x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fermo: il prossimo biodigestore spiegato all’ITT Montani

3' di lettura
50
da Comune di Fermo
www.fermo.net

Incontro con gli studenti cui hanno preso parte l’assessore Ciarrocchi ed il direttore del polo di trattamento Asite Gigli.

Il biodigestore a scuola, nello storico istituto tecnico fermano. Il tema del prossimo impianto di trasformazione del rifiuto organico in biometano, che sorgerà a Fermo, è stato oggetto ieri pomeriggio di un incontro all’ITT Montani di Fermo, di cui è dirigente la prof.ssa Stefania Scatasta, nel corso del quale l’Assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi ed il direttore tecnico del Polo di trattamento e valorizzazione di Asite ing. Giorgio Gigli, invitati dagli stessi studenti, coordinati dal prof. Paolo Orlandi, hanno illustrato il progetto fermano ad una platea di studenti preparati ed appassionati.

Davanti a circa un centinaio di alunni delle classi di energia, elettronica e chimica dei materiali del triennio, è stato ripercorso l’iter, ora concluso, che porterà alla prossima realizzazione dell’impianto di biodigestione anaerobica dei rifiuti. E’ stata conclusa la procedura di gara per l’affidamento dell’opera e gli uffici comunali e dell’Asite stanno lavorando su contratto e progetto esecutivo per l’avvio dei lavori che potrebbe avvenire già nei mesi estivi.

L’Assessore Ciarrocchi, in particolare, ha ricordato che la valenza e la bontà del progetto di Comune e Fermo Asite sono state premiate con il finanziamento pubblico di fatto integrale tramite i fondi PNRR grazie al conseguimento del quattordicesimo posto in graduatoria su scala nazionale, a fronte di circa 500 progetti presentati. Proprio grazie all’importante risultato conseguito a Fermo è stato riconosciuto un finanziamento di circa 24 milioni di euro per la realizzazione dell’impianto che porterà enormi e rilevanti benefici per quanto riguarda la tutela ambientale.

Gli studenti hanno mostrato molto interesse sia nell’ascolto che nelle domande poste ai due ospiti, che hanno illustrato il progetto anche servendosi di slides. Presenti anche il consigliere comunale Eleonora Luciani ed i docenti il vice Preside prof. Roberto Barbieri e la prof.ssa Alice Ruggeri: entrambi hanno fatto delle domande agli intervenuti proprio per l’importanza che il nuovo impianto. altamente moderno, tecnologico e funzionale. rivestirà dal punto di vista ambientale.

Risposte tecniche e competenti alle curiosità degli studenti da parte dell’ing. Gigli che ha illustrato tutto il ciclo dei rifiuti dalla raccolta alla creazione di biometano, mentre l’assessore ha illustrato il lungo iter che aveva portato a questo investimento, culminato nell'atto di indirizzo approvato dal Consiglio Comunale nel dicembre del 2021, preceduto anche da diversi passaggi propedeutici in Commissione Consiliare, dialoghi ed incontri con le associazioni ambientaliste, cui era seguita l'autorizzazione ambientale della conferenza dei servizi in Provincia nel 2022. Lo scorso anno il bando di gara e l’affidamento.

Per l’ITT Montani di Fermo un pomeriggio informativo e istruttivo di grande importanza, che ha suscitato un tale interesse da indurre alunni e docenti a decidere di portare a termine un progetto avviato prima del periodo pandemico, ovvero la realizzazione di un mini biodigestore per la scuola, quale strumento di studio e comprensione della tutela dell’ambiente attraverso le moderne tecnologie.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2024 alle 19:10 sul giornale del 04 febbraio 2024 - 50 letture






qrcode