x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana, il cuore non basta, col Sestri altro inutile 1-1

5' di lettura
798

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Petrungaro pareggia il gol di Forte ma non arriva la vittoria in rimonta sfiorata diverse volte in una gara giocata con grande determinazione. Sestri in dieci negli ultimi 6'. Mosconi non si arrende: "Siamo ancora vivi, non molleremo un centimetro e combatteremo fino alla fine".

Con la contestuale vittoria dell'Olbia, che ha travolto 4-1 la Recanatese, i sardi salgono a +3 dalla Fermana che resta a 12 punti di distanza dalla quintultima, tanti, forse troppi quando restano solo sei partite da giocare.
Quella di oggi è stata una gara quasi a senso unico, eppure il Sestri ha fatto un gol con soli due tiri in porta, mentre la Fermana è andata alla conclusione moltissime volte, ma sempre macchinosa, imprecisa o sprecona. Risolti nel corso dei mesi quasi tutti gli altri problemi della squadra, sostituiti ben due allenatori, è rimasto fino all'ultimo il dilemma più grave cioè la sterilità offensiva, e se i gialloblù non sono riusciti a vincere le due partite consecutive in casa contro avversari alla propria portata come Pineto e Sestri Levante, pur giocando due gare all'arrembaggio, allora forse è giusto che scendano in serie D.
Ormai sembra solo un conto alla rovescia per attendere quando arriverà la retrocessione matematica che potrebbe essere sancita già dopo la prossima partita in casa, fra due settimane contro il Rimini.
Invece mister Mosconi non si arrende, ci crede e dopo il termine in sala stampa ha detto: “Non molliamo di un centimetro, la Fermana è ancora viva e combatteremo fino alla fine, ci crediamo perché è ancora lunga, siamo stati sempre in area di rigore avversaria, dobbiamo essere più concreti e cinici. Non dobbiamo pensare alla nostra posizione di classifica, dobbiamo solo lavorare e dobbiamo imparare a diventare sfacciati anche negli ultimi venti metri come lo siamo diventati in tutte le altre zone del campo”.
Prossimo turno (domenica ore 14) gialloblù ad Arezzo.


LA PARTITA
Mister Mosconi recupera dopo la squalifica capitan Misuraca insieme a Malaccari e Carosso, ma non ancora gli infortunati Spedalieri, Eleuteri e Fontana. Inoltre perde per squalifica (somma di ammonizioni) Fort, Petrelli e Paponi. La prima di queste due squalifiche costringe il tecnico a ridisegnare la difesa che, confermando il nuovo modulo 3-5-2 adottato sin dalla sua prima partita contro il Pineto domenica scorsa, vede Heinz e Carosso schierati accanto a Santi. Centrocampo folto con Misuraca, Niang e Scorza centrali, Malaccari e Petrungaro esterni, confermati il duo d'attacco Sorrentino-Giovinco e Borghetto in porta.

CRONACA
Dopo un bello schema da corner al 9' colpo di testa di Sorrentino su cross da sinistra, Anacoura respinge, è la prima occasione della partita. Al 16' calcio champagne: dalla sinistra bella sovrapposizione Petrungaro-Misuraca, cross di quest'ultimo e Giovinco con un raffinato colpo di esterno prova il loob, di poco alto; neanche un minuto più tardi mischia terminata con una carica sul portiere.
Il Sestri non sta a guardare e dopo una conclusione deviata di Clemenza, dal corner Pane devia di testa e Borghetto con un bel colpo di reni toglie il gol da sotto la traversa; è solo il campanello di allarme del vantaggio ospite che arriva al 22', dopo una rimessa laterale cross in profondità da destra, Forte in scivolata anticipa Heinz e da breve distanza insacca a fil di palo: 0-1.
La Fermana si crea subito un'opportunità in ripartenza ma Petrungaro spara alle stelle. Il Sestri alza il baricentro, la partita diventa più equilibrata e la Fermana ha meno occasioni di entrare in area avversaria, quelle poche volte la sciupa mentre i liguri tengono sempre in allarme Borghetto con Clemenza & c.

La Fermana dopo l'intervallo rientra in campo determinata a tentare il tutto per tutto per provare a vincere una partita determinante, al 6' arriva il pareggio con Petrungaro che col destro, neanche il suo piede, dal limite spara in rete con tutta la rabbia che ha in corpo dopo un assist di Misuraca da sinistra: 1-1. Passano alcuni minuti e una conclusione di Misuraca trova la deviazione e l'angolo, dalla battuta del corner incornata di Santi di poco fuori. Al 21' su un potente e angolato tiro di Scorza Anacoura si allunga e sfodera una mostruosa parata da serie A.
Mosconi vuole vincerla, richiama Malaccari dentro Condello, poi dentro Pistolesi per Giovinco stanco e tartassato da avversari e arbitro. Poco dopo annullato per fuorigioco un gol a Sorrentino. Il secondo tempo è quasi un monologo con la squadra gialloblù che attacca a testa bassa ma con tanta confusione e imprecisione. In una delle rare azioni di attacco del Sestri, all'88' Omoregbe è espulso per doppia ammonizione (gioco pericoloso in area su Carosso).
Dopo 4' di recupero arriva il triplice fischio in un Recchioni ammutolito per quello che sembra il sipario sulla stagione. Poi al termine applausi per i giocatori per l'impegno che oggi non è mancato, ma non è bastato.

FERMANA (3-5-2): Borghetto; Heinz, Santi, Carosso (46’ st De Santis); Niang (39’ st Gianelli), Malaccari (25’ st Condello), Scorza, Misuraca, Petrungaro (39’ st Marcandella), Giovinco (25’ st Pistolesi), Sorrentino. A disp. Furlanetto, Cicero, Bonfigli, Giandonato, De Santis, Granatelli, Locanto. Allenatore: Andrea Mosconi

SESTRI LEVANTE (4-3-3) Anacoura; Podda, Pane, Oliana, Furno; Raggio Garibaldi (27’ st Troiano), Sandri (27’ st Grosso), Parlanti; Clemenza (19’ st Gala), Fossati (14’ st Omoregbe), Forte. A disp. Balducci, Raspa, Andreis, Schirru, Regini, Matteucci, Vaughn. Allenatore: Enrico Barilari

RETI: 22’ pt Forte, 6’ st Petrungaro

ARBITRO Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola (Davide Conti di Seregno, Domenico Russo di Torre Annunziata, Domenico Mirabella di Napoli)

NOTE: espulso al 44’ st Omoregbe (d.a.); ammoniti: 21’ Malaccari, 45’ Scorza, 10’ st Niang, 40’ st Omoregbe; angoli 7-4; recupero 0+4. Spettatori in totale 1132 (compresi 18 in curva est), incasso in totale 6123,28 euro; rateo abbonati 3623,28 euro.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/03/17/fermana-col-sestri-sembra-davvero-lultima-spiaggia/242064/

https://www.viverefermo.it/2024/03/11/fermana-la-vittoria-resta-unillusione-il-pari-1-1-serve-a-poco/238392/

https://www.viverefermo.it/2024/03/10/la-fermana-cerca-di-non-affondare-aggrappandosi-ad-un-mosconi/237826/

https://www.viverefermo.it/2024/03/07/fermana-adesso-lesonero-di-protti-ufficiale/235888/

https://www.viverefermo.it/2024/03/06/ancona-e-arbitro-affondano-la-fermana-nel-derby/235631

https://www.viverefermo.it/2024/03/05/fermana-mister-protti-resta-in-sella-per-conquistare-ancona/234803/

https://www.viverefermo.it/2024/03/03/fermana-lillusione-della-vittoria-sfugge-a-tempo-scaduto-2-2/233942/

https://www.viverefermo.it/2024/02/19/fermana-perfetta-si-accontenta-dell1-1-ma-pu-ancora-sperare/226181/



Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2024 alle 20:24 sul giornale del 18 marzo 2024 - 798 letture


Paolo Bartolomei




qrcode