x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fermo: torna a nuova vita il padiglione della meccanica dell’istituto Montani

3' di lettura
678
da Comune di Fermo
www.fermo.net

Nei giorni scorsi il taglio del nastro con i ragazzi e le autorità del territorio.

È un percorso che va avanti a tappe, per tagli del nastro, per rinnovare le strutture di una realtà storica come l’istituto Montani. L’ultimo in ordine di tempo a tornare a nuova vita è stato il padiglione della meccanica, venerdì scorso il taglio del nastro con gli studenti in cortile, alla presenza delle autorità, il sindaco Paolo Calcinaro, il consigliere provinciale con delega al mondo della scuola Pisana Liberati, i funzionari della Provincia Gianluca Rongoni e Sandro Vallasciani, la dirigente Stefania Scatasta e l’associazione ex allievi. L’edificio fino al 2021 si trovava ad affrontare delle problematiche oggettive, con i primi tre livelli con accesso dal cortile su via Montani e il quarto livello al piano terra del convitto, dunque era molto difficile anche organizzare i percorsi per gli studenti.

L’edificio aveva bisogno di un collegamento interno unico, di un miglioramento sismico e di sistemare le varie stanze secondo le norme di sicurezza. Ecco allora che la Provincia ha coperto un importante intervento per stralci, il primo di 260 mila euro proprio per il miglioramento sismico, con il rinforzo dei solai e il rinforzo dei setti murari esistenti, c’è stata poi la ristrutturazione vera e propria per altri 60 mila euro, altri 120 mila euro sono stati spesi per il rifacimento servizi igienici, infissi e pavimentazioni, mentre 81 mila euro sono stati utilizzati per risanare le pareti esterne e per sistemare tiranti in acciaio e ancora, 70 mila euro sono serviti per le porte interne, i divisori e le luci. Il complesso dei lavori ha avuto inizio a partire dal maggio 2021 e sono terminati nell’aprile 2023. L’investimento complessivo ogni onere finanziario compreso è stato di euro 905 mila euro.

La dirigente Scatasta si è detta felice di riconsegnare ai ragazzi un luogo storico che però ha oggi uno slancio nuovo, una condizione di sicurezza assoluta. La Provincia ha sottolineato i tanti cantieri aperti per le scuole, importante quello che vede al centro dell’intervento il convitto del Montani, tutti con un’ottica particolare per la sicurezza degli studenti ma anche per la bellezza e la comodità degli ambienti. La giornata è proseguita poi con un racconta tratto dal libro ‘Come una fenice’, la storia di un sogno che si puà realizzare anche partendo da zero. Ospite Bruno Lamborghini, già studente del Montani, poi dirigente Olivetti e docente universitario, che pure ha ricordato gli anni gloriosi della scuola e il futuro che si sta costruendo oggi. A drammatizzare il libro Sergio Soldani, ospite anche Vladimiro Ricci, della storica azienda Riccifrigor, che ha ricevuto dal presidente dell’associazione ex allievi, Carlo Labbrozzi, una targa di riconoscimento per una esperienza imprenditoriale di successo, anche a nome del padre, pure lui ex allievo Montani.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2024 alle 19:19 sul giornale del 28 gennaio 2024 - 678 letture






qrcode