modello san Giuseppe, il padre putativo di Gesù. Con questa iniziativa, il Pontefice intende sottolineare e rilanciare con forza il ruolo fondamentale della paternità (oggi tanto eclissatosi e pure tanto ricercato, basti vedere l'impegno preso, da qualche tempo, dai migliori psicanalisti italiani ed europei) e della famiglia anch'essa con profonde crepe. Contemporaneamente, Bergoglio vuole mandare un messaggio sul senso del lavoro, sulla sua qualità, sulla pazienza e sull'onestà, prsentando proprio l'immagine del falegname di Nazareth.


...

Sabato 9 gennaio. Pomeriggio. Fa freddo. Piove. Scende nevischio. L'interno del Fermano sta imbiancando. In Duomo inizia il Settenario della Madonna del Pianto. Una ricorrenza secolare. Molto sentita. Vanno tutti – adulti e anziani soprattutto - a salutare e ringraziare la Vergine trafitta dalle “sette spade”. Anche chi con la fede ha poca dimestichezza, ma non scorda. La Madonna del Pianto ha sempre protetto Fermo. Lo ha fatto nei casi di pestilenze e nel corso delle guerre.


...

Dalla realtà la domanda e la risposta! Un caso significativo. Prendiamo Anastasia Nicu. 27 anni, sposata, residente a Fermo, da qualche mese mamma di Sibilla Maria. La bambinetta scalpita, è vivace. La mamma invece è molto posata e riflessiva. Anastasia ha iniziato da qualche tempo ad occuparsi di turismo. E si è chiesta: cosa può fare, cosa può desiderare e cosa può aiutare un mamma (una famiglia giovane) con bambino al seguito che gira per le Marche, l'Italia, il mondo, per lavoro turismo cultura o situazioni particolari? Come un borgo, un paese, una città, possono rispondere alle sue esigenze?


...

Un frantoio, un grand'olio, due famiglie imparentate. Il frantoio è dei fratelli Vitali (Elena, Ermanno, Enrico) e di Massimo Alessandrini. Massimo, con sua moglie Moira, ne è l'attuale gestore. L'azienda, che lui definisce «artigianale» con sede in via Porta Marina, 46, a Monterubbiano, ha una storia di oltre mezzo secolo. Risale ai nonni, agli zii e ai padri degli attuali soci. Specie a «nonno Luigi» che, da mezzadro, si fece frantoiano e avviò l'attività di oggi. Frantoiano intelligente e lungimirante. Il suo frantoio usò per primo un frangitore a martelli. Oggi è normale, 52 anni fa era avveniristico.