x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Campofilone a Roma per ricevere il certificato di Sagra di Qualità

1' di lettura
96

di Luigi De Signoribus

fermo@vivere.it


A ricevere la targa presso la sede del Senato della Repubblica, Palazzo Madama, la delegazione campofilonese composta dal primo cittadino Gabriele Cannella e i referenti della Pro Loco, territoriale e regionale.

Sessant'anni di storia. La Sagra dei Maccheroncini Igp di Campofilone diventa ufficialmente Sagra di Qualità. “Orgogliosi di tale riconoscimento – il commento a caldo del Sindaco Cannella – che attesta il valore non solo di un prodotto tipico del nostro borgo, che ormai è diventato storia, ma anche di una manifestazione che, nel corso di questi sessant'anni, è cresciuta molto ed è diventata punto fermo sia per la comunità che per tutto il territorio. Un grande ringraziamento va alla Pro Loco, che si è costantemente impegnata a rendere tale manifestazione sempre più importante e a tutte le associazioni locali”.

Il certificato di Sagra di Qualità, si legge dal regolamento dell'Unpli, Unione Nazionale Pro Loco d'Italia, ha dei criteri specifici da rispettare e viene concesso solo a quelle iniziative organizzate dalle Pro Loco che abbiano come obiettivo la promozione dei prodotti tipici del territorio e la tutela della cultura, del folklore, delle tradizioni, del turismo e dell’economia locale.

Inevitabile, dunque, che la storica sagra dei Maccheroncini ricevesse tale riconoscimento, dal momento che l'iniziativa è divenuta evento di punta dell'estate campofilonese e custode di una tradizione culinaria secolare. A riprova di ciò è stato istituito nel settembre 2023 il Consorzio di Tutela dei Maccheroncini Igp il cui scopo è proprio quello di preservare la pasta all'uovo campofilonese, l'unica a ricevere il marchio igp in Italia e in Europa, e conseguentemente di promuoverla e celebrarla nel mondo.



È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2024 alle 10:56 sul giornale del 13 marzo 2024 - 96 letture






qrcode