x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
articolo

Altidona: alla Malibran il recital del giovane violinista Paride Losacco

3' di lettura
172

di Luigi De Signoribus

fermo@vivere.it


Per la categoria musica classica, appuntamento a domenica 26 maggio ore 17.30 presso la Sala Colonna dell'accademia altidonese. Protagonista della serata un giovane musicista di grande talento.

Vincitore della borsa di studio “Giacomo Nicolai” per il 2024, premio in denaro che ogni anno l'avvocato Erminia Fidanza e il Signor Stefano Nicolai di Fermo, sostenitori delle attività destinate ai giovani talenti della Malibran, annualmente donano in memoria del loro caro figlio Giacomo, prematuramente scomparso, Paride Losacco proporrà un programma diviso in due parti: la prima esplora il repertorio per violino solo, attraverso tre stili e tre autori, tanto diversi quanto iconici, ovvero il barocco della celebre Ciaccona dalla Partita n. 2 di Johann Sebastian Bach, il virtuosismo romantico dei Capricci di Paganini (nn. 1 e 2) e il virtuosismo trascendentale della Sonata n. 6 (1923) di Eugène Ysaÿe, dedicata a Manuel Quiroga e scritta nello stile dell’Habanera spagnola, con una sezione centrale resa turbolenta dalla presenza di cromatismi e passaggi di scale. Nella seconda parte si ascolterà la più lirica delle Sonate di Brahms per violino e pianoforte, la Sonata n. 2 in la maggiore, detta anche la “Thun Sonata” in omaggio alla località svizzera nella quale Brahms la compose nell’estate del 1886. Ad accompagnare Losacco il pianoforte di Fiorella Sassanelli.

“Losacco è un giovane musicista di straordinario talento, di cui sicuramente sentiremo parlare in futuro”: le prime parole della direttrice artistica della Malibran Rossella Marcantoni. Diciotto anni, il giovane violinista, originario di Bari, è stato avviato alla musica da giovanissimo e ha tenuto il suo primo recital a dieci anni. Affermatosi in diversi concorsi nazionali e internazionali (Leonid Kogan a Bruxelles, Euterpe, Narni, Città di Barletta, Esperia, Wanda Landowska, International Concerto Competition, Concorso Scimone), lo scorso dicembre ha vinto il Premio delle Arti di Violino tenutosi al Conservatorio di Bologna. Al repertorio tradizionale alterna pagine di autori contemporanei e del Novecento. La sua versatilità gli è valsa la vittoria unanime della terza edizione (2022) del Premio “Riccardo Cerocchi” a Sermoneta, dove gli è stata assegnata anche la Borsa “Goffredo Petrassi”. Ha debuttato ai festival “Pontino” di Sermoneta e “Nuova Consonanza” di Roma. Lo scorso giugno ha debuttato come solista con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli. Per l’etichetta Digressione ha inciso Otto lamenti (2019) per violino solo di Benedetto Boccuzzi. Frequenta l’ultimo anno del liceo classico. Dal 2021 si perfeziona con Yair Kless. Nel 2023 conquistato all'unanimità della giuria il prestigioso Premio Nazionale delle Arti nella sezione di violino, indetto dal Ministero dell'Università e della Ricerca e giunto alla 17ª edizione.

Siamo entusiasti - continua Marcantoni - di assistere al concerto di Paride Losacco e di poter ammirare il suo straordinario talento musicale: Siamo certi che donerà al pubblico emozioni uniche. A nome dell'Accademia Malibran desideriamo ringraziare l'avv. Erminia Fidanza di Fermo e il Signor Stefano Nicolai per il loro generoso sostegno”. Da anni, infatti, il premio è rivolto ai giovani interpreti, i quali, grazie a questa donazione, possono dimostrare le loro eccellenti qualità tecniche e interpretative, oltre ad un repertorio consolidato, iniziando così una loro carriera nel mondo della musica. Una seconda borsa di studio verrà assegnata, nel corso della serata, anche al pianista Edoardo Riganti Fulginei, proveniente dal Conservatorio Morlacchi di Perugia.

Altro partner della Malibran per la realizzazione di questo concerto e di tutti gli altri i cui protagonisti sono i giovani interpreti è ADMO MARCHE – Colline Fermane, associazione che promuove un progetto finalizzato a sensibilizzare i giovani tra i 18 e i 35 anni sull'importanza della donazione di midollo osseo. Dopo il concerto, in Sala Malibran, seguirà un brindisi in onore della musica insieme agli artisti e ai sapori tipici della terra di marca.




Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2024 alle 10:05 sul giornale del 21 maggio 2024 - 172 letture






qrcode