x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Servigliano: La Locandiera in vernacolo vista da Saverio Marconi

2' di lettura
352

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


Nuova produzione di Progetto Musical, data zero domenica a Servigliano, poi anteprima a Caldarola.

“La Locandiera” in vernacolo approda a teatro. Il maestro Saverio Marconi firma l’adattamento e la regia della celebre commedia di Carlo Goldoni, mentre la traduzione in dialetto fermano-maceratese è di Manu Latini che si è avvalso della consulenza di esperti di fonetica. Sui generis l’ambientazione della vicenda che avviene in una locanda e annesso stabilimento balneare della costa marchigiana negli anni Sessante. A sostenere il progetto culturale in questa prima fase di lancio è l’Unione Montana dei Monti Azzurri e i Comuni di Servigliano, Caldarola e Sant’Angelo in Pontano, oltre a partner privati. Si tratta della nuova produzione dell’associazione culturale Progetto Musicale. La data zero si svolgerà domenica 25 febbraio a Servigliano (Teatro Comunale), dove saranno allestite due repliche alle ore 17.30 e alle 21. Biglietti esauriti in appena due giorni di prevendita, segno tangibile della grande attesa. Poi ci sarà l’anteprima a Caldarola (Teatro Comunale) fissata per domenica 3 marzo alle 17.30: in questo caso i biglietti possono essere acquistati sul circuito ciaoticket. E anche qui le prevendite viaggiano molto spedite. Informazioni: 348.2423174. Fissata anche una replica a Sant’Angelo in Pontano (Teatro Angeletti, sabato 4 maggio ore 21). La tournée vera e propria andrà in scena dal prossimo autunno alla primavera 2025. Ecco il cast: Cinzia Paoletti (Mirandolina), Thomas Tossici (Ing. Sciapigotto), Manu Latini (Conte Arbì), Simone Pompozzi (Marchese), Simone Rossetti (Fabrizio), Rachele Morelli (Dejanira), Ombretta Ciucani (Ortensia), Leonardo Scagnoli e Maria Polini (camerieri). Importante la scenografia, in continuo movimento, studiata e realizzata per l’occasione. Le scene sono firmate da Elisabetta Cereda, mentre fonica e luci sono affidate a Alessandro Pianesi. La crew è composta anche da Pietro Leombrini (aiuto regia), Lucrezia Cruciani, Maria Vittoria Calzetti, Matilde Corradini (assistenti alla regia). Disegno affidato a Monica Massi con la collaborazione di Rudy Teodori e Niccolò Moretti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2024 alle 11:59 sul giornale del 24 febbraio 2024 - 352 letture


Redazione VivereFermo




qrcode