x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fermo: torna la Giornata di Raccolta del Farmaco

5' di lettura
70

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


Anche quest’anno, si svolge la GRF - Giornata di Raccolta del Farmaco. Durerà una settimana, da martedì 6 a lunedì 12 febbraio.

In 5.000 farmacie che partecipano in tutte le città italiane (espongono la locandina dell’iniziativa - L’elenco è consultabile su www.bancofarmaceutico.org), è chiesto ai cittadini di donare uno o più medicinali da banco per i bisognosi. I farmaci raccolti (598.178 confezioni nel 2023, pari a un valore di 5.010.685 €) saranno consegnati a 1.900 realtà benefiche che si prendono cura di almeno 427.000 persone in condizione di povertà sanitaria, offrendo gratuitamente cure e medicine. Il fabbisogno segnalato a Banco Farmaceutico da tali realtà supera il milione di confezioni di medicinali. Si invitano i cittadini ad andare apposta in farmacia per donare un farmaco. Servono, soprattutto, antinfluenzali e medicinali pediatrici, antifebbrili, analgesici, preparati per la tosse e per i disturbi gastrointestinali, farmaci per i dolori articolari e muscolari, antistaminici, disinfettanti, vitamine e sali minerali. Nella provincia di Fermo, la Raccolta si svolgerà dal 6 al 12 febbraio in circa 19 farmacie. I volontari del Banco saranno presenti soprattutto sabato 10 febbraio. I farmaci raccolti sosterranno 9 realtà benefiche del territorio. Durante l’edizione del 2023, sono state raccolte 1647 confezioni (pari a un valore di 12.567 euro) che hanno aiutato 1362 assistiti di 9 enti. Nelle Marche, nel 2023, sono state raccolte 20.273 confezioni di farmaci in 184 farmacie, pari a un valore di 165.328 euro. I medicinali raccolti hanno contribuito a curare 8670 persone aiutate da 93 realtà caritative del territorio regionale. Le Farmacie della provincia di Fermo che hanno aderito sono: Bini, Cisbani, Comunale a Fermo, Boncori, Comunale, Michele Pompei e Luisa Pompei a Porto San Giorgio, Formentini a Ponzano di Fermo, Cuccu’ a Campiglione, Cingolani a Magliano di Tenna, Comunale 2 a Porto Sant’Elpidio, San Tommaso a Lido San Tommaso, Lattanzi a San’Elpidio a Mare, Casali Manzetti a Montegranaro, Diadori a Monte Giberto, Montefortino a Montefortino, Marchetti a Rubbianello di Monterubbiano, Marconi a Pedaso, Di Bacco a Lapedona Nonostante sia da tanti anni volontaria del Banco Farmaceutico non smetto mai di stupirmi della partecipazione e generosità dei farmacisti, dei volontari e della gente che dona. Non ci si abitua mai al bene. Quest’anno in modo particolare mi ha colpito una farmacista che alla mia richiesta di aderire, mi ha risposto dicendomi “lo facciamo perché ce n’è proprio bisogno”, credo che questo dica tutto. Questo è quanto ci dice la delegata per il Banco Farmaceutico della Provincia di Fermo, la dr.ssa Michela De Vita. La GRF si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio di AIFA e in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Egualia – Industrie Farmaci Accessibili. Intesa Sanpaolo è Partner Istituzionale dell’iniziativa. La GRF è realizzata grazie all’importante contributo incondizionato di IBSA Italy, Teva Italia, EG Stada Group e DHL Supply Chain Italia e al sostegno di DOC Generici, Accord Healthcare, Piam Farmaceutici, Zentiva Italia e Zuccari. La Raccolta è supportata da RAI per la Sostenibilità – ESG, Mediafriends, La7, Sky per il sociale, e Pubblicità Progresso. L’iniziativa è possibile grazie al sostegno di oltre 19.000 farmacisti (titolari e non) che oltre a ospitare la GRF la sostengono con erogazioni liberali. Anche quest’anno, ci saranno oltre 25.000 volontari. «Donare un farmaco è un gesto semplice e può essere determinante per la salute di chi non può permetterselo. Contribuisce in maniera importante al bene di chi lo riceve. Ma anche di chi lo dona. Perché, in fondo, compiere il bene è una parte inscindibile della legge scritta nel cuore di ogni persona, è una componente della stessa struttura umana: “siamo venuti al mondo perché qualcuno ci ha accolti, siamo fatti per l’amore, siamo chiamati alla comunione e alla fraternità”, ha detto Papa Francesco in previsione della Giornata Mondiale del Malato, che cade proprio durante la settimana di Raccolta. La gratuità, insomma, è una dimensione essenziale della nostra anima. Basterebbe questo non solo per donare un farmaco a chi ne ha bisogno, ma anche per comprendere come sarebbe così semplice costruire un mondo di pace», ha dichiarato Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico Ets. «La responsabilità sociale è nel DNA della farmacia: per tale motivo anche quest’anno partecipiamo attivamente alla Giornata di Raccolta del Farmaco. Un’iniziativa importante per dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno» afferma Marco Cossolo, presidente di Federfarma nazionale. «I farmacisti in farmacia, in quanto parte integrante del tessuto sociale, sono sensibili alle disuguaglianze sanitarie, purtroppo presenti in molte parti del nostro Paese. Negli ultimi anni si è verificato un aumento del disagio economico e della povertà sanitaria: i farmacisti ne hanno piena coscienza come professionisti della salute, perciò si impegnano costantemente nei confronti della comunità e dei più fragili». «Anche quest’anno la FOFI è al fianco di Banco Farmaceutico in questa importante iniziativa di solidarietà che si avvale del contributo fattivo dei farmacisti per fornire un aiuto concreto alle persone più indigenti – ha dichiarato Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI) –. Ringrazio tutti i colleghi che hanno aderito numerosi, a conferma della grande sensibilità e attenzione nei confronti delle comunità in cui operano e dell’impegno costante di tutta la categoria per garantire la tutela alla salute quale diritto fondante della nostra società. La Giornata di Raccolta del Farmaco, resa possibile grazie al contributo di migliaia di volontari e alla grande generosità degli italiani, ci ricorda il valore sociale del dono, oggi più che mai, per tendere una mano a chi ha più bisogno».



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2024 alle 14:53 sul giornale del 07 febbraio 2024 - 70 letture

All'articolo è associato un evento


Redazione VivereFermo




qrcode