x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Paolo Tartufoli è morto ieri sera a Fermo

1' di lettura
1766

di Adolfo Leoni

fermo@vivere.it


Il decesso ieri sera, intorno alle 19. Stavolta Paolo non ce l'ha fatta. Stavolta la malattia non gli ha lasciato scampo. Oggi alle 11, a Servigliano, gli sarà allestita la Camera ardente presso la Sala del Commiato. Lo potremo salutare lì. E lo potremo salutare domani, alle 14,30, nella chiesa di San Paolo Apostolo a Piane di Montegiorgio.

Se n'è andato in punta di piedi. Come sempre ha vissuto.

Una persona riservata, attenta, riflessiva.

Famiglia, lavoro, volontariato: i tre caposaldi della sua esistenza.

Negli ultimi mesi, avevamo parlato molto della morte. Non gli faceva troppo paura.

Nel 2020, era stato sette mesi ricoverato in vari ospedali causa Covid, la morte gli era stata prossima più volte.

Aveva scampato il morbo maledetto, ma le conseguenze della malattia erano evidenti. E pure aveva lottato per resistere.

Nei nostri ragionamento veniva fuori spesso il Santuario della Madonna dell'Ambro che, da consulente della Carifermo Spa, aveva contribuito a restaurare dopo il terremoto.

La Madonna dell'Ambro ora lo ha nelle sue braccia. Come una Madre il figlio.

Buona nuova vita, Paolo!



Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2024 alle 21:11 sul giornale del 22 gennaio 2024 - 1766 letture


adolfo leoni




qrcode