x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
comunicato stampa

Fermo: Premio violinisticio Postacchini, sabato 25 maggio al Teatro dell'Aquila il vincitore assoluto

3' di lettura
576
da Comune di Fermo
www.fermo.net

Decretati i primi vincitori, per le categorie C e D, del 31° Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini”, che si sta svolgendo da sabato scorso al Teatro dell’Aquila, a Fermo.

In attesa di scoprire i nomi dei due vincitori delle restanti categorie (A e B) che raggruppano i concorrenti più piccoli (dagli 8 al 16 anni), la giuria ha già decretato i primi vincitori di categoria che domani sera si esibiranno per il pubblico nella serata finale, in programma il 25 maggio 2024 alle ore 21.00 al Teatro dell’Aquila di Fermo, durante la quale verrà proclamato il “Vincitore Assoluto”.

Nella mattinata odierna per la categoria D, che ha visto in gara concorrenti nati dal 1992 al 2002, la vittoria è andata a Yume Zamponi, 18 anni di Lapedona, per una vittoria storica: è, infatti, la prima concorrente del Fermano ad affermarsi come vincitrice di categoria nella storia del concorso violinistico. Yume Zamponi, per altro, pur avendo l’età per concorrere nella categoria C, ha scelto di partecipare nella categoria superiore, cimentandosi con colleghi più grande di lei, come permette il regolamento.

Yume Zamponi si è aggiudicata anche il premio speciale assegnato al miglior concorrente italiano classificato delle categorie C e D: il violino “Marino Capicchioni - Rimini 1966” (per gentile concessione del Dr. Stefano Morra - Parigi) in comodato d’uso gratuito per un intero anno dall’Atelier Lazzaro di Padova & Fine Violins Salzburg GmbH.

Prima classificata, invece, per quanto riguarda la categoria C (nati fra il 2003 ed il 2007), è la violinista lettone Ter-Sarkisova Eva, che si esibirà, insieme agli altri vincitori, domani sera al Teatro dell’Aquila.

Grande attesa per la Serata di Premiazione ed il concerto dei vincitori di sabato 25 maggio alle ore 21.00 al Teatro dell’Aquila con la conduzione dell’attore Daniele Vagnozzi. In palio un montepremi complessivo in denaro e in borse di studio da 30.000 euro. Al Vincitore Assoluto verrà consegnato il “Premio Postacchini”, un violino modello Stradivari 1725, del liutaio teramano Giacomo Nibid e l’archetto realizzato dall’archettaio di Piombino Dese (PD) Walter Barbiero.

Successo, inoltre, in questa settimana per le due serate, in collaborazione con “il Circolo di Ave”, per la rassegna Chi suona stasera? nella splendida cornice della dimora storica di Palazzo Brancadoro a Fermo, che hanno visto protagonisti i giovani violinisti del Concorso Postacchini. I concerti, a ingresso gratuito, hanno visto l’accompagnamento dei coordinatori ufficiali del concorso e della presentazione del M° Paolo Strappa.

Carichi di emozione anche gli “Incontri dei violinisti del Postacchini con le Scuole”. Il programma ha visto gli incontri mercoledì e giovedì mattina rispettivamente con gli studenti della Scuola Da Vinci - Ungaretti di Fermo, con gli studenti della Scuola Nardi di Porto San Giorgio. con quelli della Scuola Fracassetti di Capodarco e della Scuola Betti di Fermo sempre con il coordinamento del M° Paolo Strappa.

Per informazioni: www.postacchinifestival.com. Per informazioni sulla XXXI edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini”: www.stringscompetition.com.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2024 alle 19:05 sul giornale del 25 maggio 2024 - 576 letture






qrcode