x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Ancona e arbitro affondano la Fermana nel derby

6' di lettura
1712

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


ANCONA - Dopo un buon primo tempo per la Fermana, con l'arbitro che concede troppo ai dorici, ad inizio ripresa arriva la doppietta di Spagnoli. Inutile il gol di Sorrentino nel finale. Finale 2-1. Tra i gialloblù espulsi il ds Andreatini e il capitano Misuraca.

Dopo la partita di questa sera allo stadio "Del Conero" diventano 12 i punti di distacco tra la Fermana e la quintultima (che non è più l'Ancona ma la Spal), una distanza siderale che sembra impossibile da ridurre a 8.
Peccato perché la squadra gialloblù delle ultime partite ha dimostrato chiari progressi, Sorrentino ha siglato due gol in due gare consecutive; la tenuta atletica e nervosa sono state ottime fino al 95', la Fermana ha riaperto la partita al 90' e ha rischiato di pareggiare nel finale.
Peccato perché i progressi sono arrivati troppo tardi, quando mancano solo otto partite al termine.
Peccato che in un derby come quello di questa sera ci ha messo del suo anche l'arbitro Zoppi di Firenze che nel primo tempo non ha espulso Saco per un sacrosanto doppio giallo (è rimasto basito anche il cronista di Sky…) e nel corso della gara ha chiaramente fatto il possibile per aiutare l'Ancona a rilanciarsi: anziché cacciare Saco ha espulso il ds fermano Andreatini per proteste, poi nel secondo tempo non ha concesso un rigore alla Fermana e nel finale, subito dopo il gol di Sorrentino che ha riaperto la partita, il direttore di gara per andare sul sicuro ed evitare il pari dei gialloblù ha mandato sotto la doccia capitan Misuraca, uno dei più bravi tra i canarini, per un fallo inesistente. Un'autentica buffonata.

LA PARTITA
Senza Eleuteri infortunato negli ultimi minuti della partita con l'Olbia e con Spedalieri non ancora recuperato, mister Stefano Protti conferma la formazione contro i sardi con due varianti: a terzino destro schiera sin dall'inizio Heinz e sull'out destro di centrocampo davanti a lui Malaccari. Tra i pali torna dopo quasi cinque mesi Borghetto al posto di Furlanetto che contro l'Olbia è parso troppo distratto. Giandonato rientra dall'infortunio ma si accomoda in panchina.
Quasi 200 i fermani in curva sud, un record considerando che è martedì e tifano una squadra ultima in classifica; la curva nord è affollata grazie al biglietto ad 1 euro concesso dall'Ancona ai suoi tifosi.

CRONACA
Il primo tempo si gioca ad alto ritmo, con intensità agonistica e nervosismo crescenti. Nella prima fase l’Ancona giostra meglio il gioco e ci prova di più ma si rende realmente pericolosa solo con un calcio di punizione da lontano di Prezioso ben respinto da Borghetto che poi è pronto su Spagnoli. Col passare dei minuti la Fermana prende coraggio alza il baricentro e ha una grossa occasione con Sorrentino, lanciato dal centrocampo il centravanti colpisce bene di controbalzo e quasi inganna Perucchini. Poco dopo Heinz si traveste da Eleuteri e sul palo di destra genera un'azione pericolosa mentre Misuraca si inserisce benissimo in area e tarda di una frazione di secondo la conclusione dando il tempo ad un dorico di stoppare la conclusione.
Il finale della prima frazione di gioco è caratterizzato da una forte nervosismo dovuto anche alle decisioni dell'arbitro fiorentino Zoppi che lascia correre un po' troppo i falli del giocatore biancorosso Saco che, già ammonito, si concede tre pericolosi interventi da secondo cartellino giallo. Invece il rosso arriva per il direttore sportivo della Fermana, Andreatini che protesta legittimamente per questi amnesie arbitrali, qualcosa di simile è successo sabato scorso con Arboleda dell'Olbia. Un'autentica buffonata, ma ormai i tifosi della Fermana sono abituati a queste cose, soprattutto in certi derby, troppe volte giocati non alla pari. La mancata espulsione di Saco sicuramente ha inciso sulla prosecuzione della gara. Negli ultimi istanti il cartellino rosso arriva per l'allenatore dell'Ancona Colavitto che, a palla uscita dal campo, atterra Misuraca con un mezzo colpo di judo, vediamo su questo episodio cosa scriverà a referto l'arbitro e cosa deciderà il Giudice sportivo.

Saco viene sostituito subito ad inizio secondo tempo per evitare il doppio giallo. Il risultato si sblocca all'inizio della ripresa con un calcio di rigore concesso all'Ancona per un fallo di Carosso su Moretti. Dal dischetto Spagnoli trasforma l'1-0 benché Borghetto abbia intuito. Pochi minuti dopo Spagnoli raddoppia con una bella conclusione da punizione: elegante controllo al volo per eludere il controllo di Misuraca e girata sul secondo palo con la palla che riesce a passare tra difensori e portiere: 2-0. Doppietta per un giocatore che non segnava da cinque partite.
Fermana vicina a riaprire la gara verso la mezz'ora con Petrungaro che da lontano costringe Perucchini alla respinta e poi subisce in area un contrasto su cui Zoppi naturalmente sorvola. Ancona pericolosa con Giampaolo, Borghetto respinge, sarà l'ultimo pericolo portato dai dorici.
Quando mancano 5' al termine il neo entrato Petrelli da distanza ravvicinata, in mischia, va vicinissimo al gol ma Perucchini c'è. Dai e dai, al 45' arriva il gol della Fermana, un lungo cross da sinistra da trequarti campo trova a centro area Sorrentino che, lasciato solo dai centrali, si eleva bene e fa partire un bel colpo di testa che entra a fil di palo: 2-1. Poco dopo l'arbitro, per essere sicuro, espelle Misuraca per una innocua sbracciata all'indietro, un vergognoso “due pesi e due misure” riguardando i falli di Saco nel primo tempo; nonostante ciò sul gong i canarini hanno ancora forza di provare a pareggiare con due conclusioni, la seconda di Pistolesi.
Dopo il termine la Fermana decreta il silenzio stampa.


ANCONA (3-5-2): Perucchini; Marenco (15’ st Pasini), Cella, Mondonico; Clemente, Saco (1’ st Gatto), Prezioso (34' st Vogiatzis), Martina (45' st Radicchio); Moretti (15’ st Giampaolo), Spagnoli. A disp. Vitali, Agyemang, Barnaba, D'Eramo, Energe, Pierandrei. All. Gianluca Colavitto

FERMANA (4-4-2): Borghetto; Heinz, Fort, Santi, Carosso (15’ st Petrelli); Malaccari (15’ Pistolsi), Scorza (37' st Gianelli), Misuraca, Petrungaro (37' st Condello); Giovinco (10’ st Marcandella). A disp. Furlanetto, Mancini, De Santis, Locanto, Niang, Granatelli, Bonfigli, Giandonato. All. Stefano Protti

ARBITRO: Andrea Zoppi di Firenze (Michele Fracchiolla di Bari e Manuel Cavalli di Bergamo; Michele Cortale di Locri).

RETI: 3’ st Spagnoli (rig.), 7’ st Spagnoli, 45' st Sorrentino

NOTE: Espulso Misuraca al 45' st per doppia ammonizione; espulsi dalla panchina Andreatini (F) e Colavitto (A); ammoniti Heinz, Marenco, Basso, Prezioso, Saco, Carosso, Malaccari, Misuraca, Sorrentino, Mondonico; angoli 5-4; recupero 2+6; spettatori 4428, di cui circa 200 da Fermo.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/03/05/fermana-mister-protti-resta-in-sella-per-conquistare-ancona/234803/

https://www.viverefermo.it/2024/03/03/fermana-lillusione-della-vittoria-sfugge-a-tempo-scaduto-2-2/233942/

https://www.viverefermo.it/2024/02/26/la-fermana-strappa-l1-1-in-liguria-e-adesso-caccia-allolbia/230097/

https://www.viverefermo.it/2024/02/19/fermana-perfetta-si-accontenta-dell1-1-ma-pu-ancora-sperare/226181/

https://www.viverefermo.it/2024/02/15/la-fermana-maledice-la-zona-cesarini-a-perugia-ko-all85-1-0/224259/

https://www.viverefermo.it/2024/02/14/fermana-mister-protti-resta-in-sella-ed-gi-pronto-per-perugia/223208/

https://www.viverefermo.it/2024/02/11/la-fermana-canna-alla-grande-il-derby-la-vis-vince-col-minimo-sforzo-0-2/221900/

https://www.viverefermo.it/2024/02/04/la-fermana-resiste-per-83-poi-si-arrende-al-cesena-1-0/217687/

https://www.viverefermo.it/2024/01/30/fermana-dangelo-si-presenta-a-fermo-sto-bene-aiutiamo-i-simoni-e-la-fermana/214353/

https://www.viverefermo.it/2024/01/27/fermana-spietata-a-recanati-1-3-torna-in-corsa-per-la-salvezza/213468/



Questo è un articolo pubblicato il 06-03-2024 alle 00:23 sul giornale del 06 marzo 2024 - 1712 letture


Paolo Bartolomei




qrcode