x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
comunicato stampa

Monterubbiano: presentato l’ultimo libro di Fabrizio Fabi dedicato a Monterubbiano

2' di lettura
302

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


Nel pieno dei festeggiamenti dello Sciò la Pica, ieri sera Fabrizio Fabi, ha presentato nella sede del Centro sociale Don Riccardo Lisi il suo ultimo libro intitolato “Monterubbiano: tra leggenda, storia e cronaca”, edito da Andrea Livi editore.

Iniziativa promossa ed organizzata dallo stesso Centro sociale con l’intento di promuovere la cultura, diffondere la storia, nonché valorizzare una figura che tanto ha dato, e continua a dare, alla comunità di Monterubbiano.

Fabi, monterubbianese, noto storico locale, è stato Dirigente scolastico e figura di spicco della vecchia DC, ricoprendo più volte, dal 1964 al 2002, il ruolo di Amministratore comunale di Monterubbiano e di Fermo e della provincia di Ascoli Piceno.

L’ennesimo lavoro dedicato alla storia della sua Monterubbiano, al quale ne seguirà un altro su cui Fabi è già al lavoro. Tra i più importanti libri su Monterubbiano si celebrano “Monterubbiano: la Sagra dei Piceni”, “Il tempo, i riti, le immagini del Cristo Morto di Monterubbiano” e “Le Feste di Pentecoste a Monterubbiano. Sciò la Pica”.

Nel corso della serata Fabi ha illustrato con passione un libro che parla di Monterubbiano attraverso le leggende, la storia autentica, basata sui fatti veri documentati, e la cronaca, ovvero i racconti ed i commenti che ne discendono.

Dal mito del Picchio, o dello “Sciò la pica”, alla leggenda della “streppa di Giuda”; dai rapporti con la vicina Fermo, alla costruzione di Moresco e la realtà del ghetto ebraico.

Moderatore della serata il giornalista Maurizio Blasi con la partecipazione di altri due importanti storici del fermano, e non solo: Luigi Rossi e Carlo Verducci. Rossi ha ricordato l'importanza di non confondere la storia con la “favola”, ripercorrendo le principali tappe della storia monterubbianese a partire dall’anno 1000 e dalle fonti storiche certe. Verducci ha sottolineato l’importanza della figura di Fabi, non solo come storico ma anche per ciò che ha apportato al mondo sociale e politico, nonché la sua estrema capacità di esprimersi e di comunicare attraverso un libro che è espressione della sua anima.

Ultimo intervento della serata, quello dell’editore Andrea Livi, da sempre promotore della storia locale, che si è detto particolarmente legato a Monterubbiano di cui ogni sera ne ammira il tramonto e la straordinaria bellezza delle sue mura.

Presenti i consiglieri comunali Albanesi e Pistolesi che hanno espresso gratitudine, insieme ai numerosi intervenuti



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2024 alle 18:57 sul giornale del 21 maggio 2024 - 302 letture


Redazione VivereFermo




qrcode