x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

FIAB dal Chienti all’Ete per inaugurare il nuovo ponte

4' di lettura
392

da FIAB Marche


La FIAB pedala da Civitanova a Porto San Giorgio per unire, idealmente, il ponte mancante sul fiume Chienti con quello completato sull’Ete.

Che sia di buon auspicio! Un progetto del 2021, quello portato a termine e completato a Porto San Giorgio, nonostante le tante traversie, ed ora Porto San Giorgio è collegata anche a sud con la Ciclovia Adriatica, verso San Benedetto del Tronto e l’Abruzzo con il ponte ciclopedonale inaugurato sabato scorso sul fiume Ete vivo alla presenza dei due Sindaci ed il Presidente Acquaroli. Fermo al palo, invece, l’analogo progetto, avviato nel 2019, per il ponte sul fiume Chienti che consentirebbe anche a Civitanova Marche di avere il proprio collegamento ciclo-pedonale per raccordarsi con la Ciclovia Adriatica, almeno verso sud. Considerando che anche a nord di Civitanova è tutto fermo, senza alcun finanziamento all’orizzonte, e con una triste transenna di plastica arancione a fine ciclabile sul torrente Caronte si chiude ogni speranza di raggiungere il Conero, eccellenza turistica della nostra regione, rischiando di rimanere ancora a lungo completamente isolati dal resto della Ciclovia Adriatica. Sabato scorso un piccolo gruppo di soci FIAB ha pedalato per unire idealmente i due punti. Partiti dal Varco sul mare, transitando a lato della tanto richiesta e mai realizzata strada scolastica della scuola Silvio Zavatti, di fronte all’ex-Mattatoio di cui giace nei cassetti comunali il progetto della Ciclo-Stazione, si sono fermati per una foto sulla sponda sud del fiume Chienti dove il Comune di Porto Sant’Elpidio, con buona volontà, ha già completato tutto il percorso ciclabile per il futuro ponte. Ma lungo il Chienti, su entrambe le sponde, si è dovuto constatare che non solo non c’è traccia dei lavori in corso ma manca persino il cartello di cantiere. Bellissima, invece, da lì in poi la pedalata verso sud che, su un’ampia ciclabile senza interruzioni, si è sviluppata lungo Porto Sant’Elpidio, San Tommaso, Casabianca, Lido di Fermo e Porto San Giorgio, fino ad arrivare al luogo dove si è svolta una festosa e partecipata inaugurazione con Sindaci, Parlamentari, Prefetto e Governatore della Regione Marche. La situazione del Ponte ciclopedonale del Chienti preoccupa non poco la FIAB: dal portale “Coesione Italia” (https://opencoesione.gov.it/it/dati/progetti/5mtra1e6060/), attraverso cui si può monitorare lo sviluppo di tutti i progetti del “Programma di Coesione” da cui provengono le risorse per il ponte sul Chienti, si legge che nell’ultimo aggiornamento al 31-12-2023, in tale intervento risulta utilizzato solo il 2% dei 4,5 milioni di euro disponibili. Dallo stesso portale si legge che l’affidamento all’impresa CAGNINI COSTRUZIONI srl di Muccia (Mc), avvenuta a fine 2022, che ha visto l’effettivo avvio il 2-03-2023, prevede la fine lavori al 15-05-2024; data ormai vicina, senza che nel frattempo nulla comparisse sul posto deve tra un paio di mesi dovrebbe esserci un enorme ponte. La FIAB Marche ha scritto ufficialmente chiedendo informazioni precise, alla Regione Marche, ente appaltante che cura l’intero procedimento, il 6 gennaio 2024 ma, ad oggi nessun riscontro è arrivato. La FIAB costa Macerata-Fermo ha sollecitato alle due Assessore alla Transizione Ecologica, del Comune di Porto Sant’Elpidio, Maria Laura BRACALENTE, e del Comune di Civitanova Marche, Roberta BELLETTI, ad avere notizie più precise di cosa sta avvenendo. L’invito da parte della FIAB ai due Sindaci, Fabrizio CIARAPICA e Massimiliano CIARPELLA, è quello di farsi parte attiva in questo procedimento. Sentirsi con i vertici regionali, con gli Assessori competenti e con il Governatore stesso, per capire cosa stia accadendo e sollecitare affinché in Regione si sblocchi la situazione di stasi che si è venuta a creare, qualunque ne sia la ragione. E’ infatti vero, come in ogni ufficio comunale è stato detto, che è la Regione Marche l’ente che gestisce il procedimento, ma sono i due comuni di Civitanova Marche e Porto Sant’Elpidio i territori dove questa infrastruttura porterebbe i benefici sperati in miglioramenti di qualità di vita e crescita economica nel settore turistico. LA FIAB è al fianco dei dei Comuni per far si che ogni iniziativa e attività venga supportata nel migliore dei modi laddove l’obiettivo sia la realizzazione di opere come il Ponte ciclopedonale sul Chienti che migliorano la mobilità ciclabile sul territorio.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2024 alle 00:28 sul giornale del 20 marzo 2024 - 392 letture






qrcode