x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Porto Sant'Elpidio e Sant'Elpidio a Mare unite dallo sport: al via la Maratonina della solidarietà

3' di lettura
804

di Marina Mannucci
fermo@vivere.it

 


Domenica 17 marzo lo slogan è “Metti le scarpe e vieni con noi!”: un invito a correre o passeggiare insieme per scopi benefici, sia personali che collettivi.

Presso l'auditorium del Casale CS Sporti la conferenza stampa per presentare l'iniziativa.

Simone Corradini di “la bottega quota CS” fa da sponsor tecnico: “La bottega restituisce perché il territorio dà. Ringrazio la vostra vicinanza in quest'opportunità di fare una passeggiata di solidarietà che serve anche per conoscersi e amare gli altri e il territorio”. “Ciò che ci unisce a Quota CS è la passione per lo sport” afferma Giampiero Vagnoni, che spiega: “questa è la seconda edizione della maratonina (la prima era nel 2019) che stavolta ha una valenza anche agonistica, per allargare la possibilità di avere una diversificazione di atleti”. Si punta ai 500 iscritti.

Di cosa si tratta? “è una camminata sociale – dicono gli organizzatori, il gruppo running della Croce Verde di Porto Sant'Elpidio – in cui tutti possono partecipare, a prescindere dal livello di allenamento e dall'età”.

Ritrovo ore 8 di domenica 17 marzo presso il piazzale della Casa del Volontariato di Porto Sant'Elpidio. Partenza della competitiva di 11 km alle ore 9 con un percorso, in parte sterrato, verso Via della Montagnola, poi si va in direzione Corva e si rientra per raccordo Pinturetta, si attraversa Parco della Resistenza prima di tornare alla Croce Verde.

Al fianco della competitiva FIDAL(Federazione Italiana Atletica Leggera) ci sarà una non competitiva ludico-motoria di 11 km e la passeggiata di 4 km. I costi: 10 euro per gli 11 km e 5 euro per la passeggiata. Ci si può iscrivere mezz'ora prima dell'inizio, mentre il termine iscrizioni per la competitiva è fissato a venerdì 15.

Sono previsti 3 ristori nel percorso. Romano Giacomozzi, vice presidente della Croce Verde, spiega i premi: “Sono premiati i primi di ogni categoria e abbiamo pensato a un pacco che contiene una bottiglia di vino Marco Celli, una bandana, un pacco di pasta”. Sempre presente e partecipe Sante Isidori dell'ASD Atletica Porto Sant'Elpidio, collaboratore delle iniziative che si svolgono a PSE, dall'Happy Run alla podistica di Cretarola.

Oltre ai vigili, Radio Club e alla protezione civile ci sono Gli scatenati, gruppo di atleti in mountain bike che sarà presente per fare sicurezza agli incroci e nelle situazioni di criticità.

La maratonina della solidarietà si svolgerà con il patrocinio dell'Assessorato allo Sport della città di Porto Sant'Elpidio. “Oggi sono in veste di appassionato di sport e iscritto all'atletica elpidiense – commenta Roberto Greci vicesindaco e assessore allo sport del Comune di Sant'Elpidio a Mare – per cui queste maratone mi fanno sempre piacere. Noi a Sant'Elpidio a Mare abbiamo la SEM run che ormai è un evento rodato, e questa nuova iniziativa non può che essere sostenuta”. Fa da eco l'assessore allo sport di Porto Sant'Elpidio Enzo Farina: “siamo stati ultra felici di questo progetto che abbiamo accolto con piacere, perché si coniuga il sociale con lo sport. Il ruolo che ricopre la Croce Verde è fondamentale per la città”.

Conclude la conferenza il Presidente Croce Verde Ezio Montevidoni, che dopo tutte le corse della sua vita (non da ultima quella di New York) dichiara che sarà lui stesso il medico della gara : “è un evento che abbiamo pensato da qualche mese e ci stiamo lavorando giornalmente, per cui partecipate numerosi”.

L'invito è quello di far partecipare tutti, anche chi non è ben allenato. “È bene rafforzare i rapporti tra la comunità”, commentano all'unisono gli organizzatori. Lo slogan metti le scarpe, e vieni con noi è un invito alla partecipazione, a stare insieme e stringere legami.



È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2024 alle 16:21 sul giornale del 11 marzo 2024 - 804 letture






qrcode