x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Prevenzione gratuita per ragazzi contro il tumore ai testicoli: l’iniziativa della LILT Fermana

2' di lettura
108

di Danilo Monterubbianesi
fermo@vivere.it


La prevenzione maschile è un tabù: c’è sempre un senso di vergogna intorno alle visite urologiche, soprattutto da adolescenti, come se la cura e la salute dei genitali fosse segno di debolezza. “Vinciamo tutti insieme con la prevenzione” è il progetto presentato dalla LILT della Provincia di Fermo – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – con cui si promuove lo screening gratuito per ragazzi dai 18 ai 35 anni, con l’aiuto di scuole e società sportive del territorio, per fare ed educare alla prevenzione contro il tumore ai testicoli.

Tale malattia «colpisce soprattutto i giovani fino ai quarant’anni – spiega Federico Costantini, vicepresidente della LILT provinciale – e seppur sia poco diffusa, registra negli ultimi anni un aumento esponenziale. Ecco allora che la prevenzione gioca un ruolo fondamentale. È difficile che i ragazzi vadano spontaneamente a sostenere una visita urologica, quindi l’obiettivo del progetto è aggirare questo ostacolo, questo pregiudizio, coinvolgendo scuole e società sportive».

Fondamentali per questo progetto sono l’ecografo di ultima generazione acquistato dall’associazione, e il supporto, oltre che di istituti secondari e organizzazioni sportive, di partner come il Comune di Fermo, la Provincia, la AST, la Croce Verde e medici di rilievo come il dott. Francesco Catanzarini, dirigente medico andrologo e urologo presso l’ospedale A. Murri: «Parliamo di un’iniziativa lodevole. Noi uomini non abbiamo ancora la cultura della prevenzione e delle visite di controllo; si va dall'urologo o dall’andrologo solo se c'è un problema palese, ma in questi casi spesso è tardi. Diagnosticare un tumore agli stadi iniziali aumenta notevolmente la possibilità di guarigione: parliamo comunque di un tumore che ha una sopravvivenza a 5 anni di circa il 95%, quindi molto dipende dalla diagnosi precoce».

Da giovedì 28 marzo partiranno le prime 20 ecografie testicolari presso gli ambulatori della Croce Verde di Fermo per i ragazzi del volley, mentre nel mese di aprile sarà la volta dell’istituto Urbani di Porto Sant’Elpidio, per poi proseguire con gran parte dei soggetti territoriali fino al dicembre di quest’anno. La prevenzione però non è solo maschile: la stessa LILT conferma che dal prossimo settembre partirà un analogo progetto pensato per il tumore al seno, con visite gratuite per le giovani studentesse e atlete.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2024 alle 10:23 sul giornale del 16 marzo 2024 - 108 letture






qrcode