x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Porto Sant’Elpidio: "Lasciami volare", incontro testimonianza con Gianpietro Ghidini.

1' di lettura
334

di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it


Il dolore di un padre che perde un figlio e la forza di andare avanti.

"Lasciami Volare" è il titolo dell'evento che vedrà come protagonista Gianpietro Ghidini, un papà che ha trasformato una tragedia personale in una missione di vita.
Nel 2013 la morte del figlio Emanuele, di soli 16 anni, a causa di una droga sintetica sconvolge la vita di tutta la famiglia e lo porta a farsi mille domande ed a riflettere sulla sua capacità genitoriale e sul senso che aveva dato fino ad allora alla sua vita.
Papà Gianpietro incontrerà la cittadinanza per portare la propria testimonianza mercoledì 6 marzo, alle ore 20:30, presso il Polo Culturale "Beniamino Gigli" in Piazza Garibaldi.
Una testimonianza di vita, per cercare di condividere l’idea che non solo possiamo sopravvivere al dolore, ma che le sofferenze e le difficoltà della vita ci possono rendere migliori, perché quello che oggi sembra farci cadere può essere quello che domani ci aiuterà a stare in piedi.
Dopo la morte del figlio, Gianpietro decide di creare la Fondazione Ema Pesciolino Rosso, con lo scopo di aiutare i giovani, ricordando a genitori e figli l’importanza del dialogo e incoraggiando i giovani a trovare la loro strada nella vita.
Gianpietro ha lasciato la sua testimonianza con oltre duemila incontri in giro per l’Italia e con la pubblicazione dei libri Lasciami Volare ed Era tutto Perfetto.
I temi trattati nelle conferenze:
• L’importanza delle relazioni;
• La storia di un padre e di un figlio;
• Origine delle dipendenze (Droghe, alcol, smartphone, ecc.);
• Rapporto genitori/figli;
• I valori della vita;
• Il rapporto con il dolore.





Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2024 alle 08:17 sul giornale del 28 febbraio 2024 - 334 letture






qrcode