x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fermo: "Viaggio in Patagonia", si replica sabato 2 marzo

2' di lettura
86

da Società Operaia di Mutuo Soccorso


A seguito dello straordinario afflusso di pubblico registrato nel mese di gennaio, sabato 2 marzo 2024, alle ore 17, verrà replicata, presso la Sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fermo sita al civico 10 di Via Perpenti, la presentazione intitolata «Viaggio in Patagonia».

Nell’incontro, organizzato dalla Società Operaia e dal CAI di Fermo, verrà illustrato l’emozionante viaggio di 28 giorni intrapreso nel febbraio 2023 da tre soci del CAI fermano: Mina Viscione, Claudio Speranzini e Alberto Vita. I tre alpinisti hanno potuto muoversi avventurosamente tra le montagne, i laghi, le grotte e i ghiacciai della Patagonia argentina e cilena, godendo di scenari naturali e faunistici unici, nonché di viste mozzafiato dense di vita e colori indimenticabili. Il viaggio ha avuto inizio il 2 febbraio nella località di Bariloche, in Argentina, ed ha toccato le località cilene di Peulla, Puerto Montt, Chaiten, Coyhaique, Puerto Rio Tranquilo, e argentine di El Chalten e El Calafate. I tre alpinisti fermani hanno potuto anche ammirare l’imponente ghiacciaio Perito Moreno, patrimonio UNESCO, per poi visitare Puerto Natales, Punta Arenas ed infine Ushuaia, estrema propaggine Sud della Patagonia, località dalla quale hanno raggiunto Buenos Aires e, da lì, sono rientrati in Italia. La narrazione sarà svolta da Mina Viscione, attivista della Comunità Volontari del Mondo (CVM), e da Alberto Vita, autore di un video ricco di molte impressioni visive e suggestioni sonore. Dopo la proiezione del video, Claudio Speranzini, che ha immortalato diversi momenti del viaggio su supporto analogico, mostrerà alcune fra le più belle e significative foto realizzate. Attenderà il pubblico il racconto e la visione di «una natura insolita, suggestiva, intatta e ricca di contrasti, capace di suscitare in ogni uomo inedite curiosità, emozioni, riflessioni». Ingresso libero.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-02-2024 alle 11:19 sul giornale del 01 marzo 2024 - 86 letture






qrcode