x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

La Fermana maledice la zona Cesarini, a Perugia ko all'85': 1-0

4' di lettura
864

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


PERUGIA - Come a Cesena, anche al "Curi" Fermana perfetta per 85', poi arriva il gol dei padroni di casa (Seghetti) che condanna ad una sconfitta non meritata i gialloblù che colpiscono il palo nel finale con Petrungaro.

Pazza Fermana, gioca bene in partite che poi alla fine sono comunque destinate ad essere perse come quella di questa sera o quella in casa della capolista Cesena, poi fallisce clamorosamente le partite alla propria portata o gli scontri diretti.
A Perugia, come a Cesena, di più non si poteva fare, però la realtà della classifica dice che adesso il distacco con l'Olbia, penultima (oggi ha pareggiato 1-1), sale a 4 punti ed è di ben 11 punti la distanza con la quintultima, che oggi è il Sestri Levante; ricordiamo che la penultima (posizione a cui punta la Fermana) può disputare il playout salvezza solo se la distanza con la quintultima è di massimo 8 punti.
Domenica (ore 14) c'è a Fermo la Spal, solo tre punti in quella gara potranno raddrizzare la situazione, purché in concomitanza con altri risultati: nel prossimo turno l'Olbia gioca a Pineto, la Recanatese ad Arezzo e il Sestri, quintultima, con la capolista Cesena. Potrebbe essere per i gialloblù l'ultima occasione per rimettersi in corsa, dopodiché il tempo comincerà a stringere, oggi mancano dodici partite al termine.

LA PARTITA
Un po' per necessità, un po' per scelta, Protti (che 48 ore prima si è visto riconfermata la fiducia di squadra e società) rivoluziona la formazione della Fermana, soprattutto l'attacco, facendo esordire dal 1' tutti e tre gli avanti: Sorrentino al centro, Giovinco e Marcandella ali. A centrocampo, senza Giandonato, Fontana e Scorza infortunati (quest'ultimo parte dalla panca), la fascia di capitano e il ruolo di playmaker va a Misuraca con l'aiuto di Gianelli e dell'esordiente Niang. In difesa si ricostituisce la coppia di due centrali delle ultime settimane Fort e Santi con la conferma di Eleuteri terzino destro e l'esordio in questo campionato di Carosso sull'out sinistro.

CRONACA
Come a Cesena, anche a Perugia Fermana compatta, attenta su tutti i palloni soprattutto in fase di copertura. Fort giganteggia al centro della difesa, tra gli esordienti Niang fa una ottima impressione, Il Perugia, nonostante il suo tasso tecnico elevato, fa fatica a trovare qualsiasi spazio, la prima vera occasione è allo scadere del primo tempo con un Furlanetto che salva il risultato con una parata strepitosa, è vero che il tiro non era molto angolato, ma era fortissimo e da distanza ravvicinata. Per la Fermana diverse ripartenze che non impensieriscono i biancorossi.

Nel secondo tempo il Perugia parte forte e al 1' Ricci manda di poco alto. I grifoni continuano a spingere e Protti irrobustisce la fase di interdizione richiamando Gianelli ed inserendo Scorza, quindi totalmente recuperato dalla piccola elongazione al polpaccio; inoltre avvicendamento Marcandella-Petrungaro. Proprio dai piedi di quest'ultimo, alla mezz'ora, arriva la prima occasione per i canarini, il portiere perugino Adamonis è costretto a deviare in angolo un diagonale molto insidioso al termine di un'azione di ripartenza portata avanti da Giovinco, molto attivo, che ha tenuto sempre in allerta la retroguardia perugina e all'80' impegna di nuovo Adamonis.

Quando per i gialloblù sembrava fatta per tornare a casa con un bel pareggio, all'85' arriva il gol del Perugia con il settempedano Seghetti, per carità meritatissimo per quello che ha fatto vedere il grifone (anche se ha avuto pochissime occasioni, ha attaccato in continuazione), però è una beffa per una delle migliori prestazioni per la Fermana che tre minuti dopo ha l'occasione per pareggiare colpendo il palo con Petrungaro e la palla che addirittura carambola addosso al portiere Adamomis e balla sulla linea di porta.
Dopo 5' di recupero termina 1-0 tra le imprecazioni della cinquantina di tifosi gialloblù giunta al Renato Curi.

PERUGIA (3-4-1-2): Adamonis; Mezzoni, Lewis, Dell’Orco; Paz (24’ st Cancellieri), Iannoni, Torrasi (24’ st Giunti), Lisi; Ricci (24’ st Agosti); Matos (8’ st Seghetti), Cudrig (Polizzi). A disp. Abibi, Yimga, Souarè, Viti, Ebnoutalib I., Bezziccheri, Lomangino. Allenatore: Alessandro Formisano.

FERMANA (4-3-3): Furlanetto; Eleuteri (44’ st Semprini), Fort, Santi, Carosso; Niang (37’ st Heinz), Gianelli (15’ st Scorza), Misuraca; Sorrentino, Giovinco (44’ st Petrelli), Marcandella (15’ st Petrungaro). A disp. Borghetto, Mancini, Locanto, Heinz, Bonfigli, Semprini, Petrelli, Condello. Allenatore Stefano Protti.

ARBITRO: Mattia Drigo di Portogruaro (Marco Pilleri di Cagliari, Mirko Bartoluccio di Vibo Valentia, quarto ufficiale Enrico Eremitaggio di Ancona).

RETE: 40’ st Seghetti
NOTE: ammoniti Dell’Orco, Carosso. Recupero 0+5.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/02/14/fermana-mister-protti-resta-in-sella-ed-gi-pronto-per-perugia/223208/

https://www.viverefermo.it/2024/02/13/fermana-protti-verso-lesonero-mengo-o-silva-nuovo-allenatore/222601/

https://www.viverefermo.it/2024/02/11/la-fermana-canna-alla-grande-il-derby-la-vis-vince-col-minimo-sforzo-0-2/221900/

https://www.viverefermo.it/2024/02/11/derby-fermana-vis-pesaro-per-la-classifica-per-i-tifosi-per-la-citt/221502/

https://www.viverefermo.it/2024/02/04/la-fermana-resiste-per-83-poi-si-arrende-al-cesena-1-0/217687/

https://www.viverefermo.it/2024/01/30/fermana-dangelo-si-presenta-a-fermo-sto-bene-aiutiamo-i-simoni-e-la-fermana/214353/

https://www.viverefermo.it/2024/01/27/fermana-spietata-a-recanati-1-3-torna-in-corsa-per-la-salvezza/213468/



Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2024 alle 03:25 sul giornale del 15 febbraio 2024 - 864 letture

All'articolo è associato un evento


Paolo Bartolomei




qrcode