x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
comunicato stampa

Carabinieri Fermo: porto ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere, denunciati dall'Arma

1' di lettura
196

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


I Carabinieri di Porto Sant’Elpidio e delle aree circostanti hanno recentemente condotto una serie di operazioni mirate a prevenire e contrastare i reati di strada, dimostrando ancora una volta l'importanza dei servizi preventivi svolti dall’Arma.

Questi interventi sono volti a garantire la sicurezza pubblica e a rafforzare il senso di legalità. Uno degli aspetti fondamentali di questi interventi riguarda il contrasto al porto ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere. In due distinti episodi, i militari della Stazione di Porto Sant’Elpidio hanno deferito in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, due individui per il reato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Nel primo caso, un 29enne di origini senegalesi, senza fissa dimora in Italia e con precedenti, è stato trovato in possesso di un martello lungo 24 cm senza giustificarne il porto. Nel secondo, un 41enne residente a Porto San Giorgio, anch'egli con precedenti, è stato sorpreso con un tirapugni taser elettrico durante un servizio mirato al contrasto dei reati. Un altro importante ambito di intervento si è concentrato sulle mancate prescrizioni in materia di armi. A Montegiorgio, un 66enne di Civitanova Marche è stato denunciato in stato di libertà per omessa denuncia di armi e detenzione abusiva di armi e munizioni. Le indagini hanno rivelato che l'uomo deteneva, all'interno di un armadio metallico nella sua tabaccheria, due fucili calibro 12 e cartucce calibro 12 senza aver rinnovato la licenza di porto di fucile per uso sportivo posseduta e senza la prevista certificazione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2024 alle 13:08 sul giornale del 11 marzo 2024 - 196 letture


Redazione VivereFermo




qrcode