x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
comunicato stampa

Medioevo da scoprire a Santa Vittoria in Matenano: ricerca storica di una professoressa americana nelle Marche

2' di lettura
1148

di Redazione Vivere Fermo

fermo@vivere.it


La storia del piccolo borgo dell’appennino Marchigiano inizia già nel X secolo dopo Cristo, già nel 934 d. C. si hanno testimonianze di un torrione fortificato edificato sul colle farfense.

Gli abitanti e l’economia del territorio crebbero fino al 1406, anno in cui Santa Vittoria in Matenano ebbe un suo statuto, documento attualmente custodito nell'archivio comunale, diventando così un centro artistico e letterario importante, testimoniato anche da “il Ritmo di Sant'Alessio” uno dei più antichi documenti in volgare esistenti, attualmente conservato nella biblioteca di Ascoli Piceno. In questi giorni in visita alla cittadina, in volo dagli Stati Uniti d’America, la professoressa Dana Fishkin, Professore associato di Storia ebraica e medievale alla New York University e Touro University. La professoressa sta svolgendo delle ricerche importante inerentemente i suoi studi medioevale per compiere delle ricerche negli archivi del nostro territorio. “Siamo estremamente felici della presenza della prof. Fishkin” afferma il Sindaco di Santa Vittoria in Matenano Fabrizio Vergari “siamo consapevoli dell’importanza della nostra storia passata ma al contempo sapere che degli studiosi si interessano alla storia del 1300 della nostra Santa Vittoria è importante anche come stimolo per i nostri giovane per approfondire le radici della nostra comunità” La professoressa, ha già scritto un saggio dedicato a “Mahberot Immanuel” una raccolta di ventotto capitoli in ebraico di prosa e poesia in rima scritti dal poeta e filosofo Immanuel di Roma durante un'epoca di rapidi cambiamenti politici nell'Italia del tardo medioevo. Ricercando negli archivi ha trovato delle pergamene con delle testimonianze importanti della presenza ci comunità ebraiche integrate nel nostro territorio già dal 1300.

“Il mio lavoro cerca di capire come e perché una comunità giudaica importante si sviluppò e crebbe in maniera considerevole nelle Marche” afferma la prof. Dana Fishkin “Santa Vittoria, nel suo importante archivio, ha alcuni dei primi documenti che includono testimonianze importanti. Sto studiando in particolare alcune famiglie che furono importanti investitrici culturali e finanziarie per la fondazione del Comune. I documenti trovati sono una preziosa testimonianza della precoce presenza degli ebrei qui e della loro importanza nella costruzione e della evoluzione della società marchigiana”. Questi studi ampliano la nostra comprensione inerentemente la società marchigiana Medioevale ed in particolare al mondo degli ebrei nel periodo del tardo medioevo che era profondamente coinvolto nella cultura e nella letteratura italiana. La dottoressa Fishkin propone una prospettiva preziosa di conoscenza grazie alle fonti precedentemente sconosciute per dare nuova luce a questa cultura rimasta nascosta ma culturalmente preziosa.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-01-2024 alle 14:23 sul giornale del 10 gennaio 2024 - 1148 letture


Redazione VivereFermo




qrcode