x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
articolo

"Il Salotto della Fotografia": Eriberto Guidi rappresenta Fermo al prestigioso Premio Marche

1' di lettura
724

da Barbara Palombi 
redazione@viverefermo.it


La fotografia fermana è protagonista al Premio Marche grazie alle opere del fotografo Eriberto Guidi.

Venerdì 1 marzo, a Gradara, il museo Marv ha ospitato la cerimonia inaugurale della mostra "Intorno allo stato dell'arte nelle Marche" a cura di Andrea Carnevali e Cecilia Casadei. Eriberto Guidi (Fermo,1930-2016) è riconosciuto come uno tra gli artisti più apprezzati nella storia della fotografia Italiana. I suoi paesaggi e racconti fotografici sono stati pubblicati ed esposti in Italia e all'Estero e hanno contribuito a far conoscere il territorio marchigiano nel mondo. Di Guidi, che è stato esposto nella sezione "Linguaggi e poetica dall'evocazione della Natura e nuove prospettive", i curatori della Biennale hanno scelto due opere di paesaggio tratte dalla serie "Il mio sole" (2014). «Le opere in mostra sono tratte da una delle più significative serie realizzate da Eriberto - spiega Simona Guerra, referente per l'archivio Guidi -. Piene di stupore e gratitudine verso la natura e la vita, queste opere mostrano l'inesauribile voglia di sperimentare da parte dell'autore, che negli ultimi anni della sua attività scoprì la forza espressiva del colore». Il Premio Marche – Biennale d’arte contemporanea, è tra le più importanti manifestazioni d’arte del Centro Italia, la mostra, promossa dalla Fondazione Marche Cultura, resterà aperta fino al 9 giugno. Per maggiori informazioni si può consultare il sito: www.premiomarche.it.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 07-03-2024 alle 06:42 sul giornale del 08 marzo 2024 - 724 letture






qrcode