x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Fermo: Italia Incoming, il nuovo programma televisivo che promuove le Marche nascoste

3' di lettura
1016

da Silvia Cotechini


Italia incoming è un programma televisivo di Piero Evandri ideato da e realizzato dalla NAP Comunicazioni Audiovisivi. Uno spazio alla scoperta dei segreti delle Marche sui temi arte, storia, cultura, moda e enogastronomia. A sostenerlo, oltre al Comune di Fermo, il gruppo Relaxs.

Per la stagione televisiva 2023/2024 di Incoming Italia la città di Fermo ha rappresentato un vero fiore all’occhiello. “Questo è quello che serve alla nostra Fermo – dice il Sindaco Poalo Calcinaro – Un ringraziamento all’ideatore e ai creatori di questo programma che ci permette una visibilità ancora più ampia”. La città diventa ogni giorno sempre più attrattiva e il format contribuisce ad alimentare questa tendenza positiva che vede un aumento di visitatori anche da fuori provincia, grazie soprattutto all’intensa attività dei musei. “Italia incoming è un bellissimo gioco di squadra che fa riscoprire le piccole bellezze nascoste – le parole di Annalisa Cerretani, assessora al turismo – L’amore e la passione di un imprenditore chiude il cerchio di questo progetto. Anche il Comune si impegnerà per promuovere questa grande risorsa coinvolgendo le strutture ricettive o estrapolando delle pillole da usare a livello promozionale”.

L’ideatore Piero Evandri entra nel dettaglio del progetto che presto si diffonderà a livello nazionale – e chissà, forse anche internazionale – attraverso le repliche delle puntate nelle altre TV regionali. I primi passi si muoveranno nelle regioni centrali, le prime in lizza sono Umbria, Abruzzo e Molise. La stagione è partita quindi da Fermo, spiega Evandri, con la valorizzazione di luoghi d’interesse come la Biblioteca Spezioli e il borgo di Torre di Palme, e terminerà domani con la puntata finale sulle Cisterne Romane. Lo scopo principale di Evandri è quello di superare le classiche mete italiane di overtourism (Firenze, Roma, Napoli ecc.) e di concentrarsi piuttosto sulle piccole perle nascoste nel nostro territorio e sui gioielli unici in Italia – o nel mondo, come le stesse Cisterne. Spiega Evandri: “Abbiamo lavorato con uno scopo ben preciso, quello di valorizzare il territorio partendo dalle piccole realtà territoriali per esplorare quelle particolarità che gli stessi marchigiani non conoscono. Così facendo abbiamo sostenuto il territorio e il commercio locale”.

Il primo imprenditore che ha creduto nel progetto è Mauro Monaldi del gruppo Relaxs, storica azienda del fermano che vanta ben 90mila clienti: “Credo fortemente nel progetto perché ne riconosco la qualità, non si tratta di una spesa ma un investimento. Spero che altri imprenditori del territorio ci seguano in questo percorso”.

La parte più difficile secondo il regista Maurilio Sabbatucci è stata quella di racchiudere in 20 minuti il racconto del luogo scelto. Per questo motivo ogni servizio si concentra principalmente sui tre motivi più importanti per cui quel territorio merita di essere scoperto e visitato. Inoltre, tutto il progetto televisivo si avvale di sei marchi registrati a tutela di tutti i settori merceologici ed economici che concorrono alla creazione del paniere nazionale economico.

Alla parte enogastronomica pensa lo Chef Pino Rainone, che in occasione dell’Expo Milano 2015 aveva portato lo stand Marche al cluster sulla Cina. “Noi marchigiani non siamo secondi a nessuno in quanto a enogastronomia, ma la Toscana ha un marketing che ci batte su tutto. Il segreto? Camminare insieme”. Per Italia incoming lo chef va alla riscoperta delle antiche ricette delle “nostre trisnonne”, risalenti a fine ‘800 e inizio ‘900, che si possono realizzare in meno di un’ora.

Le 30 puntate della stagione sono andate in onda su TV Centro Marche sul canale 10, ma è possibile rivederle sul canale Youtube del progetto, @ITALIAincoming: https://www.youtube.com/@ITALIAincoming/videos


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2024 alle 15:37 sul giornale del 23 maggio 2024 - 1016 letture






qrcode