x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Monte Urano: tragedia sull’asfalto, non ce l’ha fatta il giovane Matteo Monti

2' di lettura
5932

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


Da venerdì notte, giorno del drammatico scontro a Piane di Rapagnano, le condizioni del giovane erano subito apparse gravi. Stamane la terribile notizia. Matteo, che era originario di Servigliano ma risiedeva da tempo a Monte Urano, era stato in passato anche un collaboratore di Vivere Fermo.

La tragica notizia è iniziata a circolare già questa mattina, con i social che hanno fatto poi da cassa di risonanza, come ormai accade sistematicamente. Non ce l’ha fatta il giovane Matteo Monti, trentanovenne originario di Servigliano ma da tempo residente a Monte Urano, molto conosciuto in entrambe le realtà per la sua partecipazione alle iniziative cittadine e per il suo impegno politico.

Matteo Monti, classe ‘84, era rimasto coinvolto venerdì sera in un rocambolesco incidente in zona Piane di Rapagnano, e le sue condizioni erano subito apparse gravi, al punto da necessitare un trasporto d’urgenza all’Ospedale Torrette di Ancona. E proprio dal nosocomio del capoluogo, stamattina, è giunta la tragica notizia. Matteo lascia la moglie e due figlie, oltre a due intere comunità distrutte dal dolore. Un dolore che, da questa mattina, amici e conoscenti stanno manifestando attraverso le bacheche social, esprimendo il dolore e lo sconvolgimento per una tragedia che ha colto tutti di sorpresa. Un cordoglio che è stato espresso anche da vari esponenti politici locali, vicini al giovane che aveva a lungo militato nelle file di Fratelli d’Italia e che, a Monte Urano, si era candidato come consigliere alle ultime amministrative con la lista CambiAMO MUsica. “Perdiamo tutti un caro amico, che si è contraddistinto fin dal suo arrivo nel nostro paese, grazie alla dinamicità e voglia di contribuire alla nostra società”, ha dichiarato Massimo Mazzaferro, capogruppo di CambiAMO MUsica, “un ragazzo che in poco tempo si è inserito nei nostri cuori, diventando lui stesso monturanese. Perdo un amico, ma il nostro cuore va alla sua famiglia, alla moglie Catia e alle figlie”.

Monti, che era titolare di un’agenzia di consulenza alle imprese, era stato in passato anche un collaboratore di Vivere Fermo. Alla famiglia vanno pertanto le più sentite condoglianze da parte di tutta la Redazione.



È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2024 alle 17:01 sul giornale del 23 gennaio 2024 - 5932 letture






qrcode