x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
articolo

Sant’Elpidio a Mare: Tennacola, il PD chiede al sindaco chiarezza sulla nuova sede

2' di lettura
196

da Roberta Ripa


Il gruppo consiliare PD-Noi Insieme denuncia l’atteggiamento poco trasparente tenuto dal Sindaco in merito alla nuova sede del Tennacola, prevista in zona Brancadoro ma che potrebbe essere invece realizzata addirittura in altri Comuni, nonostante i costi già sostenuti.


Esprimono perplessità - ma anche sdegno - il Gruppo consiliare PD-Noi Insieme e la Segreteria dell’Unione Comunale PD in merito agli ultimi sviluppi della vicenda Tennacola, per cui è prevista la costruzione della nuova sede in zona Brancadoro, nel territorio di Sant’Elpidio a Mare. Costruzione che, però, nonostante le ingenti somme già investite per l’acquisto dell’area, la progettazione e per i lavori di fondazione, sembra vivere una fase di stallo. “Veniamo a conoscenza da altri Comuni, che, nei prossimi giorni, si discuterà, in una assemblea dei Sindaci, se bloccare definitivamente la costruzione della nuova sede del Tennacola in zona Brancadoro e spostarla in altra sede (si vocifera a Rapagnano, in alcuni capannoni sfitti) oppure se proseguire con i lavori già iniziati, riducendo considerevolmente il progetto”, denunciano i dem attraverso la Segretaria del circolo comunale, Loredana Marziali; “lavori che, da quello che siamo venuti a sapere, risultano bloccati dal nuovo Consiglio di Amministrazione da mesi”. Se davvero si optasse per spostare la sede da Sant’Elpidio a Mare, “oltre a esserci i presupposti per aprire un contenzioso con la ditta aggiudicataria dell’appalto”, continua il PD, “Sant’Elpidio a Mare perderebbe la storica sede dell’ente, che oltretutto ora è in una posizione baricentrica rispetto anche ai Comuni del maceratese che serve”.

Quel che lascia più stupito il gruppo PD-Noi Insieme, tuttavia, è l’atteggiamento assunto, in questa situazione, dal sindaco Pignotti. “Riteniamo grave che non abbia ritenuto opportuno di dover informare il Consiglio, massimo organo rappresentativo della Città, come se l’argomento non importasse né al Consiglio, né alla Città stessa”, affermano; “chiediamo pertanto un’informativa urgente sulla questione, nonché un chiarimento su quale sia la posizione che il Sindaco porterà in quella assemblea”, concludono i dem, rivolgendosi direttamente al Primo Cittadino.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2024 alle 15:22 sul giornale del 27 marzo 2024 - 196 letture


Roberta Ripa




qrcode