x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Monte Urano: ecco il progetto che vede insieme l'Istituto Comprensivo Gino Strada e l'associazione Karussell

2' di lettura
644

da: Comune di Monte Urano
www.comune.monteurano.fm.it


Tre giorni sui banchi di scuola, ma a lezione da un'insegnante d'eccezione, l'artista mantovano Stefano Arienti che, in collaborazione con l'Associazione Karussell, sta realizzando con le classi quarte della Scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo Gino Strada un progetto artistico importante.

Nei giorni scorsi, infatti, è arrivato in aula un nuovo laboratorio creativo che segna la costante collaborazione tra L'Istituto e l'associazione, che si occupa di veicolare l'arte contemporanea favorendo la comunicazione e l'integrazione. Prima è iniziata la fase progettuale, con la spiegazione dell'idea, cioè quella di rendere la ringhiera esterna all'edificio, una scenografia che arricchisca di colori uno spazio esterno vissuto dai bambini nei loro momenti di svago e ricreazione. Subito dopo, grazie a bande di stoffa colorate, donate dalle aziende monturanesi, il lavoro manuale. Un intreccio di fibre che ricorda metaforicamente le bende e le cure dedicate da Emergency e dal suo fondatore Gino Strada, al quale la scuola è stata recentemente intitolata, alle vittime di guerra in ogni angolo del mondo. A coordinare il progetto Matilde Galletti con il supporto del corpo docente e della Dirigente Scolastica Anna Maria Isidori supportato dall'Amministrazione Comunale. "Arienti è è uno degli artisti italiani più significativi della sua generazione - dice la Sindaca Moira Canigola - e averlo a Monte Urano, con la mediazione fondamentale dell'Associazione Karussell, è un grande privilegio. Proporre ai ragazzi un'esperienza manipolativa che trasforma banali oggetti quotidiani in un'immagine di alto valore comunicativo, ha un grande valore per la loro formazione e siamo orgogliosi che questa iniziativa abbia coinvolto e messo in rete, scuola, famiglie e aziende che si sono rese disponibili donando gratuitamente i materiali". "È fondamentale che la scuola apra le sue porte all'arte contemporanea - aggiunge l'Assessora alle Politiche Giovanili, Loretta Morelli -per inserirla nei processi educativi, come linguaggio alternativo destinato a costruire, fin da piccoli, un'idea di cittadinanza".



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2024 alle 14:27 sul giornale del 06 marzo 2024 - 644 letture






qrcode