x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana, ad Alessandria penultimo (o quartultimo) scoglio prima della salvezza

6' di lettura
1024

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Dopo aver abbandonato l'ultimo posto, da questa settimana la Fermana ha conquistato i playout, la posizione però va mantenuta nei prossimi 180' di campionato, per poter giocare i successivi 180' del doppio spareggio salvezza.

Penultima di campionato di serie C, la Fermana gioca domenica (ore 16.30) al "Giuseppe Moccagatta" di Alessandria (una delle trasferte più lunghe) terreno di casa della Juventus Next Generation che, dopo aver conquistato matematicamente i playoff grazie alla vittoria a Pineto, punta a consolidare la propria posizione, attualmente insidiata da Pontedera, Arezzo e Rimini; per questo motivo quella di domani sarà una partita dall'andamento e risultato affatto scontati, i ragazzotti allenati da Massimo Brambilla (tranne quattro, tutti nati dopo il 2000) vogliono chiudere in bellezza le loro partite casalinghe.

Nelle ultime dieci partite interne i bianconeri hanno perso solo col Cesena, ne hanno pareggiate 5 e vinte 4; nelle ultime dieci partite in totale (interne ed esterne) Juve NG e Fermana hanno conquistato rispettivamente 15 e 14 punti, in conclusione due squadre in ottima forma e in crescendo. Domenica scorsa il rigore sbagliato a pochi minuti al termine avrebbe abbattuto anche un toro, non la Fermana di Mosconi che è più viva che mai e ha avuto subito dopo due occasoni, di cui la seconda andata a segno con Giovinco-Niang.
La Juve NG è una delle poche squadre battute a Fermo (all'andata, in rimonta, 2-1), prima di lei al “Recchioni” capitolò solo il Pontedera, poi le due recenti vittorie contro Rimini e Lucchese.
Il nuovo allenatore della Fermana Andrea Mosconi in sei partite ha conquistato ben 11 punti, con la media di 1,83 punti a partita (Protti e Bruniera non avevano superato la media 0,7); lo scorso anno (salvezza anticipata senza playout) Protti ha conquistato la media totale di 1,16 punti a partita.


Dopo tre vittorie consecutive e la sconfitta della Recanatese a Cesena lunedì scorso, la Fermana è salita finalmente a meno di 8 punti (esattamente a 7) dalla quintultima, che adesso è l'Ancona. Con questo distacco, o anche minore, dalla quintultima i gialloblù possono diputare il doppio spareggio salvezza ma è necessario mantenere questa posizione dopo le due prossime partite, quella di domani ad Alessandria (ore 16.30) contro la Juventus NG e quella della successiva domenica in casa contro il Pescara, ultima del campionato regolare.
Se i canarini vincessero entrambe le partite non dovrebbero guardare il risultato degli altri, ma quattro o cinque vittorie consecutive in serie C la Fermana non le ha mai fatte (al massimo tre l'anno scorso, poi andando a ritroso sempre tre nel 2018-19 quando ad ottobre fu per una settimana capolista, all'inizio del primo anno di questa serie C 2017/18; poi è necessario arrivare indietro fino al 1999 in C1). Per trovare quattro o più vittorie consecutive occorre andare indietro agli ultimi due anni di serie D.
L'Ancona domani gioca a Pescara un derby difficile non solo per la classifica ma anche per la rivalità; la Recanatese gioca in casa contro il Gubbio il cui quinto posto è insidiato da ben quattro avversarie; la Vis Pesaro gioca in casa del Sestri Levante che ha bisogno di una vittoria per chiudere il discorso salvezza domani.
Può capitare che un pareggio ad Alessandria alla Fermana potrebbe andar bene per mantenere la distanza dalla quintultima o addirittura accorciare.
Finalmente (un po' troppo tardi…) tutte le partite si giocano in contemporanea, quindi l'unica certezza è che domani alle 18.20 si saprà qual'è la classifica a 90' dal termine.

SITUAZIONE SQUADRA
Per Alessandria mister Mosconi recupera quasi tutti perché anche Eleuteri, che domenica scorsa è rimasto in panchina, può giocare almeno uno spezzone di partita; non c'è Santi per una contusione subita durante l'ultimo match con la Lucchese, ma dietro ci sono Spedalieri, Fort e Heinz che danno tutte le garanzie. Restano fuori soltanto Fontana, che tre mesi fa ha subito uno strappo, Petrelli e Semprini. Le soluzioni quindi non mancheranno, per i ballottaggi Mosconi sceglierà chi sta più in forma (vedi ad esempio Paponi e Giovinco domenica scorsa) e sicuramente confermerà il modulo 3-5-2 che sta funzionando bene.
Mister Brambilla (Juve) avrà a disposizione quasi l'intera rosa tranne un paio di defezioni.

MOSCONI: "CI ALLENIAMO NON PER GIOCARE MA PER VINCERE. LA VITTORIA UNICA NOSTRA VIA D'USCITA"
Questo il pensiero di Andrea Mosconi alla vigilia del match di domani.
“Il clima che stiamo vivendo è quello delle settimane precedenti. Tanto per noi ogni partita è una gara spartiacque, una finale. Sappiamo che non dobbiamo sbagliare atteggiamento, è assolutamente una questione di testa, che deve essere libera, la differenza è tutta in questo, pensare in maniera positiva; dipende da noi, cosa ci andiamo a creare noi. Pensare sempre positivo davanti ad ogni ostacolo. Questo gruppo sta lavorando bene sotto ogni punto di vista ma non abbiamo ancora fatto nulla; non bisogna mollare di un millimetro, andando anche oltre noi stessi".
“La Juventus Nex Gen? Una squadra forte e il cammino che hanno fatto lo dimostra; sono giovani di grandissima prospettiva con un grande potenziale ma noi dobbiamo guardare noi stessi; sappiamo di avere una città alle spalle e dobbiamo onorare la maglia fino alla fine; dipende tutto dalla voglia e dalle scelte nostre, senza guardare e senza sentire nulla, dobbiamo isolarci da tutto e da tutti, pensando unicamente alla prestazione. C'è differenza tra allenarsi per giocare la domenica e per vincere la domenica: noi ci alleniamo per vincere. Sono due mondi diversi e noi abbiamo solo la vittoria come via di uscita”.
“Vogliamo essere vivi e dobbiamo dimostrarlo. Domenica scorsa è stata la dimostrazione dopo il rigore sbagliato, non ci siamo disuniti, nessuno si è abbattuto e ci siamo rimessi li a cercare il gol. Per abbattersi o per piangere c'è tempo, ora è tempo di crederci e superare i limiti. E farlo tutti insieme, domenica si è visto perchè il gol è stato fatto tutti insieme, lo volevano tutti coloro che erano allo stadio. E' stata una spinta incessante, i tifosi anche dopo il gol hanno spinto ancora di più, pensavano tutti in modo positivo. Tutto questo è determinante per noi”.

I 24 CONVOCATI DI MISTER ANDREA MOSCONI
PORTIERI: Borghetto, Cicero, Furlanetto;
DIFENSORI: Carosso, De Santis, Eleuteri, Fort, Heinz, Locanto, Pistolesi, Spedalieri;
CENTROCAMPISTI: Bonfigli, Giandonato, Gianelli, Malaccari, Misuraca, Niang, Scorza;
ATTACCANTI: Condello, Giovinco, Marcandella, Paponi, Petrungaro, Sorrentino.

SQUADRA ARBITRALE
Dirige Enrico Gigliotti di Cosenza. Tre i precedenti con i gialloblù: nel 2021-2022 Fermana-Vis Pesaro 1-1 (gol di Alagna), nel 2022-2023 Carrarese-Fermana 2-0 e in questa stagione Fermana-Spal 1-1 (autorete per i gialloblù). Sarà coadiuvato da Veronica Martinelli di Seregno e Manfredi Scribani di Agrigento; quarto ufficiale Benito Saccà di Messina.

I PRECEDENTI
Con la Juve NG quello di quest'anno è l'unico incontro nella storia della prima squadra. Per trovare incroci tra la Fermana e una formazione giovanile della Juventus occorre andare ai campionati Primavera e Berretti di una ventina di anni fa. Naturalmente mai incontrata la prima squadra bianconera. Almeno per ora…


ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/04/15/fermana-coraggiosa-vince-in-rimonta-al-94-e-adesso-rivede-la-c/258333/

https://www.viverefermo.it/2024/04/14/fermana-con-la-lucchese-duro-banco-di-prova-per-la-salvezza/257993/

https://www.viverefermo.it/2024/04/08/la-fermana-espugna-sassari-1-2-non-pi-ultima-e-sfiora-i-playout/253976/

https://www.viverefermo.it/2024/04/07/fermana-per-sperare-ancora-a-sassari-serve-la-prima-di-quattro-imprese/253423/

https://www.viverefermo.it/2024/03/29/la-fermana-resuscita-battendo-il-rimini-3-2-e-torna-a-sperare/249565/

https://www.viverefermo.it/2024/03/18/fermana-il-cuore-non-basta-col-sestri-altro-inutile-1-1/242625/

https://www.viverefermo.it/2024/03/11/fermana-la-vittoria-resta-unillusione-il-pari-1-1-serve-a-poco/238392/

https://www.viverefermo.it/2024/03/10/la-fermana-cerca-di-non-affondare-aggrappandosi-ad-un-mosconi/237826/

https://www.viverefermo.it/2024/03/07/fermana-adesso-lesonero-di-protti-ufficiale/235888/

https://www.viverefermo.it/2023/12/17/fermana-eroica-rimonta-sulla-juve-ng-torna-alla-vittoria-2-1-sperando-nel-miracolo/226529/



Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2024 alle 11:20 sul giornale del 21 aprile 2024 - 1024 letture


Paolo Bartolomei




qrcode