x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Cambiamo Insieme: "Per lo sviluppo di Monte Urano meglio fare e sbagliare che non provarci affatto. Mostrarsi divisi, per poi tornare uniti?"

4' di lettura
444

Lista “CambiAmo Insieme” Andrea Leoni Sindaco


Un grande successo di pubblico per l’incontro di ieri sera “Monte Urano del Futuro: sviluppo economico e commerciale” svoltosi presso il circolo tennis con la partecipazione del consigliere regionale Andrea Putzu, presidente della commissione attività produttive, e del candidato sindaco di “Cambiamo Insieme” Andrea Leoni. La serata aveva come finalità la divulgazione dei finanziamenti e bandi attivi e futuri della Regione Marche rivolti ad imprese, artigiani, enti ed associazioni.

Ad aprire la serata il consigliere comunale uscente Michele Melonaro: “Negli ultimi dieci anni avevamo proposto diversi elementi per lo sviluppo delle imprese, da mettere in rete, per un progetto di marketing ma il Comune ha bloccato tutto e non ha fatto nulla. Per questo sostengo appieno la visione di Andrea Leoni, “preferisco Fare e magari sbagliare”. Negli ultimi 10 anni si è fatta ordinaria amministrazione senza far partire cantieri e ridare vitalità. In questo periodo la maggioranza ha anche espresso la Presidente della Provincia di Fermo, Monte Urano ha espresso due consiglieri comunali, uno in maggioranza e l’altro in minoranza. Nonostante questo non sono arrivate risorse, non le abbiamo affatto visto. Noi abbiamo il sostegno delle istituzioni per lo sviluppo dell’intera area, perché questo non riguarda solo Monte Urano. Serve fare rete nelle iniziative economiche e di sviluppo”.

Ad intervenire è Andrea Putzu, presidente della Commisisone Attività produttive in Regione Marche: “Un grazie ad Andrea Leoni e alla lista, che hanno voluto la mia presenza non per fare promesse ma per spiegare realmente le opportunità della regione Marche per associazioni, imprese e comune. Sono certo che il tuo modo di essere utile e disponibilità permetterà a Monte Urano di poter cambiare per la prima volta. Vedo anche avversari che temono molto la tua figura. Sentire che l’accusa maggiore che gli viene fatta è quella di risiedere a Montecosaro, mi fa stare molto tranquillo. Mentre gli altri avversari governavano insieme, per poi ritrovarsi ora divisi ma probabilmente solo di facciata, Andrea è rimasto tale e quale con le sue idee e la sua coerenza, come lo conosco da sempre grazie al suo impegno sociale e nelle associazioni. Opportunità per le attività, per il commercio e per le istituzioni ci sono e nella Regione c’è sempre un interlocutore pronto alle esigenze del territorio”.

Chiaro anche il punto di vista del candidato sindaco Andrea Leoni: “Stiamo assistendo ad una campagna elettorale in cui due liste della stessa pasta politica si scontrano o fanno finta di scontrarsi, solo per delle logiche di spartizione delle poltrone. Ricordiamo che Moira Canigola esce con una nuova sigla per dimenticare il proprio passato, dopo venti anni di amministrazione si propone di continuare per altri cinque. Oggi Claudio Moretti, dopo aver condiviso la Giunta Comunale con la stessa Canigola dal 2009 al 2014, si propone come civico che poi tanto civico non sembra e supportato da ex esponenti di spicco della maggioranza. Allora viene da pensare che sono d’accordo. Va ricordato che nell’ultimo anno proprio Moretti è stato nominato nel collegio di controllo di una società pubblica partecipata, con nomina proprio fatta dalla stessa Canigola, a conferma che sono della medesima pasta. Chiaro il fatto che queste due liste si rivolgano, evidentemente, al medesimo elettorato. Viene da pensare che siano d’accordo, comunque vada. Troviamo un esempio di questi giochi nel laboratorio politico della vicina Sant’Elpidio a Mare dove il civismo ha governato fino alla recente marcia indietro, azzerando la giunta comunale e virando a sinistra. Noi abbiamo le mani ibere per governare, questi giochi li abbiamo capiti: dopo anni di governo sono due liste della stessa pasta, noi siamo la vera alternativa. Ci proponiamo come forza moderata, di governo alternativa per questa città. Siamo liberi, non abbiamo mai governato, non abbiamo scheletri nell’armadio e non possiamo entrare nella logica delle contraddizioni. L’esempio di quello che vogliamo è questa serata, per la prima volta Monte Urano arriva un rappresentante delle istituzioni per chiarire le opportunità che ci sono per lo sviluppo e il rilancio di Monte Urano. Una filiera istituzionale che per noi è un valore aggiunto determinante”.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2024 alle 22:01 sul giornale del 24 maggio 2024 - 444 letture






qrcode