x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Baraonda: è sfida tra Fermo e Porto San Giorgio per il Carnevale 2024

3' di lettura
1074

da Silvia Cotechini


I Comuni di Fermo e Porto San Giorgio si sfidano… a colpi di maschere! Presentato il programma di Carnevale Baraonda 2024.

Insieme alle tradizionali maschere fermane e sangiorgesi (Re Carnevale, Mengone, Cucà, Lisetta…) quest’anno sfileranno mascherati anche gli assessori di Fermo e Porto San Giorgio. È questa la sfida lanciata dal vicesindaco Mauro Torresi all’inizio della conferenza di presentazione di Baraonda.

Anche se si sfideranno all’ultimo sangue, i due Comuni sono in realtà orgogliosi di collaborare per questa serie di eventi carnevaleschi. Porto San Giorgio punterà sul Giovedì Grasso e sul martedì di Carnevale, come da tradizione, mentre Fermo si concentrerà sulla domenica con la sfilata che partirà dalle 14,30 in Piazza. “La giunta ha accolto volentieri questa collaborazione già avviata – dice l’assessore al turismo di Porto San Giorgio, Giampiero Marcattili – Ripartire con le scuole dopo il Covid non è stato facile, ma sono davvero felice del programma di questo Carnevale”. Il ringraziamento dell’assessore va a coloro che si sono impegnati per realizzarlo: il Centro Don Bosco, l’Avis e la Croce Azzurra, che ha organizzato un veglione di Carnevale da sold out a Villa Bonaparte.

Per Fermo quella del Carnevale è una tradizione che dura da 35 anni, ricorda l’assessore alla cultura di Fermo Micol Lanzidei. Il suo ringraziamento va al regista del Carnevale Marco Renzi e al suo gruppo di maschere, ma anche a tutte le realtà che contrinuiscono al programma: le associazioni culturali e sportive, le contrade e le scuole. “Il cartellone è ricco e variegato nelle forme di espressione artistica, ci riempie di orgoglio portarlo avanti insieme a Porto San Giorgio” conclude Lanzidei.

“Il lungo programma di Carnevale assomiglia al programma estivo” risponde l’assessore al turismo di Fermo, Annalisa Cerretani, che vuole “destagionalizzare con Baraonda”. Insomma, la mission è quella di creare una collaborazione tra i due Comuni per assicurare una promozione del territorio al di fuori delle stagioni turistiche.

In questo caso l’idea è una vivace battaglia tra i due Comuni che si sfidano ad armi pari: 16 gruppi mascherati fermani (precisamente 15 gruppi e un carro) contro 16 gruppi sangiorgesi. Tutto avrà inizio domenica 28 gennaio con l’accensione della lanterna colorata che darà il via a giorni di festa fino al 13 febbraio. Il Giovedì Grasso, 8 febbraio, appuntamento con le scuole per la consegna delle chiavi da parte dei Sindaci ai due Re Carnevali.

È previsto anche un evento “fuori programma”, una novità che coinvolge Lido Tre Archi e il progetto “Periferie”. Oltre alle numerose attività di aggregazione, quest’anno il progetto si dedicherà anche alla costruzione di maschere per una sfilata dedicata il 25 febbraio. Le maschere verranno ovviamente incluse nella sfilata della domenica 11 febbraio.

Marco Renzi ringrazia le sue maschere: lu Cucà, maschera tradizionale di Porto San Giorgio interpretata da Paolo Rocchi, il nuovo Re Carnevale di Porto San Giorgio interpretato da Vincenzo Santantonio, il Re Carnevale di Fermo Luigi Palloni, il personaggio Lisetta di Elena Cupidio, il Mengone di Kevin Pizzi, Regina Quaresima di Beatrice Bellabarba.

Non resta che rubare le parole dei Re Carnevale: “Che si faccia ozio!”. Quale gruppo vincerà il Mengone d’oro?

Programma completo: https://www.proscenioteatro.it/baraonda-il-carnevale-di-fermo-e-porto-san-giorgio/


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2024 alle 14:16 sul giornale del 26 gennaio 2024 - 1074 letture






qrcode