x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Fermo: Massimiliano Gallo e Fabrizia Sacchi protagonisti di “Amanti” al Teatro dell'Aquila

2' di lettura
352

da Amat Marche
www.amatmarche.net


Massimiliano Gallo e Fabrizia Sacchi sono protagonisti di “Amanti” commedia di Ivan Cotroneo in scena martedì 16 aprile al Teatro La Nuova Fenice di Osimo, mercoledì 17 e giovedì 18 aprile al Teatro dell’Aquila di Fermo, da venerdì 19 a domenica 21 aprile al Teatro della Fortuna di Fano e lunedì 22 aprile al Feronia di San Severino Marche, ultimo appuntamento dei cartelloni in abbonamento promossi dai rispettivi Comuni e AMAT con il contributo di MiC e Regione Marche.

“Amanti” segue la storia fra Giulio e Claudia fra settembre a giugno, intervallando i loro incontri con i dialoghi che ciascuno di due ha con l’analista dottor Cioffi, il quale, ovviamente, non sa che i suoi due problematici pazienti hanno una relazione tra di loro. Una progressione temporale fatta di equivoci, bugie, prudenza, e di guai evitati per miracolo che si risolve quando l’amore e un evento inaspettato si mettono di mezzo, e stravolgono tutti gli equilibri. «I temi di “Amanti” – dice Cotroneo – mi appartengono da sempre. Nei miei romanzi, nei film, nelle serie televisive che ho scritto e diretto, il confronto tra il maschile e il femminile, la rottura degli stereotipi di genere, la prepotente forza del sesso e quella ancora più devastante dell’amore, hanno sempre avuto grande spazio, nel tentativo continuo di raccontare l’evoluzione della società e del costume attraverso le relazioni amorose. In questa commedia questi temi prendono forma in un racconto moderno ed estremamente divertente, ma anche pieno di tenerezza e verità, come sempre succede nella commedia della vita». In “Amanti”, diretto dallo stesso Cotroneo e prodotto da Diana Or.I.S., con Gallo e Sacchi recitano Orsetta De Rossi, Diego D'Elia e Eleonora Russo. Le scene sono di Monica Sironi, i costumi di Alberto Moretti, le luci di Gianfilippo Corticelli.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2024 alle 21:08 sul giornale del 13 aprile 2024 - 352 letture






qrcode