x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Per la Fermana ultima spiaggia a Recanati, si gioca venerdì

5' di lettura
804

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - 14° derby al "Tubaldi", si gioca venerdì sera. Solo una vittoria canarina (sarebbe la prima esterna da 12 mesi) potrebbe rianimare la classifica, accorciando proprio con i leopardiani e forse con l'Olbia. Rientrano Santi e Semprini, no Montini, si spera nei nuovi sette (tra cui Petrungaro, Marcandella, Petrelli, Malaccari). 26 convocati.

Serie C, 23° giornata e 4° di ritorno, la Fermana gioca di venerdi sera (ore 20.45) allo stadio Nicola Tubaldi, terreno casalingo della Recanatese degli esperti Sbaffo, Melchiorri e Carpani (17 gol in tre).
Guardando la classifica il derby rappresenta per la Fermana quasi l'ultima spiaggia per tornare in corsa per la salvezza. I gialloblù sono ultimi a 14 punti, la Recanatese quintultima, occupa la posizione più alta nella griglia playout con 24 punti.
Per tornare a sperare i gialloblu dovrebbero fare quello che non hanno fatto mai in questo campionato, e l'ultima volta esattamente 12 mesi fa (2-4 a Olbia), cioè conquistare una vittoria fuori casa. In questo modo ridurrebbero da 10 a 7 la distanza con la quintultima, e potrebbero anche accorciare o agganciare sull'Olbia penultima nel caso in cui i sardi non facciano punti con l'Arezzo.
Crediamo che qualsiasi altro risultato serva a poco agli undici di Protti considerando che sabato della prossima settimana, sempre in notturna, saranno ospiti della lanciatissima capolista Cesena; il sabato successivo ci sarà a Fermo, ancora in notturna, il derby con la Vis Pesaro, oggi quintultima solo per la classifica avulsa ma a paripunti (24) con la Recanatese. Solo in in caso di vittoria della Fermana domani sera a Recanati il derby con la Vis potrebbe rappresentare un secondo importante tassello per accorciare con le squadre che precedono.

Tornando al derby di domani sera, anche i giallorossi stanno attraversando una crisi, non vincono da 9 turni nei quali hanno pareggiato solo 3 volte e perso 6. Di queste 6 sconfitte solo due sono giunte al Tubaldi e al cospetto di Entella e Cesena.
Bisognerà capire, o meglio dovranno cercare di capirlo Protti e i suoi, se quella della Recanatese è una crisi solo di risultati o anche di gioco e condizione. Tutti gli altri lo capiranno domani sera. Di sicuro la Fermana non deve "resuscitare" i giallorossi, come capitò nella partita di andata quando i leopardiani si presentarono al "Recchioni" a zero punti e se ne andarono con tre.

La Fermana ha il suo arco ha qualche freccia in più perché oltre al rientro di Santi e Semprini che a quanto pare hanno superato l'infortunio (no Montini), tutti i sette nuovi arrivati (nove compresi i baby Locanto e Bonfigli) dovrebbero essere utilizzabili di più rispetto a domenica scorsa contro il Gubbio, soprattutto Petrungaro ha fatto una buona impressione e si spera molto su di lui per dare alla Fermana quella capacità di velocizzare l'azione e saltare l'uomo che fino adesso è mancata. Per la concretezza in fase realizzativa si spera che Paponi e Petrelli abbiano la cattiveria necessaria, finora vi è stato sola a sprazzi.
Servirà però un atteggiamento generale di maggior concentrazione e cattiveria diverso da quello visto contro il Gubbio, l'allenatore della Fermana Stefano Protti oggi, dopo la rifiitura, ha garantito che “La Fermana non ha perso le motivazioni per le ultime due sconfite, come non le avevano perse prima della serie di risultati positivi. I nuovi giocatori arrivati hanno portato un po' di entusiasmo e un po' di concorrenza in più. In settimana abbiamo avuto piccoli problemi, compresa un po' di febbre per qualcuno, ma domani sera tireremo le somme e decideremo la formazione”.

Tra i nuovi nelle ultime ore si è aggiunto anche l'esperto (nato nel febbraio 1992) centrocampista centrale Nicola Malaccari , proveniente dal Brindisi dove è andato in prestito il baby Grassi.
Marchigiano doc, Malaccari ha sulle spalle poco più di 300 presenze in serie C e 11 gol. Ha giocato come avversario della Fermana negli ultimi anni con la casacca del Gubbio (foto in basso), in precedenza ha indossato quelle di Maceratese, Savoia e Rimini.
L'arrivo di Malaccari dovrebbe preludere alla partenza di qualcuno fra Scorza e Fontana.

I 26 CONVOCATI DI MISTER STEFANO PROTTI
PORTIERI: Borghetto, Furlanetto, Mancini
DIFENSORI: Eleuteri, Fiumanò, Fort, Locanto, Pistolesi, Santi, Spedalieri
CENTROCAMPISTI: Bonfigli, Fontana, Giandonato, Gianelli, Malaccari, Misuraca, Niang, Pinzi, Scorza
ATTACCANTI: Condello, Marcandella, Paponi, Petrelli, Petrungaro, Semprini, Tilli


SQUADRA ARBITRALE
A Recanati dirige Gianluca Renzi di Pesaro; sarà coadiuvato dagli assistenti Francesco Tagliaferri di Piacenza e Doriana Isidora Lo Calio di Seregno; quarto ufficiale Gianpasquale Tedesco di Battipaglia.


I PRECEDENTI: A RECANATI 13 DERBY, PER I CANARINI 3 VITTORIE, 6 SCONFITTE E 4 PARI.
Per la seconda volta le due squadra si affrontano in serie C, la Recanatese prima dello scorso campionato ha sempre militato in categorie dilettantistiche dove fermani e leopardiani si sono incontrati spesso, quella di domani sarà (totale casa e fuori) la 28° volta e la 14° al Tubaldi. Il primo incrocio fu nel 1939/40 (1° Divisione, girone Marche-Dalmazia), l'ultimo a Recanati lo scorso anno (1-1, gol di Spedalieri e Sbaffo).
In questo campionato, nel girone di andata, a Fermo vinse la Recanatese (0-1, gol di Giampaolo) che tolse lo "zero" dalla casella dei punti.
Prima della serie C, i due precedenti derby in casa della Recanatese (biennio 2015-17, serie D) hanno visto la Fermana vincere 0-1, prima con eurogol di Degano e la seconda volta con centro di Molinari e la Fermana lanciata verso la promozione in C (foto di copertina); sul Colle dell'Infinito si registra un'altra vittoria dei canarini (1-3) nel lontano 1959, poi quattro pari e ben sei sconfitte, di cui alcune cocenti.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2024/01/22/fermana-battuta-0-2-dal-gubbio-salvezza-sempre-pi-lontana/210074/

https://www.viverefermo.it/2024/01/21/per-la-fermana-rivoluzionata-obbligo-tre-punti-contro-il-gubbio/209641/

https://www.viverefermo.it/2024/01/18/fermana-arrivano-dangelo-silva-e-di-matteo/208092/

https://www.viverefermo.it/2024/01/14/la-fermana-crolla-a-pontedera-pagando-la-totale-sterilit-in-attacco/205885/

https://www.viverefermo.it/2024/01/07/fermana-contro-la-carrarese-deve-accontentarsi-dello-0-0/202494/

https://www.viverefermo.it/2023/12/24/fermana-il-baby-grassi-regala-da-pescara-un-bel-pareggio-1-1/230498/

https://www.viverefermo.it/2023/12/17/fermana-eroica-rimonta-sulla-juve-ng-torna-alla-vittoria-2-1-sperando-nel-miracolo/226529/

https://www.viverefermo.it/2023/12/16/vendita-fermana-rosati-ha-formulato-lofferta-scritta-adesso-la-palla-ai-simoni/225750

https://www.viverefermo.it/2023/12/11/la-fermana-2-0-perfetta-e-conquista-a-lucca-un-pari-stretto-0-0/222432/

https://www.viverefermo.it/2023/12/04/la-fermana-post-rivoluzione-ferma-la-capolista-e-torna-a-fare-punti-1-1/218462/





Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2024 alle 18:29 sul giornale del 26 gennaio 2024 - 804 letture


Paolo Bartolomei




qrcode