x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Minaccia di morte un cliente per una recensione negativa. Denunciata dai Carabinieri di Pedaso la titolare di una struttura ricettiva

2' di lettura
350

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


I Carabinieri della Stazione di Pedaso hanno concluso un’indagine riguardante minacce e molestie telefoniche perpetrate da una cittadina romana.

Grazie alla denuncia formalizzata da un residente, i militari hanno avviato immediati accertamenti, che hanno portato all'identificazione e alla denuncia in stato di libertà alla competente autorità Giudiziaria di una giovane romana di 27 anni, già nota alle forze dell'ordine per precedenti penali. Il denunciante ha riportato che la donna in questione lo minacciava ripetutamente attraverso telefonate e messaggi su WhatsApp, chiedendogli la cancellazione di una recensione negativa che egli aveva pubblicato sul sito web "Booking". Tale recensione si riferiva alla gestione della struttura turistica di cui la romana è responsabile, e comprendeva anche epiteti offensivi e minacce di morte. La Stazione dei Carabinieri di Pedaso ha tempestivamente informato dell'accaduto l’autorità Giudiziaria competente, che procederà ora ad ulteriori approfondimenti sulla vicenda. Questa operazione dimostra ancora una volta l'importante ruolo che i Carabinieri svolgono nella tutela della tranquillità e nella salvaguardia dei diritti delle persone. Inoltre, si evidenzia l'importanza di denunciare tempestivamente episodi di minacce o molestie, affinché i responsabili possano essere individuati e assicurati alla Giustizia. In un'epoca in cui i social media e le piattaforme online sono diventati strumenti di comunicazione privilegiati, è fondamentale che ogni cittadino sappia gestire con intelligenza e responsabilità la propria presenza su tali canali. La diffamazione, le minacce e la violenza verbale online non solo danneggiano le persone coinvolte, ma minano anche la fiducia e il rispetto che dovrebbero caratterizzare le relazioni umane. I Carabinieri continuano a impegnarsi attivamente per garantire la sicurezza e il benessere sociale, con una particolare attenzione alla tutela delle vittime di reati di natura psicologica o virtuale. Si invitano pertanto tutti i cittadini a segnalare eventuali episodi di questo genere, consentendo alle forze dell'ordine di agire prontamente.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2024 alle 19:58 sul giornale del 15 febbraio 2024 - 350 letture


Redazione VivereFermo




qrcode