x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Università o mondo del lavoro: un accordo tra l’Istituto Urbani e l’Ordine dei Commercialisti

2' di lettura
1034

Polo Urbani 


Un protocollo d’intesa è stato firmato venerdì dalla dirigente prof.ssa D’Ignazi e il presidente della sezione fermana, Roberto Vittori

«Cerchiamo di stabilire relazioni con il territorio, per appassionare i ragazzi di tutti i nostri indirizzi di studio e orientarli sia verso l’università, sia verso il mondo del lavoro». Parole con cui la prof.ssa Laura D’Ignazi, dirigente dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore ‘Carlo Urbani’ ha accompagnato venerdì 23 febbraio nel suo ufficio la firma di un protocollo d’intesa con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, sezione di Fermo, rappresentato dal suo presidente Roberto Vittori. «Lo scambio con le scuole è molto importante - ha detto da parte sua il presidente Vittori -. Si tratta di far conoscere ai ragazzi del quarto o del quinto anno cosa sia la nostra professione, nella quale ci sono concorrenza ma anche molte opportunità, offerte da settori vecchi e nuovi, come il lavoro sulla ‘sostenibilità’, il controllo di gestione, le diverse consulenze possibili. Offriamo corsi collaterali a quelli delle scuole e collaboriamo anche con le università, lavorando per lo più con casi reali, altamente formativi». L’intesa tra l’Istituto Urbani e l’Ordine dei Commercialisti offrirà in altri termini ai ragazzi la possibilità di tirocini, corsi di formazione e non ultimo un supporto contro la dispersione Scolastica e a vantaggio dell'occupabilita, in tempi e modalità che verranno comunicati di volta in volta. «Questo Istituto si caratterizza per un’offerta formativa ricca e strutturata anche in collaborazione con le agenzie formative, le aziende e i professionisti del territorio - ha proseguito la prof.ssa D’Ignazi - grazie a una comunità professionale molto attiva e vitale. Quello che stiamo cercando di fare da alcuni anni è rafforzare la collaborazione con gli Ordini professionali, per far comprendere agli studenti la ‘spendibilità’ della conoscenza e delle competenze acquisite a scuola nel mondo del lavoro». Anche i docenti prof. Pierpaolo Piermarini e prof.ssa Filomena Varlotta, che hanno lavorato alla stipula di questo accordo, sottolineano l’importanza dell’interdipendenza tra scuola e mondo del lavoro, anche per offrire soluzioni a possibili fenomeni di dispersione e abbandono scolastico nel percorso di studi.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2024 alle 21:59 sul giornale del 24 febbraio 2024 - 1034 letture






qrcode