L'Angolo della Psicologa

...
Depredati dei sogni, del tempo, delle amicizie e della quotidianità. Donne, uomini, ragazzi, bambini e anziani che hanno perso ogni forma di socialità, impossibile trovare un conforto reale dietro a schermi e a piattaforme, ogni cosa ha perso quel carattere di veridicità e concretezza che potevamo toccare con mano.

...
Il binge drinking, ovvero l’abbuffata alcolica di sei o più bicchieri di bevande alcoliche in un’unica occasione, è un’abitudine che si è consolidata molto nel 2019 soprattutto tra i giovani nella fascia di età tra i 18-24 anni, rappresentando uno delle maggiori cause di intossicazione con gravi conseguenze sul sistema cardiocircolatorio e cerebrovascolare. Più alta la percentuale maschile, circa il 20%, mentre quella femminile è circa la metà l’11%, ma comunque sempre un dato molto preoccupante.

...
Sin dalla prima infanzia la nostra vita si plasma grazie alla moltitudine di esperienze e condizionamenti che influiscono sul nostro modo di pensare e sul comportamento, determinando anche delle aspettative nei confronti della vita e degli altri. La famiglia, la scuola, i gruppi sociali e oggi anche i social, sono tutti sistemi che arrivano a determinare il nostro modo di agire e il sistema di credenze che si rafforzano con la maturità.

...
Se da un lato l'intransigenza è associata alla tenacia e alla perseveranza, è pur vero che spesso chi è intransigente rischia di allontanarsi dal buon senso e dalla realtà, pur di non cedere al punto di vista di chi la pensa diversamente. Si può anche arrivare a parlare di testardaggine con sfumature di egoismo, quando vengono compromesse ostacolata la flessibilità cognitiva e la possibilità di agire per provare che le circostanze possono cambiare.

...
Mai come in questo periodo abbiamo cominciato di più ad apprezzare le passeggiate in mezzo ai boschi, al verde e fortunati sono coloro che abitano in zone lontane dalla folla e dal rumore cittadino. Nei luoghi dove ci sono più aree verdi, come parchi e prati e quindi una maggiore opportunità di immergersi in sentieri naturali, aumenta la possibilità di sentire meno l’affaticamento, perché si riducono le emozioni negative a vantaggio di quelle positive.

...
Confidare a qualcuno i nostri pensieri più profondi, le nostre emozioni più intime, non sempre è facile, ma confidarle ad un diario o ad un quaderno o ad una pagina di Word potrebbe essere più facile e anche terapeutico, qui i nostri pensieri sono al sicuro, anzi avremo anche il vantaggio di poterli rileggere per meglio analizzarli. Questo è il modo migliore per cercare il significato delle cose che accadono.

...
Chi non si è mai regalato un po' di relax e spensieratezza , dedicandosi allo shopping? A volte basta acquistare qualcosa di nuovo, che sia una borsetta, un paio di scarpe o un gadget tecnologico o qualsiasi accessorio che ci faccia sentire bene con noi stessi in quel momento. Lo shopping può avere un valore terapeutico: prendersi una pausa e ritagliarsi un po' di tempo per un acquisto fuori programma, può migliorare lo stato dell'umore e gratificare la persona.

...
Qualcosa di imprevedibile e di invisibile ha sconvolto le nostre vite, il nostro equilibrio psicologico sta vacillando, la normalità e le nostre abitudini stanno scricchiolando. Adesso si sta chiusi all'interno delle mura domestiche, impossibilitati ad uscire se non per recarsi al lavoro, in farmacia o al supermercato. Ogni nostra abitudine è vincolata perché non si può uscire dal proprio comune anche per praticare lo sport, fare una corsa o un passeggiata o per prendere un caffè.

...
Che i tempi siano cambiati non ce lo doveva certo dire il festival di Sanremo, incoronando i Maneskin come vincitori, dove si inneggia alla diversità con comportamenti aggressivi e di ribellione. Per distinguersi sappiamo che ci sono altri modi per affermarlo, non serve certo dare i calci ai portoni e acclamare la passività altrui per far emergere la propria personalità.

...
Paura del futuro sempre più incerto, confusione totale per questa continua altalenanza di colori....cosa sta succedendo? Oltre alla preoccupazione per l'evoluzione della pandemia, avanza in maniera sempre più consistente il timore di come si potrà tirare avanti, le persone sono esauste e tanti sono quelli che non credono che sarà più possibile una ripresa del nostro paese.

...
La pandemia ha annullato la spinta dell'essere umano alla cooperazione e alla solidarietà, perchè hanno preso piede il distanziamento sociale, l'isolamento domestico e il lavoro a distanza. Lo smart working, entrato in modo preponderante e invasivo nelle nostre case, ha penalizzato la valenza relazionale della personalità di ognuno di noi e ha annullato i vissuti di comunità presenti nella nostra dimensione.

...
Dobbiamo partire da una riflessione: attualmente veniamo bombardati da continui operazioni di marketing che creano sempre nuovi bisogni e originali trend di consumo, che spesso vanno a compensare l'insoddisfazione interiore derivante da relazioni poco soddisfacenti e dalla mancanza di tempo.

...
In ogni relazione amicale o amorosa i conflitti sono una parte fondamentale perché se vengono affrontati in maniera intelligente, rappresentano un’occasione di crescita per accedere ad un livello di sintonia e di empatia più elevati. La capacità di negoziazione serve per affrontare i contrasti attraverso una modalità costruttiva e creativa, affinché il rapporto e l'unione tra due o più persone si rinsaldino.

...
E' indubbio che la lettura apporta dei benefici al corpo e alla mente, infatti l'intelligenza è condizionata anche da fattori ambientali oltre che genetici. La lettura è utile a bambini e adulti per arricchire il vocabolario, per aumentare la capacità di comprensione che via via con la crescita dovrebbero migliorare in relazioni alle informazioni e ai testi che vengono proposti. La flessibilità cognitiva cresce in maniera proporzionale all'esercizio cognitivo che viene attuato da ognuno di noi.

...
Sicuramente sarà un Natale diverso da molti altri o da tutti gli altri, un Natale austero per alcuni, forse per altri più sentito e partecipato. C'è chi dice : "quest'anno non mi sembra che sia arrivato Natale". Gli addobbi per i paesi e i borghi non mancano, ma l'atmosfera che si respira è ben diversa da quella degli anni passati. Gli animi sono differenti e quell'emotività insita nello spirito natalizio sembra svanita.

...
Quando una coppia va a costituire un nucleo familiare a sé stante, sia che si sposi, sia che vada a vivere sotto lo stesso tetto, avviene la separazione fisica dalle famiglie d'origine che non sempre è indolore e senza conseguenze. Ci sono diversi stili familiari che si instaurano tra la coppia e la famiglia d'origine, la più pericolosa è sicuramente quella invischiata, in cui non ci sono confini, dove tutti si sentono in diritto di invadere gli spazi dell'altro e tutti si sentono empaticamente coinvolti nelle vicissitudini altrui.

...
In occasione della giornata mondiale dello Stroke, appare giusto ricordare che seppur ci troviamo nuovamente a fronteggiare la pandemia da COVID-19, le altre patologie continuano a presentarsi e fra le malattie definite tempo-dipendenti, cioè che devono essere curate il più rapidamente possibili e la massima attenzione va proprio all’ictus. In caso di ictus ischemico, si stima che muoiano all’incirca 2 milioni di neuroni, per cui l’intervento deve essere tempestivo, prima si riesce a riaprire il vaso chiuso, tanto maggiore sarà il tessuto cerebrale che potrà salvarsi e minore sarà la disabilità residua.

...
Quante volte vi sarà capitato di vivere un evento traumatico e cadere nello sconforto più assoluto con il rischio di piombare nella depressione? E quante volte invece vi sarà capitato di reagire con ottimismo e trovare in voi la forza di reagire ?In questo caso senza saperlo siete stati soggetti resilienti: la resilienza è la capacità di superare con positività gli eventi traumatici della vita senza mettere in discussione la propria identità o le proprie qualità.

...
Quando il riconoscimento altrui per i propri sforzi o successi non arriva, ma sentiamo di essere stati bravi, ci si può premiare anche da soli. L'autogratificazione ha un valore nettamente superiore ad una ricompensa che proviene dall'esterno, perché implica un'azione di consapevolezza verso noi stessi.

...
Per la prima volta nella storia italiana con il Dcpm 11 Marzo 2020 sono state emanate le norme anti-contagio e ci è stato impedito di abbracciarci. "Abbracciare" significa cingere con le braccia, un gesto che ci riporta nell'infanzia, soprattutto se si è stati bambini con un attaccamento sicuro.

...
Sia con adolescenti che con i bambini è importante far capire, attraverso il dialogo e le giuste parole, che se in questo periodo si deve andare incontro a qualche rinuncia, come quella di incontrarsi con i propri amici, lo si fa sia per rispettare se stessi e gli altri. E' meglio parlarne e non nascondere la verità, perché se si fa qualche sacrificio, lo si deve intendere come un'espressione di affetto verso il prossimo.

...
Il primo diritto della persona riconosciuto dalla nostra Costituzione è proprio quello della libertà personale, che apre con l’art. 13 la Parte Prima dedicata ai diritti e doveri dei cittadini, recita così:

...
Tenendo conto che le relazioni sociali sono fondamentali per farci stare bene dal punto di vista biologico e psichico, è normale che l’essere umano per mantenere un buono stato di salute mentale e non sviluppare sensazioni di ansia che poi rischiano di indebolire il sistema immunitario, ha bisogno di mettere in atto meccanismi di attacco, o fuga o anche di impotenza, stati che sicuramente saranno vissuti da molti di noi in questo periodo.

...
In questo momento siamo obbligati a rispettare le distanze, a contenere la nostra gestualità per paura del contagio, ad esprimere la nostra emotività con mezzi alternativi al contatto reale, ma tutto ciò provocherà effetti inaspettati sugli esseri umani, poiché la nostra natura innata è di carattere sociale. Le conseguenze psicologiche della situazione che stiamo vivendo non stanno tardando a farsi sentire.

...
In questo momento la paura ha preso il sopravvento sul tutto, la nostra quotidianità è pervasa dalla paura, ma cos’è la paura ? Sono stati di diversa intensità emotiva che possono andare da una polarità fisiologica come il timore, la preoccupazione, l’apprensione, un senso di inquietudine ad una polarità patologica che si identifica con l’ansia, il panico e la fobia.




...
Frasi del tipo “i bambini di oggi possiedono meno manualità rispetto ai bambini di ieri”, oppure “ i bambini non assaporano più il gusto di inventare un gioco o di arrampicarsi sugli alberi” possono sembrare frasi fatte, ma nascondo una grande verità

...
Amare se stessi è importante perché implica l’accettazione di sé e il riconoscimento dei propri bisogni che dovrebbero avere la priorità, riconoscere un valore al proprio sé ci porta a star bene con noi stessi, ad essere soddisfatti delle nostre scelte e a vivere in armonia con il mondo esterno.

...
Noi non siamo nulla senza l’altro…può sembrare una frase fatta ma non è così! La nostra individualità è costruita sull’immagine che gli altri ci rimandano nell’intero percorso interrelazionale fin dall’infanzia all’età adulta

...
Dopo "Bibbiano", si sente molto spesso parlare del ruolo delle case famiglia che accolgono minori allontanati dalle famiglie di origine a causa di problematiche come la trascuratezza, l’incapacità genitoriale, il maltrattamento fisico e/o psicologico, episodi di tossicodipendenza o alcolismo



...
Tutto è violenza: quella fisica, sessuale, psicologica, economica e rientrano in queste maxi categorie qualsiasi forma di aggressione fisica e verbale, quali , ricatti, persecuzioni, minacce, vessazioni, maltrattamenti, perché sono tutti comportamenti che non tengono conto della volontà della donna, che ha diritto di dire sì o no a qualsiasi idea o proposta. La maggior parte delle violenze avvengono all’interno delle mura domestiche e solitamente i carnefici sono mariti, fidanzati, partner o ex partner.

...
Il percorso di vita di ognuno di noi può essere contrassegnato da episodi piacevoli o spiacevoli, da eventi traumatici o eventi gioiosi, ma purtroppo le tracce indelebili nella psiche della persona rimangono solo nel caso si subiscano situazioni incresciose, dolorose per il corpo e per l’anima.