x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana coraggiosa vince in rimonta al 94' e adesso rivede la C

6' di lettura
1726

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - I gialloblù pareggiano in rimonta contro la Lucchese con un eurogol di Paponi, poi sprecano occasioni come un rigore di Giovinco, e a 1' dal termine del recupero il centro di Niang (2-1) che fa esplodere un "Recchioni" già bollente. I playout non sono più un sogno.

Terza vittoria consecutiva per i canarini e secondo centro consecutivo personale per Paponi. Il nuovo allenatore della Fermana Andrea Mosconi ha conquistato 11 punti in sei partite con una media da alta classifica.

Ha vinto la Fermana con pieno merito perché ha cercato la vittoria fino alla fine, come dimostra l'ultimo tentativo nei minuti finali di recupero, pur tra tanti errori e limiti già conosciuti, ma oggi aveva difronte una squadra che punta ai playoff e che ha in squadra alcuni giocatori di categoria superiore.
Con la Lucchese era un banco di prova importante perché i rossoneri non avrebbero, e di fatto non hanno, sottovalutato i gialloblù come è capitato a Rimini e Torres, esame che gli uomini di Mosconi hanno superato, per un pelo, ma ce l'hanno fatta; ora sono pronti ad affrontare le altre sfide che li dividono dalla salvezza, due in campionato e, se non ci sono imprevisti, anche i due playout.
Attesa per i risultati di Ancona e Vis Pesaro (giocano oggi, la prima nel pomeriggio la seconda di sera) e della Recanatese (domani sera a Cesena), anche se reputiamo inammissibile che a tre giornate al termine le gare non si giochino in contemporanea, dando più importanza alle esigenze televisive che non alla regolarità del campionato.
Sono soprattutto i dorici e i leopardiani ad interessare i gialloblù perché se non dovessero conquistare nel turno odierno tre punti, i canarini avranno recuperato due o tre lunghezze dalle due avversarie che nelle ultime settimane hanno occupato la quintultima posizione, dalla quale - lo ricordiamo fino alla noia - la Fermana tra due partite deve terminare a massimo 8 punti di distanza per poter disputare il doppio spareggio salvezza.
Ora mancano due turni alla fine del campionato, i canarini domenica prossina andranno ad Alessandria, terreno di gioco della Juventus NG, poi chiuderanno la domenica successiva a Fermo col Pescara.

LA PARTITA
In difesa il rientrante (dalla squalifica) Santi e Heinz vengono preferiti a far compagnia a Fort e Spedalieri parte dalla panca; centrocampo e attacco tipici delle ultime partite col rientro di tutti, Eleteri e Giovinco partono dalla panca; a quest'ultimo Mosconi preferisce Paponi e avrà ragione perché regalerà l'eurogol del pareggio.

CRONACA
Dopo un minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime del gravissimo incidente nella centrale idroelettrica in Emilia (anche i 55 tifosi della Lucchese espongono uno striscione contro le morti sul lavoro), si inizia.
Primo quarto d'ora in cui la Fermana aveva provato ad impostare verticalmente, la Lucchese al secondo affondo in ripartenza passa. Azione partita dagli eccellenti piedi di Gucher, regista e baricentro del gioco rossonero, che lancia Tumbarello, dal fondo cross di Disanto che trova Yeboah bravo a districarsi in uno spazio stretto: 0-1. Sesto centro in campionato per il giovane centravanti ghanese della Lucchese, scuola Verona.
Palla al centro e immediata la reazione della Fermana che con un'azione continuata impegna due volte il portiere Chiorra e infine conquista un calcio d'angolo. È solo questione di due minuti e da una palla recuperata a centrocampo Paponi (che da quando arrivò a Fermo sembra aver perso qualche chilo di troppo…) si invola da solo, arriva al limite dell'area e finalmente si ricorda di aver giocato in serie A, fa partire un tiro potente e preciso, con cui realizza un gran gol: il missile terra-aria si infila direttamente all'incrocio dei pali dove Chiorra non può arrivare, è 1-1.
I due gol svegliano la Fermana che accelera il ritmo, si arriva al 40', perfetto cross di Malaccari da destra a tagliare tutta l'area dal fondo, dalla parte opposta Carosso mentre salta per colpire di testa, ultimo uomo davanti al portiere, viene spinto vistosamente, solo per l'arbitro Caldera non è rigore. Alle occasioni non concesse dalla terna (compreso un paio di abbagli dell'assistete n.1 Biffi) si sommano quelle sprecate dai gialloblù perché poco dopo Scorza in area piccola, dopo una torre di Paponi (punizione di Giandonato), temporeggia troppo per tirare pur avendone l'occasione.

La ripresa comincia con una bella occasione per Paponi, chiuso al momento della conclusione, bel cross da sinistra di Petrungaro entrato al posto di Santi infortunato, con l'abbassamento di Carosso in difesa. Al 20' altra occasione per la Fermana con Sorrentino, servito da Scorza, che spara alto da posizione defilata. Mosconi fa tutte le altre sostituzioni richiamando opportunamente tutti i giocatori chiaramente stanchi, tra i nuovi entrati si riveleranno determinanrti Giovinco e Niang.
A 5' dalla fine la Fermana spreca un'occasione gigante con Giovinco che tira male un rigore e se lo fa respingere con i piedi da Chiorra (immagine in basso), il fallo era stato sullo stesso giocatore; poco dopo gol gialloblù annullato per fuorigioco. Sul gong del tempo regolamentare gran girata al volo di Petrungaro su cross di Niang, alta di poco.
Quando sembrava acquisito l'1-1, al 49' su ottimo lancio di Giovinco (che così si riscatta del rigore) Niang si invola da solo, supera il portiere in uscita mettendo dentro e lo stadio esplode in un delirio da vittoria di campionato: “Rimprendiamola la serie C” cantano i tifosi (foto in basso dopo il gol).


FERMANA (3-5-2) Borghetto; Heinz, Fort, Santi (6’ st Petrungaro); Malaccari (25’ st Pistolesi), Scorza, Giandonato (25’ st Niang),Misuraca, Carosso (39’ st Spedalieri); Sorrentino, Paponi (25’ st Giovinco). A disposizione: Furlanetto, Cicero, Eleuteri, Bonfigli, Condello, Marcandella, Gianelli, De Santis, Locanto, Semprini. Allenatore: Andrea Mosconi

LUCCHESE (3-4-3) Chiorra;Tiritiello, Benassai, Sabbione; Quirini (43’ st Fazzi); Tumbarello (21’ st Astrologo), Gucher, Visconti; Disanto (25’ st Magnaghi), Yeboah (43’ st Fedato), Rizzo Pinna (43’ st Russo). A disposizione: Coletta, Berti, Alagna, Perotta, Toma, Djibril, Ndiaye. Allenatore: Giorgio Gorgone

ARBITRO Mattia Caldera di Como (Simone Biffi di Treviglio, Federico Fratello di Latina, Cataldo Zito di Rossano Calabro)

RETI: 16’ pt Yeboah, 19’ pt Paponi, 49’ st Niang

NOTE: Ammoniti: 41’ pt Rizzo Pinna, 43 pt Heinz, 19’ st Tumbarello; angoli 7-1; recupero 3+6; spettatori totali 1570 di cui 754 abbonati e 55 in curva ospiti; incasso totale 7674,78 euro (rateo abbonati 3623,28 euro).

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/04/14/fermana-con-la-lucchese-duro-banco-di-prova-per-la-salvezza/257993/

https://www.viverefermo.it/2024/04/08/la-fermana-espugna-sassari-1-2-non-pi-ultima-e-sfiora-i-playout/253976/

https://www.viverefermo.it/2024/04/07/fermana-per-sperare-ancora-a-sassari-serve-la-prima-di-quattro-imprese/253423/

https://www.viverefermo.it/2024/03/29/la-fermana-resuscita-battendo-il-rimini-3-2-e-torna-a-sperare/249565/

https://www.viverefermo.it/2024/03/18/fermana-il-cuore-non-basta-col-sestri-altro-inutile-1-1/242625/

https://www.viverefermo.it/2024/03/11/fermana-la-vittoria-resta-unillusione-il-pari-1-1-serve-a-poco/238392/

https://www.viverefermo.it/2024/03/10/la-fermana-cerca-di-non-affondare-aggrappandosi-ad-un-mosconi/237826/

https://www.viverefermo.it/2024/03/07/fermana-adesso-lesonero-di-protti-ufficiale/235888/





Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2024 alle 15:14 sul giornale del 15 aprile 2024 - 1726 letture


Paolo Bartolomei




qrcode