x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Monte Urano: Carnevale Monturanese, successo per la sfilata di martedì grasso. Domenica l’annuncio del vincitore

3' di lettura
2020

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


Buona la prima per il Carnevale Monturanese, partito ieri con la sfilata dei carri allegorici di martedì grasso a cui, complice la giornata soleggiata, ha partecipato un pubblico numeroso. L’attesa è ora per domenica, quando al termine della seconda sfilata verrà svelato il quartiere vincitore.

Partenza col botto per la 47esima edizione del Carnevale Monturanese. Nonostante le previsioni meteo incerte, una bella giornata di sole ha premiato il duro lavoro dei quartieri che, da mesi, sono impegnati nella preparazione di carri allegorici, costumi e coreografie da esibire nella manifestazione. E così, una folla numerosa e festante ha invaso, dal primo pomeriggio di ieri 13 febbraio, le vie del centro cittadino. Come annunciato in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento (ne avevamo parlato qui), sette quartieri hanno presentato il proprio carro, ognuno realizzato integralmente dai propri volontari su un tema liberamente scelto. Carri che, dalle 14:30, hanno iniziato a percorrere l’itinerario per le vie della città, fino al centro cittadino. Ad aprire il corteo, il carro di Re Carnevale, seguito dai carri allegorici con i rispettivi figuranti, secondo l’ordine di classifica dell’anno precedente; primo in ordine di sfilata, quindi, quest’anno, il Quartiere Centro - vincitore dell’edizione 2023 - con il suo carro ispirato a Harry Potter e un numeroso seguito di figuranti mascherati dai principali protagonisti della saga, dagli immancabili Harry, Ron, Hermione e Malfoy, a Silente, McGranitt, Voldemort, fino agli allievi della scuola di Hogwarts. Le quattro stagioni sono invece protagoniste del carro del Quartiere Sant’Andrea, che ha fatto sfilare costumi ispirati alla natura e, appunto, all'avvicendarsi delle stagioni; terzo in ordine di sfilata il Quartiere Incancellata con La Casa di Carta e il suo corteo di maschere di Dalì e tute rosse che hanno reso celebre la serie tv; l’arte, in particolare Andy Warhol e la pop art hanno invece ispirato il Quartiere San Pietro, che ha portato per le strade i quadri e le opere della famosa corrente artistica; ironico e divertente il carro del Quartiere Stadio, che ha giocato invece sull’istituzione del matrimonio tradizionale e sui ruoli di moglie, marito, suocera, parenti; il quartiere San Lorenzo, sesto in ordine di sfilata, ha scelto invece di rappresentare il Trono di Spade, con tutti i principali personaggi della nota serie tv a fare da contorno al carro allegorico; a chiudere la sfilata, il Quartiere 167 con un omaggio al mare e un carro a tema marino, con Nettuno, cavallucci marini, sirene e molto altro.