x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Fermo: Marina Mannucci presenta il suo primo libro “Un team, cinque artisti, una nonna”. Dietro la nascita del Fanta Sanremo

4' di lettura
332

di Alessia Palloni

fermo@vivere.it


Fermo – Con la presentazione presso la Biblioteca Romolo Spezioli del primo libro della giornalista elpidiense Marina Mannucci, avvenuta lo scorso venerdì sera, ci si trova dietro le quinte di un fenomeno che ha conquistato milioni di italiani, legato al Festival della musica Italiana di Sanremo.

Per chi non conoscesse il Fanta Sanremo, o ne avesse solo sentito parlare senza mai prendere parte al gioco, si selezionano componenti di squadre (e leghe) tra gli artisti che si esibiscono sul palco dell’Ariston che potranno portare o togliere punti alle squadre compiendo (volontariamente o involontariamente) le azioni previste dal regolamento.

Marina è tra i componenti del gruppo che nel 2021 si riunì nel bar Papalina di Porto Sant’Elpidio e che ideò le basi di questo gioco.

Alla presentazione, diretta dalla giornalista fermana Silvia Cotechini e organizzata insieme alla Social Radio Mamma esco a fare due passi, è intervenuta anche l’Assessora alla Cultura Micol Lanzidei, che ha detto: << Sono felice di ascoltare la genesi di questo fenomeno che è diventato un cult. Nella prima edizione ricordo di aver pensato “ma come hanno fatto ad inventare un gioco del genere? Dietro c’è sicuramente tanto lavoro, questa edizione ha avuto oltre 4 milioni di squadre in tutta Italia>>.

In questo libro, si intrecciano vissuti di vita quotidiana dell’autrice e al contempo della collettività. Il Festival è un momento che unisce davanti agli schermi milioni di persone, ognuno con la sua unicità. Quella dell’autrice Marina riguarda il profondo legame con sua nonna Enesia, con cui ha passato molto tempo durante l’infanzia e da cui ha appreso sia l’amore per la musica che per il cucito, parte importante della sua vita. “La musica è democratica – spiega l’autrice – mentre cantiamo potremmo non ricordarci le parole giuste, modificare le melodie e quindi creare un prodotto nuovo”, e nuovo è anche il modo in cui in queste tre edizioni del festival sono state fruite dal pubblico grazie al Fanta Sanremo. Riprendendo parole di esperti della comunicazione, “il pubblico ha smesso di essere soggetto passivo, ma ha partecipato attivamente anche alla creazione del programma, modificandolo in alcuni aspetti”. E questo si nota quando gli artisti hanno iniziato a dire sul palco il nome “Papalina” (primo tra tutti Michele Bravi a Sanremo 2021) provocando una certa confusione sui volti di Amadeus e Fiorello, e spingendo la stampa nazionale a chiedersi “Chi è Papalina?”. Centrale è il ruolo della Signora Enesia, che diventa protagonista di questo libro grazie ai suoi ricordi, che sono memoria storica e collettiva dei primi anni del Festival. Nonna Enesia segue Sanremo tutti gli anni, e canta in moltissimi momenti della giornata, specialmente mentre cuce. “Quando mia nipote mi ha detto del libro, e che ci sarei stata anche io, ero meravigliata. Mi chiedevo ma questa giovane ragazza, cosa vorrà raccontare di me?”, ha detto la signora Enesia.

Si è parlato del ruolo chiave del Covid e il Lockdown per l’avvento del Fanta Sanremo, e della notorietà improvvisa che ha investito il team ideatore del gioco. “Quando sono venuta a trovarvi, durante l’edizione del 2022, ho notato delle facce segnate dalla stanchezza e disorientate dalla fama improvvisa”, racconta Silvia Cotechini. Risponde Marina: “È stato un lavoro immenso. Il gioco è iniziato nel bar con quaranta persone, poi sono diventate 50 mila, 100 mila, e poi numeri incredibili”, spiega Marina Mannucci che racconta anche del sostegno di Neri Marcorè, e delle serate al Teatro delle Api per seguire l’andamento del Fanta Sanremo durante i mesi del coprifuoco. “Quello è stato il momento in cui ho capito che questa era una storia che doveva essere raccontata, il primo momento in cui ho pensato a questo libro”, spiega l’autrice.

Al termine della serata, la signora Enesia emoziona i presenti intonando alcune strofe della famosa canzone “Come prima” del celebre cantante Tony Dallara.

Il libro, edito da Bertone Editore, è acquistabile anche su Amazon al link https://amzn.eu/d/h6ExWNQ

Crediti foto: Andrea Turtù


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2024 alle 09:04 sul giornale del 27 febbraio 2024 - 332 letture


Alessia Palloni




qrcode