x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
articolo

Francavilla d'Ete: Massimo Tamanti candidato Sindaco per “Francavilla Futura”

3' di lettura
906

di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 


“Francavilla Futura” è il nome della lista per le amministrative che se la vedrà con il Sindaco uscente Nicolino Carolini candidato per il suo terzo mandato

Nella serata di domenica 26 maggio, Massimo Tamanti, cinquantacinquenne, funzionario della Regione Marche ha esordito affermando che la sua candidatura ed il suo gruppo restituiscono a Francavilla d’Ete la possibilità di scegliere.
Pare infatti che nell’ultimo decennio, per evitare il commissariamento, sia stata presentata la “lista civetta”. E’ dunque questa la prima novità per il piccolo centro fermano che ha portato in piazza davvero tanta gente.
Un interesse per la cosa pubblica che fa veramente bene alla politica in un periodo in cui sono stati toccati i livelli più bassi di partecipazione al voto.
Massimo Tamanti si occupa di lavori pubblici e lavora all'ufficio speciale per la ricostruzione post sisma 2016.
“Il mio gruppo ed io abbiamo sentito l’esigenza di farci portavoce di una necessità di cambiamento per Francavilla d'Ete che sia espressione di una nuova visione del paese; desideriamo realizzare un progetto che metta al centro le persone ed i loro bisogni. Vogliamo porre in essere interventi che abbiano come oggetto formazione, cultura e salute.”

Francavilla d’Ete, si sa, è uno dei borghi più curati del fermano.
“E’ vero - ha proseguito Tamanti - ma i giovani ed anche i meno giovani non hanno luoghi di aggregazione dove poter condividere conoscenze e progetti comuni. Noi crediamo che sia urgente rispondere a questo bisogno. Pensiamo che sia prioritario sostenere e creare strutture a sostegno delle situazioni di maggiore fragilità.
Dobbiamo, nel nostro piccolo, essere capaci di rispondere alla sfida della transizione ecologica cercando di intercettare i fondi per una riqualificazione ambientale, per la salvaguardia del territorio e per sostenere la spinta verso le energie rinnovabili.
E’ essenziale per me ed il mio gruppo dare slancio all'edilizia popolare, la cui legge prevede anche di poter fare delle riserve speciali per facilitare la permanenza delle giovani coppie. Nella nostra comunità – aggiunge - non è dato sapere da quanto tempo il comune non emette un bando per l'edilizia popolare. Purtroppo senza casa non c'è famiglia. Voler realizzare progetti importanti per far crescere e dare nuova vitalità al nostro comune non significa trascurare l’ordinaria amministrazione: penso alla sistemazione del cimitero, all’assestamento dell'asilo Sagrini che è in abbandono nonostante siano stati stanziati fondi già dal 2019 per 250 mila euro. Vogliamo - spiega il candidato Tamanti – rendere fruibile il campo di calcetto. Abbiamo l'obbligo di guardare avanti ed il futuro non deve spaventare come non deve intimorire il cambiamento. Voi – conclude - avete la facoltà con il vostro voto di scegliere in piena libertà e questo significa che non vi deve essere preclusa la possibilità di chiedere liberamente ragione dell’operato di chi vi amministra e non c’è nulla di più bello che vivere la democrazia partecipativa in un piccolo comune. Vi vogliamo protagonisti del futuro del nostro paese perché, come abbiamo scritto nel nostro programma, libertà è partecipazione.”

Successivamente, i dieci componenti della lista “Francavilla Futura” che porterebbero in Amministrazione curriculum importanti hanno esposto le ragioni delle loro candidature.
Questi i loro nomi: Cappannari Andrea, Del Gatto Entoni, Gentili Celeste, Marinangeli Simone, Mora Giordano, Nardi Emanuele, Sirocchi Anna Maria, Sollini Manila, Splendiani Giuseppina, Trapè Simone.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2024 alle 23:47 sul giornale del 28 maggio 2024 - 906 letture






qrcode