x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana, serve la spinta di un'intera città per battere l'Olbia e abbandonare l'ultimo posto

5' di lettura
1416

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Sabato, ore 16, primo di una serie di match determinanti per restare in C. Società e mister chiedono a tutti di remare dalla stessa parte. Protti: "Sosteniamo la squadra per 95' anche quando qualcuno sbaglierà, chi vuole contestare vada al cinema".


La partita di sabato (ore 16, stadio "Bruno Recchioni") contro l'Olbia è importantissima per poter proseguire il cammino verso la salvezza. Vincendo, la Fermana sorpasserebbe i sardi piazzandosi al penultimo posto e a quel punto ci sarebbero le condizioni per poter accorciare ulteriormente, nelle successive partite, con le avversarie che precedono.
Come è stato ripetuto tante volte, potrebbe anche non bastare alla Fermana arrivare penultima per salvarsi (disputando i playout e ovviamente vincendoli), ma occorre che, dopo l'ultima giornata del campionato regolare, il distacco con la quintultima sia al massimo di 8 punti; con un divario maggiore la penultima retrocederebbe direttamente in serie D, senza poter disputare gli spareggi, come l'ultima classificata. Da regolamento il meccanismo degli 8 punti vale anche per il distacco tra terzultima e quartultima. Attualmente tra la penultima (Olbia) e la quintultima (Spal) ci sono proprio 8 punti.

Poiché per essere sicuri del penultimo posto serviranno almeno 33 - 35 punti, e adesso la Fermana ne ha 19, dovrà conquistare minimo 15 punti in dieci partite, quindi con la media di 1,5 punti a partita: in sostanza dovrà essere almeno raddoppiata la media delle ultime dieci gare (0,7). Questo fa capire la difficoltà dell'impresa, ma tutti ci credono, giocatori, allenatore, staff, società e città.
Nello scorcio di campionato che resta dopo Olbia la Fermana ha cinque partite in casa (contro Pineto, Sestri, Rimini, Lucchese e Pescara) che dovranno esssere vinte tutte o quasi, concedendosi qualche blitz fuori casa (quattro partite: ad Ancona già martedì prossimo in notturna, poi Arezzo, Torres e Juve NG).

PROTTI: SERVIRANNO TESTA E GAMBE, CHI VUOLE CONTESTARE SE NE VADA AL CINEMA
"Sarà una partita difficile, scorbutica, probabilmente non bella - le parole del mister gialloblù alla vigilia del match - dovremo essere bravi ad affrontarla con caratteristiche e condizioni migliori sia a livello di squadra che di testa. L'Olbia, anche se ha alcune assenze, è una squadra con giocatori di livello abituati ogni anno a lottare per la salvezza. Sarebbe bello che domani nessuno fischiasse gli errori, applaudiamo la Fermana per 95'. Abbiamo una settimana terribile, tre partite (martedì ad Ancona e poi domenica di nuovo a Fermo il Pineto ndr.) dobbiamo essere tutti uniti. Domani la squadra inizia il riscaldamento alle 15.30, vorrei vedere già i tifosi caricare i giocatori, dobbiamo essere positivi. Chi ha intenzione di contestare o mugugnare vada al cinema, il biglietto glielo pago io".

SITUAZIONE SQUADRA: SPEDALIERI, GIANDONATO, FONTANA E SEMPRINI OUT
Il capitano Manuel Giandonato è in fase migliorativa, procede il suo programma riabilitativo così come Jonathan Spedalieri: fatto il controllo per aumentare i carichi di lavoro. Manuel Semprini ha aumentato i carichi di lavoro per la sciatalgia mentre Tommaso Fontana sta facendo terapie. Jonas Heinz è completamente ristabilito dal colpo in testa e si è allenato regolarmente con la squadra.

L'APPELLO DELLA SOCIETA'. "TUTTI INSIEME VERSO L'OBIETTIVO"
Siamo arrivati ​​alla fase finale e decisiva di questa stagione non certo semplice per la Fermana. Ci attendono gare e appuntamenti importanti che daranno il verdetto sportivo di questa stagione. Come società siamo impegnati direttamente a fare il massimo per portare avanti nel migliore dei modi la storia della Fermana. Tutte le scadenze finora affrontate sono state rispettate da questa società e stiamo lavorando sempre più anche per quella che ci attende nel mese di marzo. L'appello che vogliamo fare è quello di stringerci tutti intorno alla squadra, allo staff e a tutti quanti lavorano quotidianamente dando il meglio di sé stessi per i colori gialloblù.

È il momento di fare ancor di più fronte comune per lottare tutti insieme e per ottenere a denti stretti quello che tutti noi sogniamo. Ai tifosi che sono sempre al fianco della nostra squadra, in casa ma anche e soprattutto in trasferta, va il nostro grazie perché il loro amore supera ogni difficoltà. Loro ci saranno sempre, su quei gradoni a vivere intensamente l'amore per quella maglia che tutti noi amiamo.

Ma l'invito è a tutta la città di Fermo, a tutto il territorio della Provincia di Fermo, alle istituzioni, al mondo imprenditoriale e agli organi di informazione. Facciamo tutti fronte comune per il bene, per il presente e per il futuro della Fermana. Da sabato tutti uniti per coltivare questo sogno, corriamo insieme la strada che ci deve portare a raggiungere un traguardo meraviglioso".

STIPENDI, FERMANA OK: PENALIZZATA SOLO L'ALESSANDRIA
Non c'è la Fermana tra le società in difficoltà che non hanno rispettato le scadenze per il pagamento di stipendi e contributi a dicembre e febbraio; lo hanno assicurato i vertici societari nelle ultime ore. Ieri l'Alessandria (gir. A) ha ricevuto due punti di penalizzazione in classifica, non sembra ci siano problemi tra i club del girone B in cui milita la Fermana.


I 24 CONVOCATI DI MISTER STEFANO PROTTI
Prima presenza in lista per il giovane Mattia Granatelli della Primavera, per lui maglia numero 27.
PORTIERI: Borghetto, Furlanetto, Mancini;
DIFENSORI: Carosso, De Santis, Eleuteri, Fort, Heinz, Locanto, Pistolesi, Santi;
CENTROCAMPISTI: Bonfigli, Gianelli, Granatelli, Malaccari, Misuraca, Niang, Scorza;
ATTACCANTI: Condello, Giovinco, Marcandella, Petrelli, Petrungaro, Sorrentino.

SQUADRA ARBITRALE
Sabato dirigerà Antonino Costanza di Agrigento; un solo precedente con i gialloblù: Ravenna-Fermana 1-0 (stagione 2019-2020). Assistenti di linea Andrea Barcherini di Terni e Matteo Gentile di Isernia, quarto ufficiale Matteo Maria Giallorenzo di Sulmona.

DUE PRECEDENTI TRA FERMANA E OLBIA
Il primo precedente nella stagione 2021-22 di serie C: l'Olbia ha addirittura condannato i canarini ai play-out vincendo per 3-1 lo scontro salvezza, mentre la passata stagione è finita 0-0.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/02/26/la-fermana-strappa-l1-1-in-liguria-e-adesso-caccia-allolbia/230097/

https://www.viverefermo.it/2024/02/25/fermana-a-chiavari-non-deve-finire-come-a-perugia-e-cesena/229729/

https://www.viverefermo.it/2024/02/19/fermana-perfetta-si-accontenta-dell1-1-ma-pu-ancora-sperare/226181/

https://www.viverefermo.it/2024/02/15/la-fermana-maledice-la-zona-cesarini-a-perugia-ko-all85-1-0/224259/

https://www.viverefermo.it/2024/02/14/fermana-mister-protti-resta-in-sella-ed-gi-pronto-per-perugia/223208/

https://www.viverefermo.it/2024/02/11/la-fermana-canna-alla-grande-il-derby-la-vis-vince-col-minimo-sforzo-0-2/221900/

https://www.viverefermo.it/2024/02/04/la-fermana-resiste-per-83-poi-si-arrende-al-cesena-1-0/217687/

https://www.viverefermo.it/2024/01/30/fermana-dangelo-si-presenta-a-fermo-sto-bene-aiutiamo-i-simoni-e-la-fermana/214353/

https://www.viverefermo.it/2024/01/27/fermana-spietata-a-recanati-1-3-torna-in-corsa-per-la-salvezza/213468/





Questo è un articolo pubblicato il 29-02-2024 alle 16:27 sul giornale del 01 marzo 2024 - 1416 letture


Paolo Bartolomei




qrcode