x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana, la vittoria resta un'illusione, il pari 1-1 serve a poco

5' di lettura
1232

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - I gialloblù pareggiano in rimonta con Petrungaro dopo il vantaggio di Germinario, sfiorano la vittoria un paio di volte poi nel finale si vedono negare un rigore netto e finiscono ancora in dieci. Domenica di nuovo in casa contro il Sestri.

Inizia con un pareggio la gestione tecnica di Mosconi, terzo allenatore stagionale per la Fermana. Il punto non consente ai gialloblù di sorpassare l'Olbia, oggi sconfitta, che adesso è solo a +1 dai canarini che restano ultimi e a -12 dalla quintultima che è di nuovo l'Ancona dopo la sconfitta di Perugia. Sebbene il risultato sia deludente restano ancora aperte le speranze di arrivare penultima e disputare gli spareggi salvezza perché oggi, nonostante le assenze di tanti giocatori e alcuni arrivati a fine partita con i crampi (indizio di una preparazione atletica di inizio stagione inadeguata) la Fermana non è dispiaciuta per intensità, ritmo e disposizione in campo, però manca sempre un soffio per il salto di qualità e riuscire a fare un gol in più.

La vittoria non è arrivata oltre che per l'incapacità offensiva dei canarini e per la bravura di un ordinato Pineto, anche per una direzione arbitrale incommentabile che, sufficiente per tutta la gara, nel finale ha negato un chiaro rigore per la Fermana (dopo quello che abbiamo visto ad Ancona, andava concesso a occhi chiusi), ha innervosito la partita, ha espulso Paponi e dalla panchina Petrelli.
A questo punto viene da pensare che per una squadra ultima in classifica vige un diverso regolamento del calcio.
Domenica prossima (ore 18.30) ancora al “Recchioni” contro il Sestri Levante, diretta avversaria nei playout, che avrà un giorno in meno di riposo perché gioca domani uno scontro diretto salvezza contro la Recanatese.

LA PARTITA
Contro il Pineto di mister Roberto Beni, ex della Fermana (allenatore quattordici anni fa e giocatore più di trenta) la squadra guidata dal neo mister Andrea Mosconi si presenta senza mezza squadra per gli infortuni a Spedalieri (dovrebbe rientrare la prossima settimana), Eleuteri (stiramento muscolare ne avrà ancora per almeno un paio di settimane), Fontana (strappo muscolare, ne avrà per un bel po') e Semprini, ma soprattutto da ben tre squalifiche: il capitano Misuraca per espulsione diretta ad Ancona, più Malaccari e Carosso per somma di ammonizioni. Giandonato e Giovinco vanno in panchina perché non sono al 100% della condizione.

Mosconi cambia modulo e sceglie il 3-5-2, con lo scopo di infoltire la zona centrale del campo ed avere due esterni che siano difensori e attaccanti aggiunti all'occorrenza, e non sbaglia perché i gialloblù questa sera vanno bene sulle fasce, in particolare Petrungaro sulla destra fa impazzire Borsoi.
Heinz, Forte e Santi sono i tre difensori, i due esterni di centrocampo sono Petrungaro a destra e Pistolesi a sinistra, in mezzo Scorza (con la fascia di capitano per le assenze contestuali di Giandonato, Misuraca ed Eleuteri) affiancato da Niang e Gianelli; le due punte sono Sorrentino e Petrelli. Confermato Borghetto tra i pali.

CRONACA
La partita si sblocca intorno al quarto d'ora con una imbucata centrale del Pineto che sfrutta un'amnesia difensiva della Fermana e Germinario sigla il suo primo gol in campionato: 0-1. La reazione della Fermana è immediata, Petrungaro al limite dell'area si accentra, con una bella manovra evita ben tre avversari e di sinistro fulmina Tonti insaccando sull'angolino opposto basso: 1-1. La Fermana non si accontenta e ci prova creando due occasioni pericolose con Sorrentino e Petrelli.

La ripresa si apre con una staffilata da lontano del solito Volpicelli su cui Borghetto arriva con le unghie in angolo; dopo le prime sostituzioni (per la Fermana dentro Giovinco e Marcandella per Petrelli e Gianelli) è ancora Volpicelli che ci prova di testa, Pistolesi lo contrasta ed evita il gol.
Dopo alcuni minuti di appannamento la Fermana si rivede e Petrungaro, servito da Niang, prova a bissare l'azione del gol ma è stoppato. Al 69' Fermana vicinissima al gol da una punizione di Giovinco, vicino al palo un canarino devia in rete ma a portiere battuto un difensore spazza e salva un gol fatto. Sorrentino, un po' acciaccato, è sostituito da Paponi, reintegrato in rosa con l'arrivo di mister Mosconi dopo cinque partite di “congelamento”; Scorza gioca con i crampi, al suo posto De Santis poi Mosconi prova il tutto per tutto e butta dentro Condello. Poco dopo la Fermana protesta per un contrasto in area ai danni di De Santis, Petrelli è espulso dalla panchina e salterà la prossima in casa col Sestri, un film già visto cinque giorni prima. Al 1' di recupero su un cross di Giovinco da destra altro rigore, questo netto, negato ai canarini per un fallo di mano, ben visibile anche dalla posizione dell'assistente n.1 Rizzello (vedi immagine in basso), invece Paponi è ammonito per proteste e successivamente espulso; dopo la pagliacciata di Ancona la commedia prosegue, si trasforma in tragedia e tra tanto nervosismo termina 1-1.

FERMANA (3-5-2): Borghetto; Heinz, Fort, Santi; Petrungaro (35' st Condello), Niang, Scorza (35' st De Santis), Gianelli (12' st Giovinco); Petrelli (12° Marcandella), Sorrentino (32' st Paponi). A disp. Furlanetto, Mancini, Giandonato, Bonfigli, Granatelli, Locanto. All. Andrea Mosconi.
PINETO (4-3-3): Tonti; Borsoi (29' st Della Quercia), Ingrosso, Villa, Baggi (1' st Teraschi); Germinario (1' st Marafini), Lombardi, Sannipoli; Volpicelli, Chakir (26' st Pellegrino), Njambe (1' st Gambale). A disp. Mercorelli, Tavoni, S. De Santis, Evangelisti, Foglia, Iaccarino, Macario, Manu, Traini. All. Roberto Beni.

ARBITRO: Nigro di Prato (Andrea Rizzello di Bari e Carlo Farina di Brescia; Flavio Barbetti di Arezzo).
RETI: 17' pt Germinario, 19' pt Petrungaro
NOTE: Espulso Petrelli al 40' st (dalla panchina) e Paponi al 48' st; ammoniti Fort, Santi, Volpicelli, Paponi, Pistolesi; recupero 1+5; spettatori in totale 1046 di cui 754 abbonati (32 ospiti); incasso totale 5315,28 euro, rateo abbonati 3623,28 euro.

Foto: il fallo di mano di Villa al 91'

Il fallo di mano di Villa al 96'

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/03/10/la-fermana-cerca-di-non-affondare-aggrappandosi-ad-un-mosconi/237826/

https://www.viverefermo.it/2024/03/07/fermana-adesso-lesonero-di-protti-ufficiale/235888/

https://www.viverefermo.it/2024/03/06/ancona-e-arbitro-affondano-la-fermana-nel-derby/235631

https://www.viverefermo.it/2024/03/05/fermana-mister-protti-resta-in-sella-per-conquistare-ancona/234803/

https://www.viverefermo.it/2024/03/03/fermana-lillusione-della-vittoria-sfugge-a-tempo-scaduto-2-2/233942/

https://www.viverefermo.it/2024/02/19/fermana-perfetta-si-accontenta-dell1-1-ma-pu-ancora-sperare/226181/



Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2024 alle 23:44 sul giornale del 11 marzo 2024 - 1232 letture


Paolo Bartolomei




qrcode