x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

L’Ast Fermo guarda con fiducia allo sviluppo della sanità nel territorio. Oggi l’incontro con la stampa

2' di lettura
118

di Alessia Palloni
fermo@vivere.it


Fermo - Nella mattina di ieri, 14 marzo, il Direttore Generale dell’Ast Fermo Roberto Grinta ha incontrato le testate giornalistiche locali, per discutere delle tematiche riguardanti la sanità fermana, e iniziative dell’Azienda sanitaria.

<<Vogliamo completare entro il 2024 i concorsi per tutti i primari mancanti, così da avere una organizzazione definita per lo spostamento dei servizi all’interno del nuovo ospedale, che permette una fase di accreditamento meno complessa, in quanto nuovo e quindi rispondente a tutti i requisiti di sicurezza strutturali, impiantistici e tecnologici>> spiega Grinta.

All’incontro ha partecipato anche il Direttore Sanitario Ast Andrea Vespirini, che insieme a Grinta fornisce dati su risultati raggiunti, primo tra tutti la cardiologia: << quando sono arrivato la mortalità per infarti da miocardio a 30 giorni era del 14,6%, ad oggi è intorno al 7%, inferiore alla media nazionale>> dice Grinta. Il motivo è anche nell’attivazione dell’emodinamica, con due sedute a settimana e alla collaborazione con Torrette per l’elettrofisiologia.

<<Abbiamo anche deciso di pianificare una serie di incontri serali tra i medici di base e i dirigenti dei vari reparti – approfondisce il Direttore Generale - In questo modo cresce la rete tra centro e territorio. Un percorso condiviso con l’ordine dei medici>>. I primi reparti a testare il nuovo approccio sono stati Gastroenterologia e Chirurgia, i prossimi saranno urologia e cardiologia.

Inoltre, Grinta ha ribadito gli impegni presi con il reparto di pediatria, fondamentale dato che il Murri ha anche la neonatologia. <<Dobbiamo fare il concorso, ci sono diverse domande e cerchiamo di attirare professionisti. Dobbiamo iniziare a pensare a modello organizzativo in vista dei nuovi ospedali di Campiglione e Amandola>>. L’Ast di sta occupando anche del comparto di infermieri, Oss e tecnici.

Ma l’Ast non è solo il Murri e le nuove infrastrutture. Tra poche settimane inizieranno a Petritoli i lavori per il cantiere finanziato dal PNRR, la struttura non sarà chiusa, ma serve una riorganizzazione. Il reparto di radiologia verrà spostato a Porto San Giorgio. I lavori inizieranno tra 40 – 50 giorni, e siamo in stretto contatto e condivisione con il Sindaco Pezzani>> chiosa Grinta.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2024 alle 10:22 sul giornale del 15 marzo 2024 - 118 letture


Alessia Palloni




qrcode