x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

L'uomo sospettato dell'omicidio di Auriane Nathalie Laisne ha 21 anni ed è vissuto a Fermo.

2' di lettura
462

di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 


Si chiama Teima Sohaib ed è fortemente indiziato di omicidio premeditato ed aggravato

Il ragazzo, che ha tre passaporti (Italiano, egiziano e marocchino), ha frequentato l'Istituto Professionale e si è poi trasferito in Francia per frequentare la facoltà di odontoiatria a Grenoble.
Come si ricorderà, la ragazza uccisa, Auriane Nathalie Laisne viveva a Saint-Priest cittadina dell'area metropolitana di Lione ed è stata trovata morta venerdì scorso nell'ex cappella della frazione Equilivaz, sopra La Salle in Valle d'Aosta.
È lì che Auriane è stata uccisa con coltellate al collo e all’addome «probabilmente» all’interno della chiesetta; per l’omicidio, mercoledì sera, la gendarmerie ha fermato Teima Sohaib, che finora è l’unico sospettato e su cui gravano pesanti indizi.
I due erano stati fermati il 25 marzo scorso al traforo del Monte Bianco per un controllo di routine ma in quella circostanza non era emersa nessuna “interdizione” da parte del giudice che invece aveva imposto al ragazzo il divieto di avvicinarsi a lei dal gennaio scorso a seguito di atti di violenza domestica.
Risale infatti a qualche mese fa la denuncia per maltrattamenti di Auriane nei confronti di Teima Sohaib.
Disperazione da parte della mamma del ragazzo che aveva ospitato i due non molto tempo fa a Fermo per diversi mesi.
Dal racconto della mamma di Teima Sohaib esce il ritratto di un figlio che sin dai primi anni della scuola non ha mai dato problemi di alcun tipo; tutt’altro che litigioso, buono e tranquillo.
Purtroppo, però, da quanto è emerso dalle prime dichiarazione del procuratore capo di Aosta si tratterebbe di un classico femminicidio determinato da un movente di possesso e di annullamento della volontà della vittima.
Auriane Nathalie Laisne, aveva 22 anni e chi l’ha incontrata negli ultimi giorni della sua vita l’ha descritta come «molto bella, ma sofferente e smagrita», vestita di nero forse con il triste presagio della sua fine.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2024 alle 17:01 sul giornale del 13 aprile 2024 - 462 letture






qrcode