x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

‘Eat good, feel good’: scambi internazionali per gli studenti dell’Urbani

3' di lettura
180

Polo Urbani


Al Polo Urbani è tempo di bilanci anche sul versante degli scambi internazionali.

Il progetto ‘Eat good, feel good’, uno dei percorsi eTwinning ai quali il nostro Istituto ha partecipato nel corso di questo anno scolastico, ha previsto la collaborazione didattica a distanza con il Lycée Professionnel Gustave Eiffel di Tours, in Francia, con il Liceo Technologie de Industrie Alimentara, in Romania, con la Srednja śkola Isidora Kriśnjavoga Nâsice, in Croazia, con il Erêgli Meslekive Teknik Andalou Lisesi in Turchia e con la Scoala Gimnaziala Teodor Murasanu, Turda, in Romania.

Questo progetto di gemellaggio tra scuole europee ha coinvolto le classi 3A dell'Istituto Tecnico Economico ‘Amministrazione Finanza e Marketing’ e 3B ‘Relazioni Internazionali per il Marketing’ di Porto Sant’Elpidio nel periodo compreso tra il mese di novembre 2023 e il mese di maggio 2024, con lo scopo di partecipare a un dibattito digitale in lingua inglese inerente alcuni disturbi alimentari quali l’anoressia e la bulimia, per pervenire alla consapevolezza dell’importanza di una dieta equilibrata, sostenibile ed ecologica. Il progetto si proponeva inoltre di valorizzare la scelta consapevole del consumo di prodotti sostenibili del territorio attraverso la presentazione di ricette tradizionali a base di prodotti locali.

L’occasione di comunicare tra partner europei non è mancata, sia attraverso la piattaforma Esep nella sezione dedicata ai gemellaggi elettronici tra scuole, sia tramite gli incontri sincroni pianificati per le classi grazie alla piattaforma francese BigBlueButton, creata dal Ministero dell’Istruzione francese. La collaborazione tra gli studenti delle diverse scuole europee è infine stata messa alla prova durante il Contest tematico del 16 maggio 2024, giorno in cui le competenze digitali dei partecipanti si sono confrontate in una simpatica sfida a distanza preparata con l’applicazione Kahoot, in presenza della coordinatrice del progetto, professoressa Noemi Alessandrini, e del secondo collaboratore della dirigenza, professor Marcello Monaco.

Momenti di condivisione e di gioco che hanno contribuito a rinsaldare il legame venutosi a creare durante i mesi di conoscenza tra i diversi partner europei, come si evince dagli esiti dei questionari di valutazione somministrati tramite Google Forms al termine del progetto, quale valore aggiunto dell'esperienza formativa. ‘Eat good, feel good’ ha valorizzato le abilità, le conoscenze e le competenze acquisite di tutti gli studenti, e nel contempo ha permesso una maggiore vicinanza e conoscenza dei nostri vicini europei in un modo divertente e consapevole. Il progetto si è evoluto nell’arco dei mesi e ha dato vita a numerosi spunti sia da parte dei docenti sia da parte degli alunni coinvolti, in un contesto creativo e dinamico. La fattiva partecipazione degli studenti e l’entusiasmo e la collaborazione dei partner sono indicatori della buona riuscita del progetto, oltre a rappresentare un esempio di didattica da perseguire per il prossimo futuro, all’insegna del benessere a scuola.

«Gli scambi internazionali sono uno dei punti qualificanti della nostra scuola - afferma la dirigente, prof.ssa Laura D’Ignazi - Ne abbiamo svolti durante tutto l’anno, con la partecipazione degli studenti di vari indirizzi e plessi scolastici. Queste esperienze arricchiscono moltissimo i ragazzi».



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2024 alle 19:11 sul giornale del 29 maggio 2024 - 180 letture






qrcode