x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Gli azzurri della Figest protagonisti in Svezia ai Campionati mondiali di tiro alla fune: ecco i marchigiani convocati

3' di lettura
100
da FIGeST
Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali

Da mercoledì a domenica (7 – 11 febbraio) gli Azzurri della Figest, la Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali, saranno protagonisti ad Helsingborg, in Svezia, ai Campionati mondiali di tiro alla fune indoor.

La delegazione italiana indosserà la maglia Figest per le sfide tra i club in apertura dei giochi della World Championship, all’interno della Helsingborg Arena, mentre nelle sfide tra Nazionali gli italiani gareggeranno nelle categorie 580 mix, 640 e 680 kg. A guidare il team tricolore saranno i coach Marco Gallucci e Giacomo Frattalocchi, insieme al responsabile nazionale Alfredo Dalle Luche. La delegazione nella prima fase di preparazione al Mondiale ha trovato il supporto tecnico in Guido Bellinazzi e nell’organizzazione il contributo di Nicola Cappelletto, delegato Figest per la Twif, la tug of War International Federation. Tra gli atleti convocati i marchigiani Rossano Biondi, Giacomo Michelangelo, Andrea Pasquini, Devis Pennesi, Alex Petrini ed Alessandro Quinzi della Polisportiva Bellatores di Monte Urano in provincia di Fermo, il toscano Gabriele Bartalucci di Castelfiorentino, le toscane Silvana Benedetti e Chiara Moriconi dell’Asd I Cerberi di Camaiore in provincia di Lucca, il marchigiano Manuel De Piazzi dell’Asd Cavalcata dell’Assunta di Fermo insieme ai fermani Samuele Borraccini, Stefano Cintio, Cristiano Ferrara, Stefano Marcaccio, Andrea Mignani, Claudia Perino dell’Asd Cobra, ai toscani dell’Asd Black Bull di Camaiore Luna Bonuccelli, Angela D’Angelo e Fabio Petrucci, il campano della Lubrensis di Massa Lubrense, in provincia di Napoli, Eugenio Gargiulo. Prenderanno parte alla competizione per club anche i club italiani di Valtellina e Cobra. “Si tratta della prima esperienza per me e per Giacomo Fratalocchi come tecnici della Nazionale italiana di tiro alla fune - spiega Marco Gallucci, che sottolineata - E’ stata una sorpresa inaspettata ma piacevole e ci riempie di orgoglio poter dare il nostro contributo alla Federazione. La rosa della Nazionale è una élite di atleti di altissimo livello e siamo convinti di poter fare bene anche in campo internazionale. La speranza è di conquistare quella medaglia che coronerebbe il percorso di crescita del movimento tiro alla fune italiano, cresciuto moltissimo in questi anni grazie al lavoro di tutti i club che si impegnano duramente ogni settimana e alla Figest che ci supporta in tutto”. “La Nazionale si presenta a questo Mondiale con un organico frutto della collaborazione delle varie Asd che militano nel Campionato italiano – aggiunge Alfredo Dalle Luche, che spiega - Fare previsioni oppure ipotizzare qualsiasi risultato è impossibile, certo è che questa Nazionale presenta particolarità molto definite: l’esperienza di molti atleti associata ad una base di nuove leve giovanissime, la consapevolezza dell’impegno nella sua importanza, sia per il proprio club di appartenenza che per la propria Nazionale fanno sperare. Mi auguro in una prestazione di livello, l’obbiettivo resta migliore le precedenti partecipazioni e i ragazzi e le ragazze che parteciperanno sono motivate nel giusto modo. L’esordio dei due nuovi coach, poi, spero porti una piccola spinta nuova”. A fare il tifo per la delegazione italiana Figest il presidente della Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali, Enzo Casadidio, che in vista della partenza degli atleti azzurri ha voluto inviare loro un saluto e un grande in bocca al lupo.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2024 alle 14:44 sul giornale del 07 febbraio 2024 - 100 letture






qrcode