x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Dalla Vigna alla Tavola: nelle campagne fermane in scena la prima cena del format enogastronomico Marche Wine and Beer Experience

2' di lettura
158

di Luigi De Signoribus

fermo@vivere.it


Un viaggio al centro del gusto, fatto di prodotti di qualità, buon vino e convivialità. Il tutto all'insegna della riscoperta delle eccellenze del territorio.

La prima cena, che ha dato il via alla rassegna dei 18 percorsi enoturistici organizzati dal tour operator TuRis Marche grazie al bando regionale “Dalla Vigna alla Tavola” che, per l'anno corrente, ha stanziato oltre 700 mila euro per tutte le iniziative sparse in terra di Marca, è stata proposta presso l'Agriturismo Vignarole di Fermo, tra le morbide colline marchigiane.

Protagonista indiscussa di questa esperienza enogastronomica dal titolo L'Insolito Vitellone bianco dell'Appenino Centrale, che ha visto anche la performance del noto violinista marchigiano Valentino Alessandrini, è stata ovviamente la carne, declinata nelle forme e nelle parti del manzo che, di solito, non si trovano proposti in tavola: testicoli, spalla, diaframma, animelle e ossobuco. Ogni pietanza è stata accompagnata sapientemente da un vino, un brut per gli antipasti e due rossi per il primo ed il secondo, tutti e tre rigorosamente di provenienza marchigiana, spiegati dal Presidente dell'Associazione Italiana Sommelier Ais Marche Stefano Isidori che ha confermato una scelta accurata dei vini in favore di una perfetta sintonia di gusto con quelle che lui stesso ha definito carni povere, non perché, sia chiaro, a basso costo ma perché radicate nella storia e nelle tradizioni familiari tipiche marchigiane, quando le parti migliori del manzo, in passato, venivano vendute e ciò che ne rimaneva, ovvero le frattaglie, veniva destinato alla tavola della propria casa. “La nostra intenzione – le parole del referente di TuRis Marche Andrea Marsili – è quella di proporre esperienze enogastronomiche con prodotti di qualità insieme ad aspetti culturali per valorizzare al meglio, in termini di promozione turistica, il nostro territorio”.

Presenti all'evento anche Gabriele Marcozzi, presidente del neo nato Consorzio di Tutela dei Maccheroncini Igp di Campofilone, i quali saranno protagonisti di una serie di menù proposti nel corso dei successivi percorsi enogastronomici, e Marco Bruschini, presidente dell'Atim, la nuova Agenzia per il Turismo delle Marche, che ha posto l'accento su due aspetti fondamentali per l'affermazione e il successo promozionale di un territorio: “Orgoglio, poiché bisogna essere fieri di appartenere alla propria regione, e consapevolezza, per diventare ambasciatori di se stessi e dei valori, delle tradizioni e della storia del territorio in cui si vive”.

Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 14 Marzo presso il Coccaro di Monterubbiano. Tutte le informazioni sul sito di TuRis Marche.





Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2024 alle 11:15 sul giornale del 09 marzo 2024 - 158 letture






qrcode