x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

La Fermana rinforzata dal mercato fiduciosa a Cesena

6' di lettura
892

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - I gialloblù affrontano sereni la trasferta a casa della capolista ormai lanciata verso la serie B. Dal mercato rinforzi di categoria e la forma della squadra è in crescendo dopo il derby di Recanati. Nelle ultime 10 partite i canarini hanno fatto meglio di ben sei avversarie. Protti: "Domani proviamo ad arginare una squadra super".

Cesena - Fermana di sabato sera, ore 20.45, Stadio Manuzzi-Orogel è un testa coda che sembra avere ben poco da dire.
Il Cesena dopo la pesante sconfitta della inseguitrice Torres a Carrara, è lanciatissimo verso il ritorno in serie B con 6 punti di vantaggio sui sardi: dal Perugia in giù possono ormai puntare solo ai play-off.
Con 51 reti segnate (più del triplo della Fermana) e solo 13 subite (meno della metà di quelli incassate dai gialloblù), con in casa ben 9 vittorie, 2 soli pareggi e finora alcuna sconfitta, i bianconeri sono un rullo compressore.
L'unica sconfitta incassata dal Cesena in questa stagione è stata alla prima di campionato a Olbia; gli ultimi due ko subiti dai romagnoli al Manuzzi risalgono a novembre in Coppa Italia (col Rimini) e alla fine dello scorso campionato (play-off con il Lecco); nelle ultime due partite hanno siglato 6 reti contro Pontedera e Ancona.

All'andata a Fermo terminò 0-4 per il Cesena nel momento più buio di quest'anno per la Fermana.
Insomma, la partita sembrerebbe senza storia, oltre che senza tifosi per i divieti imposti dalle autorità per domani.
I tifosi gialloblù, davanti alla TV, possono solo sperare che la Fermana rivitalizzata dai rinforzi di mercato, che già a Recanati sono parsi determinanti, dal nuovo spirito di squadra e dalla vittoria del derby, possa dare ai bianconeri più filo da torcere possibile per uscire a testa alta dal Manuzzi che non è certo uno dei campi su cui la Fermana deve conquistare i punti salvezza.
Gli unici due pareggi interni del Cesena quest'anno sono stati con l'inseguitrice Torres e poi 2-2 con la matricola pericolante Sestri Levante; quest'ultimo risultato è l'unico appiglio che hanno i gialloblù per sperare di strappare un punto dalla Romagna domani, speranza rafforzata dalla classifica parziale delle ultime 10 partite (casa e fuori) dove la Fermana è quasi a metà graduatoria con un trend migliore di Sestri Levante, Pineto, Ancona, Spal, Olbia e Recanatese (vedi in basso).

CALCIOMERCATO
Nelle ultime ore di mercato sono giunti alla Fermana due difensori, Carosso esterno sinistro e Heinz centrale, e due attaccanti, la seconda punta Giuseppe Giovinco (classe 1990, fratello minore di Sebastian "la formica atomica", 60 gol in 13 campionati serie C, compreso questo) e la punta centrale Lorenzo Sorrentino (1995); quest'ultimo in particolare è l'acquisto più importante considerate le lacune della Fermana.
Con 30 gol siglati negli ultimi nove campionati di serie C compreso quello in corso: (3 centri a Giugliano nel girone B di serie C, prima anche a Cesena e Samb), alto quasi un metro e 90, tutti sperano che Sorrentino sia la pedina che tolga le castagne dal fuoco a Protti, o facendo gol (cosa che non ha fatto mai di frequente come dicono i numeri) o che soprattutto li faccia fare, visto che ultimamente stanno andando in gol i difensori centrali e i centrocampisti. Alla fine Scorza e Spedalieri sono rimasti, ottima notizia, la squadra con loro due è molto più forte.

Gli arrivi sono stati possibili dalle partenze: difensori Laverone e Fiumanò (quest'ultimo appena arrivato, ha collezionato solo due panchine), attaccanti Montini (autore di 3 gol), Curatolo (un centro) e Pinzi. Resta sul groppone il difensore centrale Padella, unico a non essere partito dei tre esclusi dalle convocazioni (gli altri due sono Laverone e Calderoni); resta anche Semprini come buon rincalzo di Sorrentino, Paponi, Giovinco e Petrelli.
Torna Alessandro Carosso, bravo difensore mancino, classe 2002, lo scorso anno è stato protagonista della stagione canarina con 27 presenze all'attivo in campionato, prima del rientro alla Pro Vercelli dove, in questa stagione, ha collezionato 10 presenze (foto in basso in maglia azzurra).

LE PAROLE DI MISTER PROTTI ALLA VIGILIA
Con la sua solita carica e convinzione, l'allenatore della Fermana fa capire che vuole giocarsi alla pari ogni partita, anche una difficile come quella di domani.

«La Fermana ha esigenza di punti, non può andare a Cesena pensando di aver già perso la partita - le dichiarazioni del tecnico gialloblù dopo la rifinitura di ieri, diffuse dall'Ufficio Stampa della Fermana FC - al contrario andiamo, ce la giochiamo e vedremo fino a dove saremo bravi ad arginare una squadra super.
Il mercato finalmente è finito, adesso sappiamo chi siamo e quanti ne siamo, oggi ci siamo guardati tutti in faccia, chi ci sta con il cuore, con la testa e con gli attributi giusti sta dentro e lotta con noi fino alla fine, chi ha idee diverse farà la corsa intorno al campo, questo l'ho fatto capire chiaro e tondo. Di tutti i nuovi arrivati alcuni non sono pronti e avranno bisogno ancora di 10-15 giorni, gli ultimi due arrivati invece stanno bene e potrebbero già giocare domani. Chi ha giocato venerdì a Recanati ha fatto bene, chi è entrato dopo ha fatto bene, adesso la squadra è in salute».

Vista la breve distanza e l'orario della partita (sabato sera) la squadra poteva partire per Cesena sabato mattina, invece si è trasferita già venerdì sera, quasi un mini ritiro, per affrontare con la massima concentrazione possibile un match molto difficile e proibitivo che servirà come banco di prova per le prossime, decisive, partite di campionato.

I 26 CONVOCATI DELLA FERMANA
Tilli non è stato convocato solo per scelta tecnica, non è fuori dal progetto tecnico, né c'è in vista alcuna risoluzione contrattuale.
PORTIERI: Borghetto, Furlanetto, Mancini;
DIFENSORI: Carosso, Eleuteri, Fort, Heinz, Pistolesi, Santi, Spedalieri;
CENTROCAMPISTI: Bonfigli, Fontana, Giandonato, Gianelli, Malaccari, Misuraca, Niang, Scorza;
ATTACCANTI: Condello, Giovinco, Marcandella, Paponi, Petrelli, Petrungaro, Semprini, Sorrentino;

SQUADRA ARBITRALE A CESENA
Al Manuzzi dirigerà Giuseppe Vingo di Pisa; assistenti di linea Elia Tini Brunozzi di Foligno e Ilario Montanelli di Lecco; quarto ufficiale Giuseppe Scarpati di Formia.

AL MANUZZI QUATTRO I PRECEDENTI, UN SOLO PARI
Solo partite ufficiali e tra i prof fra le due squadre in Romagna. Vittoria bianconera 1-0 nella serie B 1999/00, poi 2-1 nella Coppa Italia di C1 2000/01, pareggio 1-1 nella serie C di tre anni fa e un pesante 4-0 due anni fa.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/01/30/fermana-dangelo-si-presenta-a-fermo-sto-bene-aiutiamo-i-simoni-e-la-fermana/214353/

https://www.viverefermo.it/2024/01/27/fermana-spietata-a-recanati-1-3-torna-in-corsa-per-la-salvezza/213468/

https://www.viverefermo.it/2024/01/26/per-la-fermana-ultima-spiaggia-a-recanati-si-gioca-venerd/212606/

https://www.viverefermo.it/2024/01/22/fermana-battuta-0-2-dal-gubbio-salvezza-sempre-pi-lontana/210074/

https://www.viverefermo.it/2024/01/21/per-la-fermana-rivoluzionata-obbligo-tre-punti-contro-il-gubbio/209641/

https://www.viverefermo.it/2024/01/18/fermana-arrivano-dangelo-silva-e-di-matteo/208092/

https://www.viverefermo.it/2024/01/14/la-fermana-crolla-a-pontedera-pagando-la-totale-sterilit-in-attacco/205885/

https://www.viverefermo.it/2024/01/07/fermana-contro-la-carrarese-deve-accontentarsi-dello-0-0/202494/

https://www.viverefermo.it/2023/12/24/fermana-il-baby-grassi-regala-da-pescara-un-bel-pareggio-1-1/230498/

https://www.viverefermo.it/2023/12/17/fermana-eroica-rimonta-sulla-juve-ng-torna-alla-vittoria-2-1-sperando-nel-miracolo/226529/

https://www.viverefermo.it/2023/12/16/vendita-fermana-rosati-ha-formulato-lofferta-scritta-adesso-la-palla-ai-simoni/225750

https://www.viverefermo.it/2023/12/11/la-fermana-2-0-perfetta-e-conquista-a-lucca-un-pari-stretto-0-0/222432/

https://www.viverefermo.it/2023/12/04/la-fermana-post-rivoluzione-ferma-la-capolista-e-torna-a-fare-punti-1-1/218462/





Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2024 alle 17:08 sul giornale del 03 febbraio 2024 - 892 letture


Paolo Bartolomei




qrcode