x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Nuovi linguaggi per nuovi incontri. Ripartita la Scuola di Resilienza dell' Associazione " Grande Anima"

4' di lettura
754

di Marina Vita

fermo@vivere.it


Diciannove gli incontri già programmati, 2 al mese, da febbraio a dicembre, quasi sempre di mercoledì o sabato pomeriggio. Un Calendario che andrà arricchendosi in corso d’anno con nuove iniziative in via di definizione. " Abbiamo scelto di sperimentare 4 linguaggi nuovi per declinare il racconto e la conoscenza di sé : Lettura, Musica, Scrittura e Narrazione”- dice il Presidente Palmieri

Montegiorgio- L’Associazione Grande Anima è nata da un grande dolore, quello di Valerio e Annalisa Palmieri, marito e figlia della dott.ssa Rosy Medri, rapita prematuramente alla vita da una malattia spietata. Eppure in questi 5 anni dalla fondazione ha costruito bellezza e gioia, solidarietà e fiducia e una importante rete di relazioni con persone straordinarie che offrono la propria competenza e passione al servizio dell’esperienza collettiva. Tutto grazie a un vero percorso di resilienza, affrontato insieme a filosofi, musicisti, scultori, medici e scrittori che, attraverso la condivisione e la consuetudine dell’incontro ha dato vita a gruppo che cresce e cammina insieme per elaborare il dolore e andare oltre con nuove consapevolezze.
“Anche nel 2024 il programma di Grande Anima è ricco di proposte e di strumenti per imparare la resilienza- annuncia il Presidente Palmieri- confermando lo stile del laboratorio, perché non esistono ricette preconfezionate, ma soltanto esperienze da attraversare, emozioni da conoscere e strumenti da utilizzare. Abbiamo scelto di sperimentare 4 linguaggi nuovi per declinare il racconto e la conoscenza di sé : Lettura, Musica, Scrittura e Narrazione”.
Diciannove gli incontri già programmati, 2 al mese, da febbraio a dicembre, quasi sempre di mercoledì o sabato pomeriggio , con laboratori musicali di guida all’ascolto condotti dalla musicologa Sabrina Vallesi; di lettura, anche ad alta voce, e incontro con l’autore, condotti da Laura Stopponi, segretaria e caposaldo dell’Associazione; di scrittura condotti da Cristiana Sarchioni; di narrazione sul “cosa ho visto e cosa ascoltato, cosa ho provato, chi ho incontrato”.
Un programma composito, ma non troppo strutturato- come ha precisato la Stopponi- per lasciare che gli eventi si strutturino secondo il sentire del gruppo. Un Calendario che andrà arricchendosi in corso d’anno con nuove iniziative in via di definizione. Come la Mostra itinerante “9 sculture per una grande Anima” dello scultore Ugo Riva, autore della Statua Grande Anima di cui la dott,ssa Rosy si era innamorata e da cui l’associazione ha preso il nome. Lo scorso anno la Mostra era stata allestita nella Casa di Licini a Monte Vidon Corrado. Quest’anno sarà invece esposta prima al Museo Diocesano di Pesaro (dal 6 aprile al 23 giugno) e poi (dal 29 giugno al 29 settembre) a Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno .
Inoltre “ stiamo cercando di definire l’istituzione della Borsa di studio nazionale intitolata a Rosy- ha confermato il Presidente Palmieri- destinata a laureandi che intendono occuparsi di medicina narrativa e olistica come faceva da molti anni mia moglie”.
Dal programma presentato, non a caso, proprio il giorno di San Valentino, manca anche la giornata clou: il 6° anniversario della scomparsa della Dott.ssa Medri, ancora in organizzazione. Ogni anno questo evento ha riservato forti emozioni e importanti incontri con la cultura a tutto tondo. E sarà così anche nel 2024, con tanto di una pubblicazione che raccoglierà i primi 5 anni di vita dell’Associazione.
Tutti gli incontri-laboratori che si terranno a Palazzo Sant’Agostino, sono aperti gratuitamente a chi vorrà partecipare. Unica condizione la sottoscrizione della tessera dell’Associazione ,25 euro annui, dato che tutto questo è organizzato dal Presidente Palmieri su base volontaria e senza finanziamenti esterni. Il Comune di Monte Giorgio quest’anno, oltre ad aver messo a disposizione gratuitamente i locali, ha anche stanziato un contributo.
“ Siamo orgogliosi che questa associazione operi a Montegiorgio- ha commentato l’assessora Michela Vita- La resilienza è il più grande modo di amarsi e amare gli altri . Molti piccoli borghi hanno bei contenitori, ma riempirli di contenuti non è scontato. Il contenuto di Grande Anima e il messaggio che veicola attraverso l’arte e la cultura è il modo migliore per avvicinarsi a Dio e agli altri”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2024 alle 17:41 sul giornale del 22 febbraio 2024 - 754 letture






qrcode