x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Porto Sant'Elpidio: il sindaco Massimiliano Ciarpella parla delle problematiche legate alla sicurezza

2' di lettura
148

Il Sindaco Avv. Massimiliano Ciarpella


È spiacevole tornare su un tema serio come quello della sicurezza, che viene regolarmente banalizzato da chi siede nei banchi di minoranza. Sembra quasi che nella nostra città ci sia una nutrita tifoseria che attende speranzosa un furto o un episodio violento per puntare il dito contro l’Amministrazione comunale, rigorosamente senza prospettare lo straccio di una soluzione. Non c’è dubbio che il tema sicurezza sia stato tra gli argomenti portanti del nostro programma e della campagna elettorale di un anno fa. È altrettanto oggettivo che tutte le azioni prospettate le stiamo portando avanti. Penso al potenziamento della polizia locale, con due agenti stagionali prorogati fino a fine anno, poi fino ad agosto 2024. Agli investimenti effettuati e programmati per potenziare la videosorveglianza ed introdurre altre telecamere nel territorio comunale, l’ultimo dei quali deliberato in giunta pochi giorni fa con la previsione di installare ulteriori 13 telecamere. Al protocollo sottoscritto in Prefettura per il Controllo del vicinato. Al confronto in itinere per promuovere iniziative di collaborazione pubblico privata per la vigilanza. Ai numerosi interventi di decoro urbano e potenziamento della pubblica illuminazione, anch’essi utili a garantire luoghi condivisi più sicuri. Penso in ultimo alla tanto vituperata Consulta comunale sulla sicurezza e la legalità. Sarebbe risibile pensare che questo organismo possa risolvere ogni problema. È uno dei tanti strumenti utili a migliorare la situazione, a monitorare ed intercettare le criticità, a confrontarsi con vari attori, dai quartieri, alla scuola, alle categorie, per individuare le azioni più efficaci da mettere in campo. È ingeneroso parlare di escamotage per dare qualche riconoscimento, trattandosi di un organo non retribuito, in cui cittadini e rappresentanti di diverse realtà si sono messi a disposizione per dare il proprio contributo. Certo, tutto questo non basta: d’altronde, se qualcuno pensa che una città costiera di oltre 26mila abitanti, con centinaia di attività commerciali e numerose strutture ricettive, possa eradicare completamente ogni reato, non sarà mai soddisfatto. Il Pd definisce la consulta “uno specchietto per le allodole per bypassare strumenti più efficaci”. Chiedo a questo punto se tra questi ci sia la costituzione di una Compagnia dei carabinieri a Porto Sant’Elpidio. A mio avviso si tratterebbe di un preziosissimo strumento per intensificare la presenza delle forze dell’ordine in tutta la fascia costiera della nostra provincia. Eppure il più tenace oppositore di questa soluzione è proprio il consigliere regionale Fabrizio Cesetti e tutto il Pd regionale. Mi piacerebbe sapere se il Pd di Porto Sant’Elpidio la pensa come loro.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2024 alle 19:22 sul giornale del 29 marzo 2024 - 148 letture






qrcode