x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Ed ora l'aborto come diritto. La Francia lo inserirà nella Carta Costituzionale

2' di lettura
50

di Adolfo Leoni

fermo@vivere.it


Eliminare il feto è troppo molle come espressione. Anche sopprimerlo, non rende l'idea. Usiamo, allora, il termine annientare oppure uccidere quella persona in potenza. E' più veritiero ed efficace. Ecco, ciò sarà possibile in futuro in Francia senza problemi, anzi con il diritto pieno di farlo, gratuitamente e con assistenza pubblica. Vorrei un attimo spostare però il problema. Striscia di Gaza: oltre 30 mila i palestinesi annientati dalle bombe di Israele. Qualche chilometro più su, il teatro della macelleria di Hamas contro i giovani israeliani e non solo.

A miglia di distanza, ci si incrudelisce nella guerra della Russia, che occupa, e degli Ucraini, che si difendono.

In questo momento, nel mondo ci sono 59 conflitti in corso e altri 170 per interposto mercenario.

C'è una cultura di morte che ci ha invasi. C'è una ricorrente violenza che è diventata quotidiana. La vita sembra non contar più nulla. Ci si riarma pronti allo scontro vicino. Macron ne è un sostenitore.

Il nostro cervello - ha scritto un medico prestigioso - è talmente elastico che si abitua gradualmente a ciò che accade.

Così, invece di sostenere la vita, in tutte le sue forme, sosteniamo la morte ,con l'abitudine ad essa.

Non solo: a volte l'aborto è la scorciatoia dell'ipocrisia (e forse non solo dell'ipocrisia) di certa cultura dinanzi al peso di sostenere una donna, un nuovo nato, una famiglia. "Buttate via, che è meglio!" sembrano dire certe leggi. Anziché, costruire possibili alternative.

Per ultimo, la patria dell'Égalité non eguaglia la donna al nascente; la patria della Fraternité non si accolla il peso e il problema della donna; la patria della Liberté non ha a cuore la libertà del nascituro.

Cultura di vita per battere la cultura della morte.



Questo è un articolo pubblicato il 06-03-2024 alle 12:07 sul giornale del 07 marzo 2024 - 50 letture


adolfo leoni




qrcode